4 Dicembre 2021

Palazzo Chigi di Ariccia

Palazzo Chigi ad Aricci

Uno dei Palazzi più belli e completi che abbiamo.
Acquistato dai Chigi, nella seconda metà del ‘600 fu trasformato in una fastosa residenza barocca. Il progetto architettonico fu realizzato dal Bernini e per arredarlo i Chigi negli anni vi fecero convogliare gli arredi e le collezioni dei loro vari Palazzi, soprattutto quelli del famoso Palazzo di Piazza Colonna. Per la sua grande bellezza è stato scelto da Luchino Visconti per girare la famosa scena del ballo nel Gattopardo e ancora oggi è spesso utilizzato come set cinematografico.

Leggi tutto

5 Dicembre 2021

la Centrale Montemartini con biglietto d’ingresso gratutito

La Centrale Montemartini Mosaico Musa Polimnia

La Centrale Montemartini è il Museo archeologico più suggestivo che abbiamo a Roma.
I grandiosi ambienti della vecchia centrale elettrica  costituiscono uno scenario surreale per marmi antichi e altri reperti di particolare importanza:  turbine, motori Diesel e la colossale caldaia a vapore sono stati lasciati nella loro collocazione originale.
La Centrale Montemartini nel 1997 è stata scelta come sede temporanea per una mostra: si cercava un luogo per esporre una parte della collezione dei Museo Capitolini.
L’accostamento ardito e sicuramente riuscito ha fatto sì che fosse trasformata in Museo arricchendosi di opere straordinarie. Details »

Leggi tutto

8 Dicembre 2021

Il mito iniziatico di Ercole: Visita esoterica

Il mito iniziatico di Ercole fra terra e cielo: un percorso alla ricerca del “discepolo del sole” nei luoghi leggendari delle origini di Roma che lo videro protagonista, insieme al dio  Tiberino e alla Lupa nutrice dei gemelli.
Alle falde del Palatino presso S. Giorgio in Velabro si manifestano i simboli dell’erranza e della relazione fra etnie diverse, che Ercole indica in un itinerario culminante nell’Ara maxima di Ercole, oggi S. Maria in Cosmedin, e nel Tempio di Hercules Victor al Foro Boario.
Il ritorno alle origini ha il suo epilogo presso il lembo di terra a forma di nave che legava polemicamente la riva romana a quella etrusca.

Leggi tutto

11 Dicembre 2021

Il Gran Priorato all’Aventino (posti esauriti)

Il Gran Priorato all'Aventino

Il Gran Priorato sull’Aventino, famoso soprattutto per l’effetto ideato dal viale alberato, con le piante tagliate in modo da formare una galleria che con un gioco prospettico fa sì che si veda la cupola della Cattedrale di San Pietro come se fosse molto vicina.
E’ uno dei luoghi più fotografati di Roma, il buco della serratura più famoso d’Italia!
Ma Santa Maria del Priorato non è solo questo. Già nel X sec. il sito era occupato da un monastero benedettino fortificato; nel Medioevo passò ai Templari e dopo la loro distruzione ai Cavalieri Ospitalieri.
La sistemazione odierna risale al settecento grazie all’intervento di Giovanni Battista Piranesi.
Il giardino è formato da una serie di siepi conformate a labirinto, roseti e palme, ma è soprattutto nella chiesa che Piranesi dà il meglio di sè: fonde mirabilmente l’evocazione dell’antico e la fantasia barocca, elementi decorativi e simbolici, ma anche la conoscenza esoterica acquisita dalla sua appartenenza alle logge della Massoneria.

 

Leggi tutto

11 Dicembre 2021

S. Maria degli Angeli: Michelangelo recupera l’antico

santa_maria_degli_angeli

La zona intorno a Termini nell’antichità era occupata dal grande impianto termale di Diocleziano che aveva un’estensione di oltre 13 ettari, con quattro torrioni giganteschi ai quattro vertici.
Con il passare del tempo e l’abbandono delle strutture la località sprofondò nel degrado fino alla sua riqualificazione nel XVI sec.
All’interno delle terme possiamo ammirare ancora oggi lo straordinario chiostro disegnato da Michelangelo ma l’elemento più significativo rimane senza dubbio la fantastica struttura di S. Maria degli Angeli.
Michelangelo si era limitato ad un restauro conservativo convertendo gli ambienti termali in una delle più grandiose basiliche della cristianità.
Il riassetto interno che vediamo oggi lo si deve alle modifiche settecentesche.
All’ interno delle Basilica sarà possibile ammirare anche la meridiana, unica a possedere un dispositivo atto a consentire la determinazione dell’ora degli Equinozi.

Leggi tutto

12 Dicembre 2021

Un giorno alle Ville di Oplontis e Stabia (viaggio confermato, pochi posti rimasti)

Oplontis era una residenza molto ampia, completa di un piccolo complesso termale e ricca di affreschi che in alcuni casi creano giochi prospettici.
Si pensa sia stata abitata da Poppea grazie ad una iscrizione trovata su un’anfora.
Un gioielli dove poter ammirare straordinari affreschi.
La villa di San Marco a Stabia è la più grande domus romana d’otium della Campania.
La Domus fu edificata in età augustea e ampliata successivamente con l’aggiunta di ambienti panoramici e di una piscina.
Atrio con impluvium, cucina, magazzini, stanze riccamente decorate e le terme scaldate da un’amplia caldaia in bronzo (purtroppo affondata in mare mentre la stavano trasportando a Londra)
Dopo pranzo (libero) visiteremo un museo aperto un paio di mesi fa!
Nella storica dimora di caccia dei Borbone a Castellammare di Stabia sono raccolti numerosi reperti, alcuni mai esposti, trovati nel territorio e nelle ville da noi visitate.
Affreschi e sculture, un carro in bronzo e diverse suppellettili ci permetteranno di completare lo straordinario percorso iniziato al mattino!

Leggi tutto

18 Dicembre 2021

Certosa di Trisulti e Alatri

La Certosa di Trisulti riapre dopo tre anni!
Immersa in uno dei più suggestivi panorami naturalistici dei Monti Ernici, la Certosa si erge imponente.
Costruita nel  XIII sec. ha subito nei secoli numerosi rimaneggiamenti ma la spiritualità monastica, benedettina prima, cistercense poi, sono sempre nell’aria.
Concessa ad una organizzazione privata americana in questi giorni è rientrata finalmente a far parte del patrimonio culturale visitabile…andiamo di corsa!
Dopo una mattina spirituale ci concederemo un giro ad Alatri (dove mangeremo) .
La sua caratteristica è l’acropoli  di forma trapezoidale cinta con mura ciclopiche che risalgono al VI-VII secolo a. C. Qui sorgeva un grande tempio sicuramente distrutto per utilizzarne i materiali.
Il borgo oggi è medievale e la sua chiesa per quanto molto semplice vanta maestranze borgognone.

Leggi tutto

30 Dicembre 2021

Mausoleo di Augusto

Mausoleo di Augusto

Augusto, ovvero Caio Giulio Cesare Ottaviano,  fu accompagnato per tutta la vita da leggende che gli attribuivano fin da bambino poteri sovrumani:  si racconta che persino le rane gli obbedivano!
La sua storia è avvincente e il suo Mausoleo è una tomba monumentale ispirata alle grandi sepolture ellenistiche, con lo scopo di elevare la sua figura di imperatore al pari degli dei.
Finalmente riaperto dopo lunghi restauri potremo entrare per essere avvolti dall’atmosfera del passato.

Leggi tutto

6 Gennaio 2022

Venezia, ultimi giorni per prenotare

Venezia…”indescrivibile” è sicuramente la parola più appropriata per tratteggiarla!
Le emozioni positive o negative che può suscitare sono molteplici ma sicuramente l’esperienza di inoltrarsi in quei vicoli stretti e umidi il cui  silenzio è rotto solo dallo sciabordìo dell’acqua, le grandiose facciate di palazzi e chiese, la meraviglia davanti alle enormi tele dei grandi pittori veneziani sono e rimarranno uniche.
Una città stratificata  divisa tra terra e acqua tra Oriente e Occidente: Piazza San Marco ne è un esempio lampante che inaugura uno stile tutto veneziano:  trafori,  ricche decorazioni, archi trilobati un unicum ricco ed elegante, casalingo ed esotico.
Il Rinascimento vede Venezia al centro di una rivoluzione pittorica: diventa insieme a Firenze il polo di un cambiamento che ha come elemento fondante il colore: a partire da Bellini, Giorgione, Tiziano Tintoretto… avremo tanta gioia per gli occhi e per la mente…perché l’arte veneziana si fonda sulla  percezione ma affonda le sue origine nell’antico.

Giovedì  6    Gennaio: Arrivo e giro per Cannaregio
Venerdì  7    Gennaio: San Marco, Palazzo ducale e Palazzo Contarini del Bovolo
Sabato   8     Gennaio: La Scuola di San Rocco e San Lazzaro degli Armeni
Domenica 9 Gennaio:  Visita ad uno Squero e rientro a Roma

 

Details »

Leggi tutto