13 Settembre 2019 - Milano con Cenacolo di Leonardo da Vinci

Non è che dalle cuspidi amorose
crescano i mutamenti della carne,
Milano benedetta
Donna altera e sanguigna
con due mammelle amorose
pronte a sfamare i popoli del mondo,
Milano dagli irti colli
che ha veduto qui
crescere il mio amore
che ora è defunto.
Milano dai vorticosi pensieri
dove le mille allegrie
muoiono piangenti sul Naviglio. (Alda Merini)

 

 

Venerdì      13 Settembre: Castello sforzesco e “Ultima Cena” di Leonardo da Vinci
Sabato        14 Settembre:  Sant’Ambrogio, San Lorenzo e Navigli
Domenica  15 Settembre: Brera e Duomo


Venerdì 13 Settembre

Appuntamento ore 14 in Hotel.
Prenderemo insieme la Metro che ci porterà al Castello Sforzesco. Il castello è stato costruito nella seconda metà del trecento dai Visconti ma è con gli Sforza che gode di maggior prestigio, quando Ludovico il Moro fa arrivare alla sua corte i più grandi artisti del tempo tra cui il Bramante e Leonardo.
Al suo interno, oltre ad ammirare la straordinaria Pietà Rondinini di Michelangelo, avremo modo di iniziare a calarci nel complesso mondo leonardesco grazie alla mostra allestita per l’occasione. Di recente è stato svelato l’intervento di Leonardo in una delle sale del Castello.
Santa Maria delle Grazie è voluta da Ludovico il Moro per adeguarsi alle corti più ricche d’Italia con un monumento degno per stile e grandezza. Siamo in pieno Rinascimento e il nuovo stile imperversava ovunque!E’ qui, nella parete del refettorio del convento, che Leonardo dipinse alla fine del ‘400 la famosa “Ultima cena” in una tecnica mista a secco che purtroppo ha dato molti problemi!D’altra parte Leonardo amava la perfezione e procedeva con ritocchi continui per cui l’affresco non poteva certo essergli congeniale!
Rientro in Hotel
Cena in Ristorante

 

 


Sabato 14 Settembre

Ci sposteremo insieme con la Metro per arrivare nella zona delle Basiliche.La Basilica di Sant’Ambrogio è la maggiore espressione di romanico lombardo e al suo interno potremo ammirare il paliotto dell’altare maggiore del IX secolo interamente d’oro: un vero capolavoro d’arte carolingia!
Alla fine della nostra passeggiata una fila di colonne ci porterà indietro nel tempo per ricordarci che Milano è stata la capitale dell’impero romano d’Occidente a cavallo tra IV e V sec. E’ a questo periodo che risale la basilica di San Lorenzo: la più antica basilica a pianta centrale d’Italia, modello per San Vitale a Ravenna.Una pausa pranzo più lunga permetterà a chi vuole fare shopping di scatenarsi! Sarà necessario prendere la metro gialla e in una fermata si è a via Montenapoleone!
Coloro che amano camminare invece potranno arrivare a piedi ai Navigli scoprendo angoli nascosti e cominciando ad immergersi nell’atmosfera della “Milano da bere”.Volendo abbiamo anche il folklore di un  mercato coperto dove il pescivendolo fa street food.
Alle 17 ci troveremo tutti a Porta Ticinese, per scoprire il meglio dei Navigli ed entrare nel mondo di una poetessa milanese dei nostri tempi, la “diversa e sfortunata” Alda Merini.
Rientro in Hotel
Cena in Ristorante

 

 

 


Domenica 15 Settembre

La Pinacoteca di Brera è uno scrigno che racchiude capolavori da capogiro! La Pietà di Giovanni Bellini e il Cristo Morto del Mantegna; lo Sposalizio della Vergine di Raffaello e la Pala Montefeltro di Piero della Francesca; la Cena in Emmaus di Caravaggio e il Bacio di Hayez.
Il nuovo allestimento renderà la visita allettante anche per chi ha già visitato questo luogo straordinario. Proseguendo verso il Duomo toccheremo sicuramente la Galleria e qualche altro luogo significativo.
Il Duomo, simbolo di Milano, è sicuramente il monumento che tutti associamo al gotico italiano. La prima pietra venne posta nel 1386 ma è solo con Napoleone  che vede la fine con la costruzione delle ultime guglie e della facciata.
Abbagliati dall’esuberanza dell’esterno, quando entreremo saremo sicuramente colpiti dall’ampiezza colossale dello spazio interno che s’innalza su 52 pilastri a fascio.
Per la sua costruzione fu convocata una commissione internazionale ma presto gli esperti italiani e d’oltralpe arrivarono al conflitto aperto! Alle regole rigide dei francesi gli italiani anteponevano la loro conoscenza tecnica  e artistica, soprattutto volevano superare gli errori di Notre-Dame creando una struttura più larga e luminosa.
A quanto pare ci sono riusciti e nonostante il rimprovero di Mignot che prima di lasciare il cantiere disse: “ars sine scientia nihil est” … il Duomo è sempre in piedi!
Rientro in Hotel per recuperare il bagaglio e rientro a Roma

 

Il programma potrebbe subire modifiche in corso di svolgimento per motivi organizzativi

La quota a persona è di  348 €

La partenza sarà confermata al raggiungimento del numero minimo di partecipanti

 

                 


                                                     

 

La Quota comprende

  •  Sistemazioni hotel ****Portello  in B&B e cene al ristorante Mes Amis
  • Sistema di amplificazione per un migliore ascolto
  • Assistenza per tutto il viaggio di un accompagnatore da Roma
  • Visite guidate a cura di una storica dell’Arte specializzata ed esperta
  • Assicurazione viaggio

 

La Quota non comprende

 

  • Viaggio e biglietti metro
  • Supplemento singola: 43 € a notte
  • Bevande a cena (al di fuori di quelle previste)
  • Biglietti: 12 € Cenacolo; 10 € Castello Sforzesco; 14 € Brera (compresa prenotazione); 3 € Duomo
  • Tessera Associativa dell’anno in corso (4 €)
  • Assicurazione annullamento viaggio: 18 €; annullamento con singola 20 €; Eventuali mance
  • Quanto non espressamente indicato alla voce “La quota comprende”

 

 Prenotazioni entro il 22 Giugno con il versamento di un acconto di 100 €

 

L’Hotel Portello si trova sulla metro Lilla (direzione San Siro, fermata Portello)
Il ristorante si trova a 2 fermate Metro dall’Hotel.
Si consiglia appena arrivati a Milano di acquistare i biglietti giornalieri in modo da avere corse illimitate.

 


 

Nessun commento »

Lascia un commento

17 Luglio 2020

Passeggiata serale: Riti magici e scaramantici

Riti magici e gesti scaramantici

Passeggiata serale  “rallegrati” da riti magici, gesti scaramantici, paura delle maledizioni hanno accompagnato l’umanità praticamente da sempre. Quando le certezze e le conoscenze erano limitate, l’uomo ha cercato di trovare conforto nonchè il modo di contrastare gli eventi tramite la magia . In una città antica come Roma è inevitabile la proliferazione di sortilegi, riti e gesti scaramantici, alcuni dei quali sono sopravvissuti fino ai nostri giorni. Esistono ancora oggi luoghi legati ad incantesimi: basta solo conoscerli per ottenere quasi tutto ciò che si desidera. All’insegna del “Non è vero…ma ci credo” andremo insieme a cercarli in una passeggiata che unisce al “piacevole” la storia e la leggenda  senza dimenticare l’arte dei luoghi toccati!

Leggi tutto

18 Luglio 2020

Passeggiata: Il Gianicolo al tramonto

Passeggiata sul Gianicolo al tramonto

Una passeggiata al Gianicolo: suggestiva per i contenuti e per la posizione panoramica.
Un viaggio nel tempo che toccherà l’antichità per arrivare al Risorgimento!
Inizieremo da uno degli affacci più rinomati di Roma, quello del Gianicolo.
Non siamo su uno dei sette colli ma il luogo che fu teatro della resistenza dei Garibaldini in difesa di Roma: vi troneggiano le imponenti statue di Garibaldi e Anita, oltre ai vari busti marmorei dedicati agli altri eroi.  La nostra passeggiata ci condurrà davanti ad una delle Mostre più scenografiche di Roma: la fontana dell’Acqua Paola.

Leggi tutto

24 Luglio 2020

Spiriti Medium e misteriose presenze: Passeggiata esoterica

Spiriti medium e misteriose presenze

Spiriti, Medium e misteriose presenze tra Massoneria e Futurismo nella Roma del primo ‘900
Un percorso tra letteratura e poesia alla ricerca di luoghi, edifici e personaggi legati a misteriosi eventi.  Roma diventa il centro di pratiche spiritiche con Medium e spiriti che affollano i salotti “bene”. Il fascino dello spiritismo si coniuga così con le magiche atmosfere nelle quali prende corpo la visionarietà poetica e medianica.
Una passeggiata fortemente “evocativa”dove incontreremo i locali, le vie e le abitazioni dei protagonisti della cultura esoterico-artistica romana

Leggi tutto

26 Luglio 2020

Val Venosta…eccellenze romaniche immerse nel verde (viaggio confermato, prenotazioni a prezzo ridotto ancora aperte)

Domenica 26 Luglio: Arrivo a Bolzano, pranzo e trenino per Malles
Lunedì 27 Luglio
: Abbazia di Marienberg ed escursione al Lago di Resia
Martedì 28 Luglio:
  Abbazia di Müstair, Glorenza, Burgusio
Mercoledì 29 Luglio:  Malles – Merano in bici e visita di Merano
Giovedì 30 Luglio: Castello di Churburg ed escursione facile
Venerdì 31 Luglio: rientro a Roma

Una valle raccolta dove arte natura e buon cibo si coniugano alla perfezione.

Una vacanza lontani da tutti e da tutto, immersi nella natura per rilassarci dopo un inverno “impegnativo” con rigeneranti passeggiate e con la  spiritualità dell’arte romanica e carolingia

Questi luoghi sono famosi per le montagne certo ma la qualità di alcuni insediamenti artistici ci ricorda che  già al tempo di Carlo Magno questa zona era un luogo privilegiato.

Müstair (in Svizzera) era una meta per coloro che, provenendo dal nord Europa, si recavano a Le Puy: punto di partenza di un ramo del Cammino di San Giacomo verso Santiago de Compostela.
Glorenza mantiene intatto il fascino del medioevo dal momento che non si è più costruito oltre le mura medievali!
L’hotel offre ogni confort, cibo bio e ci coccola con torte e tè pomeridiano.

 

Domenica 26 Luglio: Arrivo a Bolzano, pranzo e trenino per Malles
Lunedì 27 Luglio
: Abbazia di Marienberg ed escursione al Lago di Resia
Martedì 28 Luglio:
  Abbazia di Müstair, Glorenza, Burgusio
Mercoledì 29 Luglio:  Malles – Merano in bici e visita di Merano
Giovedì 30 Luglio: Castello di Churburg ed escursione facile
Venerdì 31 Luglio: rientro a Roma

 

 


Details »

Leggi tutto

1 Agosto 2020

Le Cortigiane “oneste”: Passeggiata serale

Le Cortigiane oneste

Le Cortigiane Oneste erano le cortigiane di una certa classe: colte, raffinate e spesso ricche. Nel Cinquecento Roma era già chiamata “terra di donne”. Vi giungevano da ogni parte d’Italia e anche dall’estero, giovanissime, di piacevole aspetto, accompagnate dalle rispettive madri che ne gestivano l’avvenenza, scegliendo ricchi clienti tra i rampolli delle casate dell’Urbe e con essi la certezza di poter condurre una vita agiata.
In una frizzante passeggiata che da Piazza Farnese ci porterà alla chiesa di Sant’ Agostino, scopriremo fatti e “fattacci” della corte papale del Rinascimento.

 

 

Leggi tutto

6 Agosto 2020

Passeggiata serale: Fantasmi!

Una passeggiata ad alto profilo culturale, che sicuramente ci indurrà a meditare ogni qualvolta ci sentiremo sfiorare da un soffio di vento gelido:  perchè?
Perchè il vento freddo  è sintomo di FANTASMA!
Scopriremo i vicoli e gli angoli dove si celano, appaiono, bivaccano: e se in questa passeggiata non riusciremo a vederli, dal momento che ormai sapete dove trovarli, potrete riprovare in ore e tempi più appropriati. Incontreremo personaggi noti e meno noti: Beatrice Cenci, Mastro Titta, i diavoli del Pantheon, la carrozza infuocata di donna Olimpia e tanto altri, ma soprattutto passeremo un paio d’ ore  in “piacevole” compagnia.
La passeggiata è tutta in esterna non si entra dentro Castel S. Angelo)

Leggi tutto

22 Agosto 2020

Arte formaggio e vino tra Pienza e Montalcino

 

Due giorni in val D’Orcia dove convivono eccellenze mondiali.
Il vino nobile di Montepulciano è uno dei più antichi d’Italia e il Brunello, invenzione dei Biondi Santi,  è il vino più conosciuto al mondo.
Plinio il Vecchio ci racconta che gli Etruschi facevano un ottimo pecorino: in particolare quello delle crete senesi che secoli dopo ha apprezzato anche Lorenzo il Magnifico. E’ quello che è poi diventato il pecorino di Pienza…provare per credere: è diverso da tutti gli altri!
E che dire di Pienza ? Ridisegnata secondo armonie proporzionali del Rinascimento da un Papa illuminato e amante di un sogno: la città ideale.
Altra meraviglia è l’abbazia di Sant’Antimo dove l’influenza francese arricchendola con lo straordinario deambulatorio l’ha resa unica.

 

 Sabato 22 Agosto:  Montepulciano e Pienza
Domenica 23 Agosto: Montalcino, Cantina dei Barbi e San’Antimo


Details »

Leggi tutto

4 Settembre 2020

Trieste


L’Italia ha città splendide e Trieste è una di queste.
Tutti la conosciamo come la città di Svevo e Saba ma anche Joyce vi trascorse molti anni. Sono tanti i caffè in cui gli scrittori amavano rifugiarsi: caffè storici impreziositi dall’arredo in stile liberty dove si respira ancora l’atmosfera di un tempo.
A poca distanza da Trieste troviamo alcuni piccoli insediamenti dove “piccoli” è riferito solo al numero di abitanti: sono luoghi grandiosi per bellezza, storia e fascino!
Palmanova, la città fortezza dalla pianta a stella, è un esempio di città ideale rinascimentale.
Grado è una cittadina balneare ma nasconde nel suo duomo trecentesco alcuni mosaici e capitelli d’eccezione.
Aquileia importante città romana conserva dei mosaici paleocristiani che per grandezza e qualità non hanno rivali.

 


Details »

Leggi tutto