5 maggio 2018 - Gli Oratori del Celio (permesso speciale)

Oratorio di Santa BarbaraGli Oratori del Celio appartengono a quella categoria di luoghi difficilmente visibili.
Si trovano accanto alla chiesa di S. Gregorio e fanno parte del monastero che Gregorio Magno costruì sull’antica villa paterna. L’antico monastero e la chiesa annessa subirono nei secoli varie trasformazioni e nel ‘600 vennero aggiunti  gli oratori  dedicati a Sant’Andrea, Santa Barbara e Santa Silvia. Come molti oratori a Roma nascondono all’interno veri capolavori pittorici: nel nostro caso affreschi del Domenichino, Lanfranco, Pomarancio e Guido Reni.

 

Luogo: Piazza di San Gregorio, davanti alla chiesa
Data: 5 maggio 2018
Orario: 10:00
Durata: due ore circa
Costo: Quota per i Soci 13 € (compresa radioricevente e contributo apertura)

PRENOTA ORA!

2 Comments »

  1. barbara ha detto:

    Ciao buongiorno
    eccomi ritornata non ancora in grandissima forma ma vorrei provare a fare questa scoperta con voi, è possibile sempre per una persona?
    grazie
    un bacio Barbara

RSS feed for comments on this post. / TrackBack URI

Lascia un commento

21 aprile 2018

Le Catacombe vaticane di Pretestato (Posti esauriti)

affreschi nelle catacombe di Pretestato

Catacombe vaticane di Pretestato

Pretestato, chi era costui?
Non si sa, forse era un proprietario terriero o forse è da identificare con un toponimo preesistente. Sicuramente lo scopriremo ma ciò che conta è che la catacomba è molto bella e significativa.
Si sviluppa su tre livelli e sono stati identificati tre nuclei certamente precostantiniani. In seguito i tre nuclei primitivi conobbero fasi di approfondimento e di espansione. Anche qui come in altre catacombe sono stati ricordati diversi Martiri e furono disposte stazioni devozionali sui loro luoghi di sepoltura.
Molto interessanti le pitture presenti: tra queste una scena di incoronazione di Cristo del III secolo, da considerare uno dei più antichi esempi di rappresentazione della Passione e altri affreschi del IV secolo.
Fantastico il Museo annesso contenente alcuni sarcofagi veramente degni di nota!
Si consigliano scarpe comode e una torcia
La visita è a cura di uno studioso della Pontificia Commissione di Archeologia Sacra.
La visita è a numero chiuso, nel momento in cui verrà raggiunto le prenotazioni verranno tassativamente chiuse.
Per questa visita è previsto il pagamento anticipato entro il 14 Aprile.

 

Leggi tutto

21 aprile 2018

Il Gran Priorato all’Aventino eccezionalmente con villa! (posti esauriti)

Cupola vista dalla serratura del Gran Priorato all'Aventino

Il Gran Priorato all’ aventino

Il Gran Priorato sull’Aventino, famoso soprattutto per l’effetto ideato dal viale alberato, con le piante tagliate in modo da formare una galleria che con un gioco prospettico fa s’ che si veda la cupola della Cattedrale di San Pietro come se fosse molto vicina.
E’ uno dei luoghi più fotografati di Roma, il buco della serratura più famoso d’Italia!
Ma Santa Maria del Priorato non è solo questo. Già nel X sec. il sito era occupato da un monastero benedettino fortificato; nel Medioevo passò ai Templari e dopo la loro distruzione ai Cavalieri Ospitalieri.
La sistemazione odierna risale al settecento grazie all’intervento di Giovanni Battista Piranesi.
Il giardino è formato da una serie di siepi conformate a labirinto, roseti e palme, ma è soprattutto nella chiesa che Piranesi dà il meglio di sè: fonde mirabilmente l’evocazione dell’antico e la fantasia barocca, elementi decorativi e simbolici, ma anche la conoscenza esoterica acquisita dalla sua appartenenza alle logge della Massoneria.
La chiesa è visibile solo dall’esterno, ma è qui che si concentra la simbologia del Piranesi.
In compenso, (in via del tutto eccezionale) avremo modo di entrare nella villa e di accedere alla sala del Capitolo dove viene eletto il Gran Maestro. 

 

Leggi tutto

22 aprile 2018

I Sotterranei: Esedra della Crypta Balbi (posti esauriti)

Esedra della Crypta Balbi

sotterranei della Crypta Balbi

Ancora un gioiello della Roma sotterranea: l’esedra semicircolare appartenente al grande teatro in marmo costruito nei pressi di largo Argentina, nell’isolato dei via delle botteghe oscure.
Il luogo, che fu utilizzato come punto di incontro dei ricchi romani in attesa di assistere agli spettacoli teatrali, fu trasformato poi in una grandiosa latrina… nel Medioevo un luogo per fare la calce e quindi  un’osteria. I sotterranei del Museo della Crypta Balbi in un viaggio di 2000 anni!!
Assolutamente da non perdere ! Solo 20 posti.

 

Leggi tutto

28 aprile 2018

La favola dell’Ara Pacis per Bambini

Ara Pacis

Agli occhi dei bambini l’Ara Pacis con i suoi affascinanti animali, la ricchezza delle sue simboliche piante e dei suoi leggendari fregi si trasforma in una favola in cui il fascino del mito e la storia dell’antica Roma si intrecciano magicamente guidando il bambino in una esperienza sensoriale e didattica allo stesso tempo.
Augusto: chi era costui?
Certamente  alla fine della visita avremo imparato a conoscerlo meglio!

Leggi tutto

28 aprile 2018

Passeggiata: il grande Augusto

Augusto_Vaticani

Caio Giulio Cesare Ottaviano, detto Augusto fu accompagnato per tutta la vita da leggende che gli attribuivano fin da bambino poteri sovrumani, al punto che, sembra, persino le rane gli obbedivano!
Racconteremo la vita del noto imperatore passando da Piazza Montecitorio dove svetta l’obelisco di Psammetico II, portato a Roma proprio per volere di Augusto e naturalmente il suo Mausoleo, una tomba monumentale ispirata alle grandi sepolture ellenistiche, con lo scopo di elevare la sua figura di imperatore al pari degli dei.

 

Leggi tutto

29 aprile 2018

Roma esoterica: Sant’ Ivo alla Sapienza

Facciata di Sant' Ivo alla Sapienza vista entrando dal cortile

Sant’ Ivo alla Sapienza

Sant’Ivo alla Sapienza è frutto del grande genio del Borromini. Qui la sua passione per le scienze occulte, esoteriche e magiche si sviluppa in forme complesse e sorprendenti: magia, alchimia e kabbalah si fondono in questa progettazione! Nel cinquecentesco Palazzo della Sapienza, sede dell’antica Università, Borromini concepisce una struttura movimentata dalle forme geometriche sorprendenti. Tra le linee eleganti e le sofisticate invenzioni architettoniche ciò che sorprende è il complesso simbolismo ermetico-massonico che qui nella chiesa dell’esoterismo cristiano ricerca la rivelazione apocalittiche.


Leggi tutto

5 maggio 2018

Gli Oratori del Celio (permesso speciale)

Oratorio di Santa Barbara

Gli Oratori del Celio appartengono a quella categoria di luoghi difficilmente visibili.
Si trovano accanto alla chiesa di S. Gregorio e fanno parte del monastero che Gregorio Magno costruì sull’antica villa paterna. L’antico monastero e la chiesa annessa subirono nei secoli varie trasformazioni e nel ‘600 vennero aggiunti  gli oratori  dedicati a Sant’Andrea, Santa Barbara e Santa Silvia. Come molti oratori a Roma nascondono all’interno veri capolavori pittorici: nel nostro caso affreschi del Domenichino, Lanfranco, Pomarancio e Guido Reni.

 

Leggi tutto

6 maggio 2018

Villa Adriana: immersione totale tra natura e archeologia

ninfeo di villa adriana

Villa Adriana a Tivoli

Villa Adriana a Tivoli: la dimora di un imperatore che scelse di vivere lontano da Roma.
Approfitteremo dei grandiosi resti per respirare l’aria dei fasti di una vita da re!
L’ atrio, il tablinio,  i ninfei,  i padiglioni e i giardini  ma soprattutto la vastità ci faranno capire molto della vita, le abitudini i piaceri dell’antica Roma.

Leggi tutto

13 maggio 2018

Pompei e le nuove aperture

Pomepi-Domus con impluvium pavimento a mosaico e in fondo edicola

Domus Pompei

Pompei: Il 2017 è stato un grande anno!
Hanno aperto numerose domus e noi cercheremo di vederle tutte.
Grazie alla Mostra allestita all’interno degli Scavi inoltre, avremo anche la possibilità di ammirare arredi e gioielli nonchè gli affreschi che decoravano alcune delle domus.
Il pranzo è al sacco e si svolgerà all’interno degli Scavi.
All’interno degli Scavi c’è Autogrill.

Leggi tutto

29 giugno 2018

Matera: sassi, grotte, chiese rupestri

Matera vista da una grotta

Matera è nata quando le prime popolazioni, nel paleolitico, si sono insediate nelle grotte che il territorio offriva.
Nel tempo si è creata un’intera città scavata nella roccia, con strade che sono tetti e porte che costituivano l’unica fonte di aria e di luce.
Un luogo che dal degrado, grazie al risanamento e ad un attento restauro, si è trasformato in un esempio tangibile di evoluzione architettonica e paesaggistica.
Il sistema abitativo si articola lungo il pendio creando uno scenario urbano  di incomparabile bellezza.
La città è divisa in tre parti che si fondono tra loro: il sasso Barisano a nord, il Caveoso a sud con al centro il Piano dove nel XIII sec. è stata edificata la cattedrale.
Certamente è uno dei luoghi da vedere almeno una volta nella vita per essere trasportati in un mondo che oggi potremmo percepire come irreale!

Venerdì 29 Giugno:  Venosa e arrivo a Matera
Sabato 30 Giugno:  Parco della Murgia chiese rupestri e sassi: in una parola Matera
Domenica 1 Luglio:  Cripta del peccato originale e rientro a Roma

Details »

Leggi tutto