3 febbraio 2018 - Palazzo Rondinini oggi Sede Circolo degli Scacchi (Permesso speciale)

Palazzo Rondinini infilata di porte

Palazzo Rondinini

Palazzo Rondinini, capolavoro indiscusso del rococò romano, ospita uno dei circoli più esclusivi della capitale: il Circolo degli Scacchi.
L’ ingresso agli invitati è possibile solo al piano nobile, quello adibito a foresteria (rappresentanza, ristorante, salone da ballo), dove ci si immerge in ambienti ricchi di effetti di luce e atmosfere da Settecento colto ed erudito, tra magnifici apparati degni di una corte: putti volanti, stucchi, marmi romani, sovrapporte dipinte, trionfi araldici, giardini d’ inverno e ninfei.
(Il gruppo sarà formato tassativamente da 20 persone e le prenotazioni saranno chiuse al raggiungimento del numero massimo)

Luogo: Via del Corso 518
Data: 3 febbraio 2018
Orario: 9:30
Durata: due ore circa
Costo: Quota per i Soci 12 €

PRENOTA ORA!

2 Comments »

  1. Maurizia Lima ha detto:

    siamo in due: io e Patricia Cioeta. Ci vediamo sabato mattina!
    Buona giornata
    Maurizia

RSS feed for comments on this post. / TrackBack URI

Lascia un commento

27 gennaio 2018

Affreschi del Cavallini a Santa Cecilia in Trastevere

Angeli del Cavallini a Santa Maria in Trastevere

Angeli del Cavallini

Varcando il cancello della Basilica di Santa Cecilia ci accoglie un meraviglioso chiostro e una facciata barocca. All’interno della chiesa, oltre al magnifico ciborio gotico di Arnolfo di Cambio che racchiude la tomba della Santa rappresentata nella struggente scultura del Maderno saremo conquistati dalle parti “non visibili”. Nascosto nel coro abbiamo Il Giudizio Universale dipinto da Pietro Cavallin, pietra miliare per l’arte medioevale. Visiteremo anche i Sotterranei: una serie di costruzioni che dall’età tardo repubblicana arriva ai secoli II e IV e di cui rimangono i pavimenti in opus signinum e a mosaico bianco-nero, un ambiente termale e vari frammenti di rilievi oltre alla cripta.

Leggi tutto

28 gennaio 2018

Mostra: Monet al Vittoriano (lista d’attesa)

Monet-Mostra-Vittoriano

Nymphéas di Monet

Sessanta opere provenienti dal Musée Marmottan Monet di Parigi: tutte tele che l’artista conservava nella sua ultima dimora di Giverny, donate al Museo dal figlio.
Avreste mai detto che era un grande caricaturista? Una dote innata che gli permette di guadagnare notorietà e una certa indipendenza economica e che favorisce l’incontro con Eugène Boudin.
Oltre alle caricature sono in mostra paesaggi rurali e urbani, i ritratti dei figli, le tele realizzate nella tranquillità del suo colorato giardino e nella campagna circostante sino  alle monumentali Ninfee e Glicini.
Il suo “poco definito” ci ammalierà ancora una volta!

Leggi tutto

3 febbraio 2018

Palazzo Rondinini oggi Sede Circolo degli Scacchi (Permesso speciale)

Palazzo Rondinini infilata di porte

Palazzo Rondinini

Palazzo Rondinini, capolavoro indiscusso del rococò romano, ospita uno dei circoli più esclusivi della capitale: il Circolo degli Scacchi.
L’ ingresso agli invitati è possibile solo al piano nobile, quello adibito a foresteria (rappresentanza, ristorante, salone da ballo), dove ci si immerge in ambienti ricchi di effetti di luce e atmosfere da Settecento colto ed erudito, tra magnifici apparati degni di una corte: putti volanti, stucchi, marmi romani, sovrapporte dipinte, trionfi araldici, giardini d’ inverno e ninfei.
(Il gruppo sarà formato tassativamente da 20 persone e le prenotazioni saranno chiuse al raggiungimento del numero massimo)

Leggi tutto

4 febbraio 2018

Mostra: Egizi Etruschi a Montemartini

profilo maschera egizia dorata e profilo maschera etrusca in terracotta

Mostra Egizi Etruschi a confronto

Una mostra che mette a confronto Egizi ed Etruschi in un dialogo lungo secoli!
I ritrovamenti delle recenti campagne di scavo a Vulci hanno dato l’imput per questa straordinaria mostra grazie ai preziosi oggetti egizi, databili tra l’VIII e il III secolo a.C che sono stati portati alla luce.  Questi oggetti, affiancati dalle opere della sezione egizia del Museo archeologico di Firenze, ci parlano di relazioni e scambi di culture che condivisero molto: l’Egizia e l’Etrusca.

 

Leggi tutto

10 febbraio 2018

Santa Maria dell’Anima e i tedeschi a Roma

Cappella con deposizione nella Pala centrale e affreschi

Santa Maria dell’Anima: Deposizione del Salviati

Santa Maria dell’Anima, una chiesa dove l’arte del ‘500 trionfa in tutto il suo fulgore.
La facciata di Giuliano da Sangallo dove troneggia una composizione scultorea, capolavoro del Sansovino non ci prepara all’esuberanza interna.
La chiesa, nata come ospizio per i tedeschi presenti a Roma, ci ricorda la sua origine per la tipologia “nordica” ovvero ad hallenkirche  “chiesa a sala”, e per la committenza delle varie cappelle dove grandi personaggi tedeschi ne condizionano l’iconografia.
Gli artisti invece, tutti italiani attivi nella Roma papale, mostrano la loro vena artistica impregnata ormai di manierismo.
Siamo negli anni in cui si sta preparando la riforma protestante e il suo promotore, Lutero, è appunto tedesco!
Esiste un nesso a tutto ciò? Lo scopriremo!

 

 

Leggi tutto

10 febbraio 2018

Basilica di San Pietro

facciata di San Pietro vista dalla piazza

San Pietro

Si muovono da tutto il mondo per ammirarla: e noi siamo sicuri di conoscerla?
Sorge sulla tomba dell’ apostolo Pietro e dal 315 d. C, anno dell’inizio della costruzione, al 1667 anno della costruzione del grandioso portico del Bernini, nella chiesa si susseguono interventi importanti e tutti degni di nota. Vi lavorano i più grandi artisti ed è scrigno prezioso per alcune delle più celebri opere d’arte al mondo, quali ad esempio il Baldacchino del Bernini e la Pietà di Michelangelo. Con i suoi 15.160 mq. rimane la chiesa più grande al mondo superata solo da quella costruita in Costa D’Avorio alla fine del ‘900 guarda caso ricalcando proprio il modello di San Pietro! L’ingresso alla basilica è con fila, tempo che impiegheremo per ammirare e scoprire tutti i particolari della Piazza.

Leggi tutto

11 febbraio 2018

Visita esoterica: Chiesa della Maddalena e il mistero del Graal

Organo della chiesa di Santa Maria Maddalena

Chiesa di Santa Maria Maddalena

Chiesa della Maddalena: una chiesa al femminile!
Visiteremo l’unica chiesa di Roma dedicata alla fedele seguace del Messia correlata nell’iconografia al mistero del GRAAL, dando origine a interpretazioni pseudostoriche e fantasiose.
Attraverso una foresta di simboli e riferimenti  ai vangeli canonici e apocrifi cercheremo d’individuare il volto autentico della Maddalena e i significati storici del Graal, muovendoci nel quartiere costellato dalla presenza delle Grandi Madri pagane quali Iside e Minerva e della Vergine cristiana.

Leggi tutto

17 febbraio 2018

I resti nascosti degli Horti Sallustiani (permesso speciale)

struttura degli Horti Sallustiani vista dall'alto

Horti Sallustiani

Possiamo entrare grazie ad un permesso speciale  in un luogo privato oggi adibito a sede di Convegni che ha conservato e valorizzato in modo intelligente le strutture antiche che si trovavano all’interno della loro struttura.
Si trova in Piazza Sallustio, al centro dell’ ampia zona occupata un tempo dagli Horti Sallustiani, costruiti nel 40 a. C. dallo storico Gaio Sallustio Crispo.
Della grande villa si conserva oggi solo un’imponente struttura situata 14 metri sotto il livello stradale. Possiamo ancora ammirare una grande sala a pianta circolare, coperta a cupola, nella quale si aprono tre nicchie per lato.

 

Leggi tutto

17 febbraio 2018

A casa del Principe: Galleria Doria Pamphilj

interno del Salone dei Velluti a Galleria Doria Pamphilj

interno dell’appartamento Doria Pamphilj

Il Palazzo Doria Pamphilj a via del Corso è stato ampliato e decorato nella seconda metà del ‘700, quando i Pamphilj si unirono ai Doria.
Nella Galleria si concentrano la maggior parte delle opere presenti nella collezione privata della famiglia.
Allo stupore suscitato dall’appartamento dovremo aggiungere la meraviglia per i capolavori. La galleria degli Specchi, il salone dei Velluti, la cappella di famiglia sono solo alcuni tra i fastosi ambienti che percorreremo ammirando tra l’altro alle pareti  opere di Raffaello, Tiziano, Annibale Carracci ecc.
I dipinti di Caravaggio che erano in prestito alla mostra di Milano  sono finalmente tornati al loro posto!

Leggi tutto

18 febbraio 2018

Michelangelo Buonarroti: una vita da scoprire

volto di Mosè nella chiesa di San Pietro in vincoli

Mosè di Michelangelo

Michelangelo Buonarroti muore il 18 Febbraio.
Geniale, irascibile, una vera testa calda la cui lingua tagliente anche i Papi temevano. Ha trascorso metà della sua vita tra Roma e Firenze, un destino che è continuato anche dopo la morte con il corpo trafugato e spedito di nascosto a Firenze! Pittore per forza, Scultore per scelta; metteva l’anima nelle sue sculture, o meglio l’anima la faceva emergere dal pezzo di marmo che sceglieva personalmente e modellava con amore. Si potrebbe quasi dire che il marmo fosse l’unico amore della sua vita! Dal suo capolavoro scultoreo romano, il Mosè, andremo alla ricerca dei luoghi dove ha vissuto e che ci aiuteranno a raccontare la sua storia: una storia appassionante!

 

Leggi tutto

24 febbraio 2018

Ambiguità e allusioni in una Roma segreta (con apertura riservata)

Mascherone d'ingresso di Palazzo Zuccari

Mascherone d’ingresso di Palazzo Zuccari

Una passeggiata con apertura riservata che ci porterà alla scoperta di alcuni luoghi sconosciuti nel cuore di Roma. Il nostro filo conduttore sarà l’ambiguità che caratterizza alcune opere d’arte, soprattutto opere sacre… fanciulle in estasi, fanciulle che offrono i seni, enormi fauci mostruose che sembrano inghiottire d’un colpo le persone: illusione e ambiguità, ma d’autore! Una passeggiata che ci permetterà anche di scopriremo un Bernini inedito in una chiesa sempre chiusa che merita tutto il nostro interesse. 

Leggi tutto

25 febbraio 2018

Basilica di S. Maria Maggiore: la loggia delle benedizioni

La più importante basilica di Roma dedicata alla Madonna è un vero scrigno di opere d’arte: dai mosaici del V sec. alle straordinarie opere realizzate da grandi artisti chiamati ad abbellire le tante cappelle gentilizie che nei secoli hanno arricchito la struttura originaria.
libro aperto su cui leggere la storia sacra.
La visita sarà completata dall’apertura della Loggia delle Benedizioni che si apre sulla facciata  e che raggiungeremo grazie alla scala berniniana. Qui oltre ad avere l’affaccio sulla piazza potremo ammirare i mosaici del XIII sec. con la storia della nascita della chiesa e  con la Vergine che indica il luogo dove si sarebbe dovuto erigere il suo tempio.

 

Leggi tutto