22 settembre 2018 - I Sepolcri di via Latina (permesso speciale)

I Sepolcri di via Latina

I Sepolcri di via Latina sono un luogo fantastico per bellezza del luogo e preziosità degli ambienti conservati.

Via Latina collegava Roma con Capua ed era la principale via di comunicazione prima che fosse costruita l’Appia. Ancora pavimentata per un lungo tratto dell’antico basolato in selce, conserva  su entrambi i lati numerosi monumenti funebri e testimonianze storiche che si protraggono fino all’ alto medioevo. Un luogo ricco di suggestioni, risparmiato dallo sviluppo edilizio e che riserva notevoli sorprese: due Sepolcri eccezionali da esplorare!

Il Sepolcro dei Valeri, ancora conserva la decorazione in stucco bianco a medaglioni con rappresentazioni di creature fantastiche, eroti, figure femminili.
Il Sepolcro dei Pancrazi presenta una prima camera sepolcrale decorata da affreschi lungo le volte, rappresentanti paesaggi naturali, scene figurate, teste allegoriche e figure femminili e una  seconda da camera sepolcrale conserva una complessa e ricchissima decorazione ad affresco policromo e stucco sulla volta e sulle pareti, rappresentante scene mitologiche ed epiche, personaggi divini ed eroici.

Luogo: Via dell'Arco di Travertino 151
Data: 22 settembre 2018
Orario: 9:15
Durata: due ore circa
Costo: Quota per i Soci 15 € (comprensivo di radioricevente per un migliore ascolto e quota di apertura)

PRENOTA ORA!

Nessun commento »

Lascia un commento

19 settembre 2018

L’Ambasciata del Brasile a Piazza Navona (Permesso speciale)

L'Ambasciata del Brasile, soffitto affrescato da Pietro da Cortona

Galleria di Pietro da Cortona a Palazzo Pamphilj

L’Ambasciata del Brasile ha la sua sede nel Palazzo Pamphilj, il grandioso edificio che si affaccia su Piazza Navona.
Fino al seicento Piazza Navona era un luogo popolare, un grande spazio con una fontana per abbeverare gli animali.
Le cose cambieranno quando il cardinale Giovanni Battista Pamphili, futuro Papa Innocenzo X, deciderà di abbattere alcuni edifici di famiglia situati nell’area prospiciente la piazza per far costruire un edificio degno del suo nuovo ruolo.
Venne chiamato il più celebre architetto del momento e fu ideata anche la sistemazione della Piazza immaginata come proscenio del Palazzo.
All’interno alcune Sale conservano ancora gli affreschi seicenteschi ma è la galleria progettata dal Borromini e decorata da Pietro da Cortona che abbaglierà per il suo splendore.
Il Palazzo è stato acquistato nel 1960 dallo Stato Brasiliano che vi collocherà la propria Ambasciata. Al fascino antico quindi si aggiunge il sapore di vita vissuta dal momento che l’Ambasciatore in carica apporta nell’arredo e nelle suppellettili opportuni cambiamenti secondo il proprio gusto!
Le prenotazioni saranno chiuse al raggiungimento del numero massimo consentito.
Per questa visita, a numero chiuso, occorre inviare i dati (completi di luogo data di nascita e estremi di un documento) entro il 14 Settembre. Non si potranno effettuare modifiche dopo questa data)

 

 

Leggi tutto

22 settembre 2018

I Sepolcri di via Latina (permesso speciale)

I Sepolcri di via Latina

I Sepolcri di via Latina sono un luogo fantastico per bellezza del luogo e preziosità degli ambienti conservati.

Via Latina collegava Roma con Capua ed era la principale via di comunicazione prima che fosse costruita l’Appia. Ancora pavimentata per un lungo tratto dell’antico basolato in selce, conserva  su entrambi i lati numerosi monumenti funebri e testimonianze storiche che si protraggono fino all’ alto medioevo. Un luogo ricco di suggestioni, risparmiato dallo sviluppo edilizio e che riserva notevoli sorprese: due Sepolcri eccezionali da esplorare!
Details »

Leggi tutto

22 settembre 2018

Equinozio d’Autunno al Pantheon

Equinozio d'Autunno al Pantheon

L’Equinozio d’Autunno al Pantheon per avere l’occasione di assistere ad uno spettacolo affascinante.
In occasione dei due equinozi, quello primaverile e quello autunnale, il sole ha un’angolazione di 48° per cui all’interno del Pantheon colpisce la griglia sopra il portale e il cornicione alla base della cupola (la paerte che dovrebbe rappresentare l’Equatore)

Nell’antichità non era raro trovare edifici orientati astronomicamente; erano edifici collegati ai culti misterici dove il dio si manifestava in forma di luce.
I Romani conoscevano perfettamente i segreti costruttivi e astronomici .

Nel caso del Pantheon, Agrippa il genero di Augusto, sceglie di fondere questo sapiente mix per creare un edificio dalla simbologia complessa e sceglie come luogo per la costruzione un puntosicuramente apotropaico: il Pantheon nasce sul luogo dove Romolo, il primo re di Roma, è asceso al cielo in una giornata di tempesta tra fulmini e saette.

Prima di entrare nel Pantheon per capire e godere di questo spettacolo indagheremo sull’importanza che gli equinozi avevano nell’antichità.
Legato alla dea Cerere, protettrice dei campi e delle messi, l’Equinozio è anche il giorno in cui nacque Augusto che per celebrare la ricorrenza ordinò la costruzione di una grande meridiana, proprio qui a campo Marzio.

La Meridiana è un orologio solare che si avvale di un quadrante, in questo caso un’ampia piazza lastricata; lettere romane, e uno gnomone.
Per la g funzione di gnomone era stato scelto un obelisco egiziano, quell’obelisco che vediamo ancora oggi svettare in Piazza Montecitorio.

 

Leggi tutto

23 settembre 2018

La cresta del Vesuvio ed Ercolano (posti esauriti)

primo piano della cresta del Vesuvio

Cresta del Vesuvio

Una passeggiata lungo la cresta del Vesuvio: un percorso facile ma decisamente suggestivo. Da un lato lo sguardo spazia sul golfo, dall’altro tra la vegetazione e le pareti scoscese della bocca.
Il sentiero da percorrere ha una lunghezza complessiva di 3.807 metri andata e ritorno, il dislivello è di circa 140 metri e la quota massima raggiunta è di 1.170 metri dal livello del mare.
Pranzo libero Details »

Leggi tutto

29 settembre 2018

I Santi Quattro Coronati e gli affreschi dell’Oratorio

I Santi Quattro Coronati

I Santi Quattro Coronati: una sorta di rocca medioevale circondata da imponenti mura e sormontata da una torre.
E’ questo aspetto, un unicum a Roma, che lo rende veramente un luogo incredibile e affascinante;  Siamo davanti ad una tipologia prevalentemente francese  e tedesca.
La scelta del luogo è dovuta alla posizione elevata e alla vicinanza al Laterano, allora sede del Papato.
La struttura carolingia risalente all’ VIII secolo purtroppo è stata in parte distrutta in un incendio.
Il complesso e’ stato ricostruito a partire dal 1084 ma la chiesa fu notevolmente ridotta cambiandone la disposizione e utilizzandone alcune parti per altre funzioni, per es. un piccolo chiostro.
Un altro chiostro più grande è stato introdotto nel XIII sec. ad opera di maestranze cosmatesche.
Accanto alla chiesa si conserva l’Oratorio, la cosiddetta aula di San Silvestro, dove si possono ammirare affreschi del XIII secolo.
Sono affreschi di notevole fattura che raccontano la storia di Costantino e San Silvestro per suggellare l’accordo tra Chiesa e Stato in un momento in cui potere temporale e il potere spirituale sono in conflitto.
Dal XVI secolo l’insieme fu affidato alle monache di clausura Agostiniane che troviamo ancora oggi.

In questa visita non è compresa l’aula gotica la cui apertura è in giorni limitati.

 

 

Leggi tutto

30 settembre 2018

Il Pigneto: da luogo Pasoliniano a quartiere alla moda

Il Pigneto

Il Pigneto, oggi famoso per i locali e luogo di ritrovo di giovani e non, fino a pochi anni fa era un luogo di vera periferia con atmosfera anche un po’ violenta, tanto cara a Pasolini.
Scenario significativo per alcuni dei più importanti film del Neorealismo e non solo;  da “Roma Città Aperta” di Rossellini, “Audace colpo dei soliti ignoti” di Loy per arrivare ad “Accattone” di Pasolini, oggi si presenta come una vera e propria isola urbana, un quartiere-paese dove casette isolate e viuzze di altri tempi si fondono con capannoni industriali.
Artisti di ogni tipo si riuniscono in questo quartiere e alcuni hanno qui i loro studi.

 

 

Leggi tutto

26 ottobre 2018

Visita alla Costiera Amalfitana tutta da scoprire (lista d’attesa)

visita guidata costiera amalfitana

“Costiera amalfitana” …ed ecco che immediatamente sentiamo il profumo dei limoni e immaginiamo coste frastagliate e uno splendido mare, i colori dei piccoli paesini arroccati e il profumo che si diffonde dalle pasticcerie!

Se saremo fortunati a fine Ottobre potremo fare un ultimo tuffo, in caso faccia troppo freddo l’arte non ci farà rimpiangere il mare: costiera sorrentina,  affreschi trecenteschi,  costiera amalfitana, le ceramiche di Vietri, l’abbazia di Cava, il duomo di Amalfi…e una villa romana che aprirà al pubblico il 18 Luglio, sono solo alcuni dei luoghi che allieteranno il nostro soggiorno.

Venerdì 26 Ottobre:  Mitreo di Capua Vetere e arrivo a Cava dei Tirreni
Sabato 27 Ottobre: Costiera in barca privata: visita ad Amalfi e Positano
Domenica 28 Ottobre:
Vietri, S. Angelo in Formis e rientro a Roma

 

Details »

Leggi tutto