13 Settembre 2019 - Milano con Cenacolo di Leonardo da Vinci

Non è che dalle cuspidi amorose
crescano i mutamenti della carne,
Milano benedetta
Donna altera e sanguigna
con due mammelle amorose
pronte a sfamare i popoli del mondo,
Milano dagli irti colli
che ha veduto qui
crescere il mio amore
che ora è defunto.
Milano dai vorticosi pensieri
dove le mille allegrie
muoiono piangenti sul Naviglio. (Alda Merini)

 

 

Venerdì      13 Settembre: Castello sforzesco e “Ultima Cena” di Leonardo da Vinci
Sabato        14 Settembre:  Sant’Ambrogio, San Lorenzo e Navigli
Domenica  15 Settembre: Brera e Duomo


Venerdì 13 Settembre

Appuntamento ore 14 in Hotel.
Prenderemo insieme la Metro che ci porterà al Castello Sforzesco. Il castello è stato costruito nella seconda metà del trecento dai Visconti ma è con gli Sforza che gode di maggior prestigio, quando Ludovico il Moro fa arrivare alla sua corte i più grandi artisti del tempo tra cui il Bramante e Leonardo.
Al suo interno, oltre ad ammirare la straordinaria Pietà Rondinini di Michelangelo, avremo modo di iniziare a calarci nel complesso mondo leonardesco grazie alla mostra allestita per l’occasione. Di recente è stato svelato l’intervento di Leonardo in una delle sale del Castello.
Santa Maria delle Grazie è voluta da Ludovico il Moro per adeguarsi alle corti più ricche d’Italia con un monumento degno per stile e grandezza. Siamo in pieno Rinascimento e il nuovo stile imperversava ovunque!E’ qui, nella parete del refettorio del convento, che Leonardo dipinse alla fine del ‘400 la famosa “Ultima cena” in una tecnica mista a secco che purtroppo ha dato molti problemi!D’altra parte Leonardo amava la perfezione e procedeva con ritocchi continui per cui l’affresco non poteva certo essergli congeniale!
Rientro in Hotel
Cena in Ristorante

 

 


Sabato 14 Settembre

Ci sposteremo insieme con la Metro per arrivare nella zona delle Basiliche.La Basilica di Sant’Ambrogio è la maggiore espressione di romanico lombardo e al suo interno potremo ammirare il paliotto dell’altare maggiore del IX secolo interamente d’oro: un vero capolavoro d’arte carolingia!
Alla fine della nostra passeggiata una fila di colonne ci porterà indietro nel tempo per ricordarci che Milano è stata la capitale dell’impero romano d’Occidente a cavallo tra IV e V sec. E’ a questo periodo che risale la basilica di San Lorenzo: la più antica basilica a pianta centrale d’Italia, modello per San Vitale a Ravenna.Una pausa pranzo più lunga permetterà a chi vuole fare shopping di scatenarsi! Sarà necessario prendere la metro gialla e in una fermata si è a via Montenapoleone!
Coloro che amano camminare invece potranno arrivare a piedi ai Navigli scoprendo angoli nascosti e cominciando ad immergersi nell’atmosfera della “Milano da bere”.Volendo abbiamo anche il folklore di un  mercato coperto dove il pescivendolo fa street food.
Alle 17 ci troveremo tutti a Porta Ticinese, per scoprire il meglio dei Navigli ed entrare nel mondo di una poetessa milanese dei nostri tempi, la “diversa e sfortunata” Alda Merini.
Rientro in Hotel
Cena in Ristorante

 

 

 


Domenica 15 Settembre

La Pinacoteca di Brera è uno scrigno che racchiude capolavori da capogiro! La Pietà di Giovanni Bellini e il Cristo Morto del Mantegna; lo Sposalizio della Vergine di Raffaello e la Pala Montefeltro di Piero della Francesca; la Cena in Emmaus di Caravaggio e il Bacio di Hayez.
Il nuovo allestimento renderà la visita allettante anche per chi ha già visitato questo luogo straordinario. Proseguendo verso il Duomo toccheremo sicuramente la Galleria e qualche altro luogo significativo.
Il Duomo, simbolo di Milano, è sicuramente il monumento che tutti associamo al gotico italiano. La prima pietra venne posta nel 1386 ma è solo con Napoleone  che vede la fine con la costruzione delle ultime guglie e della facciata.
Abbagliati dall’esuberanza dell’esterno, quando entreremo saremo sicuramente colpiti dall’ampiezza colossale dello spazio interno che s’innalza su 52 pilastri a fascio.
Per la sua costruzione fu convocata una commissione internazionale ma presto gli esperti italiani e d’oltralpe arrivarono al conflitto aperto! Alle regole rigide dei francesi gli italiani anteponevano la loro conoscenza tecnica  e artistica, soprattutto volevano superare gli errori di Notre-Dame creando una struttura più larga e luminosa.
A quanto pare ci sono riusciti e nonostante il rimprovero di Mignot che prima di lasciare il cantiere disse: “ars sine scientia nihil est” … il Duomo è sempre in piedi!
Rientro in Hotel per recuperare il bagaglio e rientro a Roma

 

Il programma potrebbe subire modifiche in corso di svolgimento per motivi organizzativi

La quota a persona è di  348 €

La partenza sarà confermata al raggiungimento del numero minimo di partecipanti

 

                 


                                                     

 

La Quota comprende

  •  Sistemazioni hotel ****Portello  in B&B e cene al ristorante Mes Amis
  • Sistema di amplificazione per un migliore ascolto
  • Assistenza per tutto il viaggio di un accompagnatore da Roma
  • Visite guidate a cura di una storica dell’Arte specializzata ed esperta
  • Assicurazione viaggio

 

La Quota non comprende

 

  • Viaggio e biglietti metro
  • Supplemento singola: 43 € a notte
  • Bevande a cena (al di fuori di quelle previste)
  • Biglietti: 12 € Cenacolo; 10 € Castello Sforzesco; 14 € Brera (compresa prenotazione); 3 € Duomo
  • Tessera Associativa dell’anno in corso (4 €)
  • Assicurazione annullamento viaggio: 18 €; annullamento con singola 20 €; Eventuali mance
  • Quanto non espressamente indicato alla voce “La quota comprende”

 

 Prenotazioni entro il 22 Giugno con il versamento di un acconto di 100 €

 

L’Hotel Portello si trova sulla metro Lilla (direzione San Siro, fermata Portello)
Il ristorante si trova a 2 fermate Metro dall’Hotel.
Si consiglia appena arrivati a Milano di acquistare i biglietti giornalieri in modo da avere corse illimitate.

 


 

Nessun commento »

Lascia un commento

26 Ottobre 2019

Cimitero Acattolico (lista d’attesa)

La scultura dell' angelo del dolore al Cimitero Acattolico

Angelo del dolore – Cimitero Acattolico

Il Cimitero Acattolico è un luogo della memoria, ma in questo caso un luogo particolare perchè vi riposano coloro ai quali le leggi dello Stato Pontificio non consentivano di essere sepolti dentro le mura di Roma.
All’ombra di pini, cipressi, mirti e allori, riposano le anime di tutti quei non-cattolici illustri morti a Roma tra il XVIII e il XX secolo. Vi sono sepolti il fisico Pontecorvo e Antonio Gramsci, John Keats, Percy Shelley. Molte delle lapidi sono dei veri e propri lavori d’arte, molte storie sono struggenti. In prossimità della Piramide Cestia e a ridosso delle Mura, tra sempreverdi e cespugli in fiore, grazie anche alle sue dimensioni ridotte ci troveremo in un luogo davvero suggestivo, un angolo di pace dove ci si può sedere a riflettere… o ascoltare.
Adesso per chi ama Camilleri c’è la possibilità di rendere omaggio anche al famoso scrittore dei nostri tempi!

Leggi tutto

2 Novembre 2019

Roma Pitagorica: Passeggiata esoterica

Roma pitagorica: l’energia magica del numero che si fa ritmo, proporzione e musica!
La piazza del Campidoglio la conosciamo tutti: già al tempo degli Etruschi e Romani era il luogo più sacro.
Michelangelo nella sua sistemazione non poteva ignorare tutto ciò e l’ovale che contiene la stella a 12 punte non è solo una pura decorazione.
Un itinerario alla scoperta della sapienza pitagorica che dall’antico Oriente attraversa la cultura magico-ermetica europea e che troviamo a roma nella zona di Largo Argentina e nel Pantheon.

 

Leggi tutto

3 Novembre 2019

Villa Adriana: immersione totale tra natura e archeologia

ninfeo di villa adriana

Villa Adriana a Tivoli: la dimora di un imperatore che scelse di vivere lontano da Roma.
Approfitteremo dei grandiosi resti per respirare l’aria dei fasti di una vita da re!
L’ atrio, il tablinio,  i ninfei,  i padiglioni e i giardini  ma soprattutto la vastità ci faranno capire molto della vita, le abitudini i piaceri dell’antica Roma.

Leggi tutto

3 Novembre 2019

La Cripta dei Cappuccini: l’ossario barocco

La cripta dei Cappuccini

La cripta dei Cappuccini di via Veneto riserva grandi sorprese!
Santa Maria della Concezione è conosciuta a Roma come la chiesa dei Cappuccini: una chiesa semplice, ad una navata, ma che risplende per i capolavori pittorici di Guido Reni, Pietro da Cortona e Domenichino.
Ma ciò che la rende  famosa è la sua cripta decorata con le ossa di almeno 4000 frati.
E’ il Barocco che glorifica la Morte quale chiave di meditazione sulla vita e nella cripta ossario troviamo il trionfo di questo concetto.
Troviamo orologi e farfalle clessidre, tutti simboli legati al trapasso
e dal soffitto pendono lampadari fatti con falangi e coccigi e la decorazione di ogni cappella è caratterizzata dall’uso prevalente di un osso in particolare, così abbiamo la cappella delle tibie, quella dei bacini, quella dei teschi ecc.
La cripta ormai riorganizzata in museo ha anche un ospite d’onore il “San Francesco in meditazione” di Caravaggio

Leggi tutto

9 Novembre 2019

“Bacon, Freud e la scuola di Londra” al chiostro del Bramante

Bacon, Freud e la scuola inglese

“Bacon, Freud e la Scuola di Londra”al Chiostro del Bramante. Una mostra straordinaria e incredibilmente attuale! Artisti nati nella prima metà del ‘900 che dipingono una realtà fatta di debolezze, fragilità ma anche debolezze e miserie degli anni della guerra e dopoguerra.
Bacon arriva dall’Irlanda rifiutato dal padre perché omosessuale, Lucien Freud e Auerbach scappano dalla Germania nazista, Rego lascia adolescente il Portogallo governato dalla dittatura di Salazar, Kossof è nato a Londra ma è figlio di ebrei russi, Andrews viene dalla Norvegia e trova in Freud il suo maestro: Londra è il luogo dove trovano rifugio e la libertà di esprimersi!

Leggi tutto

10 Novembre 2019

Impressionisti segreti: Mostra a Palazzo Bonaparte

“Impressionisti segreti” è la prima mostra organizzata nel nuovo spazio espositivo ricavato nel grande Palazzo Bonaparte restaurato dalle “Generali”.
Il supporto di Arthemisia, nota organizzatrice di mostre, ci rassicura sulla qualità espositiva.
I nomi sono noti: Monet, Pissarro, Renoir, Caillebotte, Zandomeneghi, Morisot, Gauguin e altri.
Le opere invece pare non siano note: saremo piacevolmente sorpresi da dipinti appartenenti a collezioni private, e quindi poco conosciuti, alcuni sicuramente mai visti!

Leggi tutto

15 Novembre 2019

Genova sconosciuta ed esclusiva ( viaggio confermato, pochi posti rimasti)

 

Genova dal 14 Agosto 2018 viene collegata ad un ponte: un evento triste che non va dimenticato.
Genova però è una città straordinaria con il fascino delle città di mare e quindi divisa tra vita portuale e attività mondana, tra vicoli malfamati e Palazzi nobiliari.
Dal Porto si diramano a pettine i caratteristici vicoli, stretti…molto stretti, pensati per potersi difendere meglio dalle incursioni dei pirati. Sono i vicoli cantati da De Andrè nel cuore della città vecchia.
Una scoperta sono i palazzi nobiliari: Rubens ne rimase così colpito da sentire la necessità di descriverli in un libro!
Palazzi straordinari, riccamente decorati e organizzati in maniera così efficiente  che dalla fine del ‘500 il Governo li utilizzò per ospitare personaggi illustri in visita: presero il posto degli Hotel di cui la città era carente.
Alcuni di questi Palazzi sono stati trasformati in musei, altri sono ancora privati: noi visiteremo quelli PRIVATI.
Una Genova sconosciuta, con aperture solo per noi e una cena di gala in un Palazzo del cinquecento.


Details »

Leggi tutto

23 Novembre 2019

Ipogeo di via Livenza (permesso speciale: visita per sole 10 persone)

ipogeoVia Livenza

Ipogeo di Via Livenza: una sorpresa in mezzo alle case!
Collocato in una zona dove i ritrovamenti sono prettamente cimiteriali spicca per non essere legato all’uso funebre. Completamente affrescato ha suscitato immediatamente grande interesse. Sulla datazione gli studiosi concordano, IV sec. d. C., sulla funzione invece il dibattito è aperto. La vasca ha fatto pensare ad un luogo di culto dedicato alle acque come quello in cui si riunivano i seguaci della setta mistica che venerava la dea Cotys. Durante le cerimonie sacre a carattere orgiastico si praticava un bagno rituale in acqua fredda al fine di provocare lo shock dell’estasi.
C’è anche una versione molto più prosaica!

Leggi tutto

23 Novembre 2019

Necropoli ostiense e Basilica di S. Paolo

L’Apostolo Paolo fu sepolto in una necropoli in quanto cittadino romano. La necropoli accanto alla chiesa oltre ad essere famosa per la tomba del Santo testimonia il graduale passaggio dal rito dell’incinerazione a quello dell’inumazione tra il II e il III secolo d.C.
La tomba, meta di pellegrinaggi e preghiere vide una prima chiesetta per poi lasciare il posto alla grande basilica.
I Papi amarono molto questa chiesa, lo dimostra il fatto che  fu costantemente restaurata e abbellita. Notevoli affreschi e straordinari mosaici la rendono grandiosa.
Anche Arnolfo di Cambio nella fine del ‘200 passerà da qui per lasciare uno splendido capolavoro: il ciborio
Il candelabro poi è una meraviglia assoluta, una vera colonna onoraria, ornata tutta intorno da bassorilievi di stile romanico ispirati alla decorazione dei sarcofagi e che esprimono le storie del nuovo Testamento. 

 

 

Leggi tutto

24 Novembre 2019

Pompei e Santorini: mostra alle Scuderie del Quirinale

Per la prima volta varcheranno i confini della Grecia i reperti provenienti dagli scavi di Akrotiri, fiorente città portuale sull’isola di Santorini seppellita da un’eruzione nel 1628 A.C. In questa mostra saranno messi a confronto con alcune delle più emblematiche vestigia di Pompei, travolta da un’identica fine nel 79 d.C., circa 1700 anni dopo. Due città accomunate dalla stessa, repentina fine: la furia di un vulcano.
Il percorso espositivo sarà punteggiato da opere di artisti moderni e contemporanei (tra cui Turner, Renato Guttuso, Andy Warhol e Alberto Burri),  per evidenziare quanto la riscoperta delle città sepolte abbia influenzato gli artisti di ogni epoca.

Quote

 

Leggi tutto

30 Novembre 2019

Le luci di Salerno e Paestum con biglietto d’ingresso gratuito

 

Anche quest’anno le luci d’Artista renderanno Salerno un luogo fantastico, fiabesco e spettacolare!
Salerno è anche una città dalle origini antiche e non andremo solo per vicoletti alla ricerca delle luminarie più belle: la nostra priorità sarà scoprirne le origini e i tesori nascosti.
Nel complesso di San Pietro a Corte troviamo le tracce di Arechi II re dei Longobardi che per sfuggire a Carlo Magno fece di Salerno la sua nuova corte.
Il Duomo, realizzato sotto il Normanno Roberto il Guiscardo nell’XI sec., che ha ancora il portale fuso nel 1090 a Costantinopoli!
Dopo una ricca colazione a Castellabate piccolo borgo reso celebre dal film “Benvenuti al sud” proseguiremo per Paestum dove uno straordinario Museo e dei templi imponenti ci lasceranno un ricordo indelebile di questi 2 giorni !
 Sabato 30 Novembre : Salerno con le luci
Domenica 1 Dicembre: Paestum con Sara


Details »

Leggi tutto

14 Dicembre 2019

Impressionisti segreti: Mostra a Palazzo Bonaparte

“Impressionisti segreti” è la prima mostra organizzata nel nuovo spazio espositivo ricavato nel grande Palazzo Bonaparte restaurato dalle “Generali”.
Il supporto di Arthemisia, nota organizzatrice di mostre, ci rassicura sulla qualità espositiva.
I nomi sono noti: Monet, Pissarro, Renoir, Caillebotte, Zandomeneghi, Morisot, Gauguin e altri.
Le opere invece pare non siano note: saremo piacevolmente sorpresi da dipinti appartenenti a collezioni private, e quindi poco conosciuti, alcuni sicuramente mai visti!

Leggi tutto