.

Capodanno tra "mare e cielo" (viaggio confermato, si è liberata una camera) - visite guidate a Roma - Miramuseo.com

30 Dicembre 2022 - Capodanno tra “mare e cielo” (viaggio confermato, si è liberata una camera)

Il mare d’inverno è romantico e ci riempie di nostalgia per l’estate!
I paesini delle Cinque terre con i loro colori caldi abbinati al clima mite del golfo e alla fresca brezza del mare ci permetteranno di iniziare il nuovo anno in pace con il mondo!
I Macchiaioli approdarono qui quando ancora non c’era la ferrovia, abbagliati dalla luce e dai colori della natura selvaggia: Signorini ci racconta che qui ha potuto misurarsi con un mare “diverso” quello che si scopre uscendo dalle “strette gole dei monti, dove un paese è come  piantato perpendicolarmente su dirupate scogliere”.
Un luogo dove i paesi sembrano in bilico sul mare o appaiono all’improvvisamente da un’insenatura abbaglianti come girandole al sole.
Montale  che trascorre a Monterosso l’infanzia  cita spesso i luoghi amati nelle sue poesie e camminando per i sentieri si può ancora percepire i profumi e le “evocazioni” del poeta.
Pernotteremo a Vernazza proprio nel cuore delle Cinque Terre,  nella piazzetta di fronte al porticciolo e con un po’ di fortuna faremo la prima colazione all’aperto guardando il mare .
Non ci faremo mancare un assaggio di archeologia con il museo di La Spezia, una “scarpinata” sul sentiero che ci porterà a Monterosso, una visitina a Genova e un tuffo tra il candore del marmo !


Venerdì 30 Dicembre
Partenza con il treno intercity delle 9:57
Arrivo a La Spezia alle ore 14:03. Si lasciano i bagagli alla Stazione e andiamo a goderci il centro di La Spezia ma soprattutto il Museo.
La Spezia si trova al centro si un golfo naturale che nell’800 era particolarmente apprezzato  non a caso ha assunto il nome di “golfo dei poeti”, particolarmente amato da Shelley a Byron e poi anche da Wagner.
E’ una città elegante con un bel lungomare e un porto naturale .
La nostra meta principale è il castello di San Giorgio dove ammireremo le statue-stele della lunigiana, rari esempi di una cultura che va dall’inizio dell’Eneolitico fino alla piena età del Ferro. Affascinanti nella loro essenzialità possono essere oggetto di una duplice interpretazione, sacra o profana: opere che ci introducono nel mondo variegato della cultura italica.

Rientro a Vernazza con il treno
Cena in Hotel


Sabato 31 Dicembre
Partenza per Carrara con il treno
Alla Stazione di Carrara ci verranno a prendere con le jeep per portarci alle cave di marmo.
Sono le cave più conosciute, rese famose da Michelangelo e sarà affascinante scoprire come si estrae e si trasporta il marmo, oggi e nei secoli passati; ci addentreremo nelle cave di Colonnata, Miseglia e Torano e naturalmente a Colonnata è d’obbligo una sosta per parlare della lavorazione del famoso lardo che da cibo povero e nutriente per i lavoratori è diventato un must della cultura gastronomica.
Rientro a Vernazza con il treno
Cenone di Capodanno


Domenica 1 Gennaio
Dopo una colazione tranquilla… da primo giorno dell’anno una bella escursione fino a Monterosso, baluardo estremo delle Cinque Terre.
Sono solo 4 Km. ma si scende e si sale…e qui si può proprio dire che il mondo è fatto a scale!
Ripide scalinate ci avvicinano e ci allontanano dalla costa, tra vigneti e terrazzamenti, ripide scogliere e oliveti, in un paesaggio da sogno.
Il percorso non è difficile ma faticoso proprio per la presenza delle scale e dei continui sali e scendi: si può fare, senza fretta, con le dovute soste… sicuramente gli scorci di costa che appaiono e scompaiono ai nostri occhi ci compenseranno dalla fatica. In alternativa si può arrivare a Monterosso con il treno.
disl.217m.; Lung. 4 Km; difficoltà EE Tempo: 3 ore circa. Obbligatorie scarpe da trekking. Vivamente consigliati i bastoncini.
Pranzo libero a Monterosso
Rientro con il treno a Vernazza e cena


Lunedì 2 Gennaio

Partenza per Genova con il treno.
Prima di lasciare la Liguria e dopo tanta natura  un giorno di pura arte con un tuffo tra i tesori del Duomo di San Lorenzo.
Vedremo la cattedrale dall’alto passando per il matroneo e ammireremo, tra le altre cose, uno straordinario catino di origine siriana realizzato tra il I e III sec. d.C. Per tanto tempo si è creduto che fosse di smeraldo ma il recente restauro che lo ha relegato a vetro non ne ha scalfito la preziosità dovuta in realtà all’elaborata esecuzione.  Il sacro catino è il Santo Graal?
Rientro a Vernazza con il treno e cena in Hotel

 


Martedì 3 Gennaio
Rientro a Roma
(volendo prima di partire possiamo completare la nostra conoscenza delle Cinque Terre con una passeggiata verso Corniglia)

Il programma potrebbe subire modifiche in corso di svolgimento per motivi organizzativi
Il viaggio sarà confermato al raggiungimento del numero minimo dei partecipanti

 

 

La quota a persona è di  826 €

L’acconto di 300 € dovrà essere versato entro l’8 Novembre 2022

 

                                                                       


La Quota comprende

  • Sistemazioni a Vernazza Hotel Gianni Franzi in HB
  • Sistema di amplificazione per un migliore ascolto
  • Assistenza per tutto il viaggio di un accompagnatore da Roma
  • Visita guidata a Genova da una storica dell’arte locale
  • Visita alle cave di Carrara in jeep
  • Assicurazione viaggio

La Quota non comprende

  • Viaggi in treno
  • Supplemento singola: 15 € a notte
  • Bevande a cena
  • Biglietti: 4 € Museo La Spezia;  10 € Polo di S Lorenzo; 8 € apertura straordinaria di Palazzo Lomellino.
  • Tessera Associativa del 2023 (5€)
  • Assicurazione annullamento viaggio:  66 € a persona; annullamento con singola 71€
  • Eventuali mance
  • Quanto non espressamente indicato alla voce “La quota comprende”

 


 

Nessun commento »

Lascia un commento

28 Gennaio 2023

Mercati di Traiano, l’elefante perduto e il colle della Velia

Tutti i romani appassionati di archeologia hanno sentito parlare della “Velia”, il colle alto circa 40 metri tra il Palatino e il colle Oppio.
Il colle era già stato un problema per l’edificazione del Foro di Traiano e già allora son intervenuti per ottenere lo spazio desiderato.
Nel 1932 con la volontà di creare un asse di congiunzione tra Piazza Venezia e il Colosseo il colle è stato smantellato. Gli scavi, avvenuti senza criterio hanno portato all’accumulo di materiali vari che sono stati stoccati in casse e conservati nei depositi.
Tra questi i resti fossili dell’elefante ritrovato alla base della collina.
La nostra archeologa è stata tra le prime a studiarlo…potete chiedere tutto ciò che volete !
Naturalmente la visita proseguirà tra i locali dei Mercati traianei.

Prenota subito | Leggi tutto

29 Gennaio 2023

Basilica di San Lorenzo

San Lorenzo un quartiere movimentato,  adesso evoca locali, aperitivi e movida…sicuramente ricorda un bombardamento !
Questa volta ci concentreremo sulla chiesa simbolo del quartiere: San Lorenzo .
La basilica sorge nel IV sec. sulla tomba del martire Lorenzo. si possono ancora ammirare le sapienti composizione marmoree dei maestri cosmateschi e i 2 amboni di origine greca ai lati.
La particolarità che la caratterizza però è la struttura; con le modifiche attuate da Onorio nel XIII sec. abbiamo il presbiterio ricavato dove prima era l’entrata. L’effetto del piano rialzato è decisamente notevole.
Il chiostro, tra i più antichi della città, è affascinante: colonne e capitelli sono semplici e lineari ma le pareti raccolgono frammenti di ogni tipo, dalle epigrafi a resti di sarcofagi.
Al quartiere daremo solo un fugace sguardo: un modo per inserire la nostra chiesa nella vita reale dal momento che la nostra archeologa a San Lorenzo ci abita!

Prenota subito | Leggi tutto

4 Febbraio 2023

Ara Pacis e la storia di Augusto

La costruzione dell’Ara Pacis fu voluta dal Senato romano nel 13 a.C. per onorare Augusto. Fu deciso di collocare il grande monumento accanto al Mausoleo e in prossimità del grande orologio solare: il Solarium Augusti.
L’Ara è costituita da un recinto quasi quadrato che si posa su basso podio e che cela al suo interno l’altare dove si celebravano i sacrifici.
La superficie del recinto presenta una raffinata decorazione a rilievo sia all’interno sia sulla parere esterna dove vediamo in basso elementi vegetali e in alto un complesso ciclo figurato.
Si vuole mettere in evidenza il rapporto tra Augusto e la Pax espresso come il rifiorire della terra sotto il dominio romano.
Con le visite al Mausoleo lo abbiamo spesso guardato dal basso e solo da un lato… questa volta lo ammireremo da vicino in tutto il suo splendore esecutivo: un’occasione per approfondire la figura di Augusto e tutta la sua famiglia.

 

 

Prenota subito | Leggi tutto

5 Febbraio 2023

Casino Massimo Lancellotti: Roma sconosciuta

Casino Lancellotti

Visiteremo una splendida palazzina nei pressi della Basilica di S. Giovanni in Laterano seminascosta tra i Palazzi che sorsero in zona nell’ 800. Oggi è sede della delegazione dei Francescani in Terra Santa ed è arricchita all’esterno da sculture antiche e decorazioni in stucco raffiguranti le aquile dei Giustiniani e le colombe dei Pamphilj.  All’interno abbiamo il più importante esempio dell’attività dei Nazareni a Roma:  i pittori dell’ Ottocento che si ispiravano al primo Rinascimento.
Questo gruppo di pittori affresca le sale con una pittura limpida e un cromatismo chiaro e brillante traendo ispirazione dalle note scene dei maggiori poemi della letteratura italiana: Divina Commedia, Orlando Furioso e Gerusalemme Liberata.
Una luogo tutto da scoprire!

Prenota subito | Leggi tutto

5 Febbraio 2023

Musei gratis: Galleria Barberini e la cappella di Carracci (posti esauriti)

La Galleria Barberini è uno dei musei più completi e ricchi di Roma: oltre allo stupendo salone con la volta affrescata da Pietro da Cortona vanta la Fornarina di Raffaello, la Giuditta di Caravaggio, Venere e Adone di Tiziano, il Ritratto di Enrico VIII di Holbein!
Adesso è arricchita dagli affreschi staccati della chiesa di S Giacomo a  Piazza Navona.
E’ l’ultimo lavoro di Annibale Carracci e quindi una grande testimonianza della pittura della sua maturità. Purtroppo si è ammalato e non ha potuto terminare l’opera ma aveva portato a termine tutti i disegni per cui poterono continuare i suoi allievi più fidati: Domenichino, Albani e Lanfranco.
La mostra che ha iniziato il suo percorso al Prado, oltre a raccogliere tutti gli affreschi rinvenuti, espone vari disegni preparatori.

 

Prenota subito | Leggi tutto

11 Febbraio 2023

Monte dei Cocci

Monte dei cocci a Testaccio

Il Monte dei cocci a Testaccio:  uno dei luoghi più caratteristici e amati di Roma!
Il Monte dei Cocci a Roma è molto famoso: come sappiamo la città non è formata solo dai sette colli ma è formata da tantissimi “Mons”.
Testaccio è una collina artificiale ottenuta esclusivamente dai frammenti o cocci (in latino “testae” da cui il nome Testaccio) di milioni di anfore usate per il trasporto delle merci che sbarcavano in epoca romana nel vicino porto fluviale. I cocci, trasportati su carri e scaricati da facchini si sono accumulati con ogni probabilità tra il periodo augusteo e la metà del III secolo d.C.,
Il quartiere è famoso anche per il “Ludus Testacciae” e per le feste medioevali dei tori e dell’albero della cuccagna si passerà poi ai banchetti gastronomici delle famose Ottobrate romane.

 

 

Prenota subito | Leggi tutto

11 Febbraio 2023

Dufy il pittore della gioia a Palazzo Cipolla

Riuscirà davvero il nostro pittore a darci due ore di pura gioia?
Vale la pena provare!
Raoul Dufy  nasce nel 1877 e fa in tempo a conoscere Monet e Pissarro, due maestri dell’Impressionismo ancora presenti nella Parigi di inizio secolo. Ben presto però si avvicina a Matisse e al movimento Fouve indirizzando la sua ricerca sul colore.
E’ proprio il colore e l’utilizzo della luce che diventano il suo punto di forza: elementi emblematici che caratterizzano le sue opere e strumenti per veicolare emozioni e stati d’animo.
Un pittore in cui la forma viene prima del contenuto ed è mosso dalla pura gioia del dipingere!
Le oltre 160 opere provengono da collezioni pubbliche e private e raccontano tutta la vita dell’artista .

Prenota subito | Leggi tutto

12 Febbraio 2023

Un giorno a Pompei: la casa dei Vettii appena aperta

Un giorno a Pompei per ammirare finalmente la casa dei Vettii riaperta dopo vent’anni di lavori!
La quantità e qualità degli affreschi le ha meritato l’appellativo di “cappella sistina di Pompei”…senza aspettarci cosi tanto merita sicuramente il viaggio!
Oltre ai vari ambienti tipici delle altre case è stato trovato un ambiente adiacente alla cucina, nel quartiere servile, decorato con quadretti erotici. Molto probabilmente era utilizzato per la prostituzione: era il padrone di casa che arrotondava cos’ le sue entrate?
La nostra visita naturalmente proseguirà con la ricerca anche di altre domus, cercando percorsi alternativi che ci porteranno a nuove scoperte di un sito sempre affascinante.

La Soprintendenza Speciale Per I Beni Archeologici Di Napoli E Pompei ci avverte che per imprevisti, è possibile che alcuni edifici siano aperti con orario ridotto o temporaneamente chiusi.

Prenota subito | Leggi tutto

18 Febbraio 2023

Basilica di S. Agnese e il Mausoleo di Santa Costanza

La martire Agnese, famosa per la sua morte nel circo agonale di Piazza Navona, trova sepoltura sulla via Nomentana. E’ qui che sorge una bellissima chiesa che ha mantenuto una magica suggestione medioevale grazie anche alle pregiate colonne di spoglio e all’impianto con il matroneo. Accanto alla chiesa, Costanza fece costruire un Mausoleo a pianta centrale, con i due spazi circolari concentrici, le colonne binate e i colorati mosaici. Un esempio destinato ad influenzare l’architettura medioevale non solo romana ma mondiale.

 

 

Prenota subito | Leggi tutto

18 Febbraio 2023

Van Gogh: Mostra a Palazzo Bonaparte (posti esauriti)

Van Gogh, un uomo tormentato che ha tentato di intraprendere la missione del predicatore ma non ha saputo salvare neppure se stesso!
E’ morto suicida a 37 anni dopo aver vissuto una vita travagliata che si riflette nelle sue pennellate intense.  Tutta la sua esistenza è segnata da esperienze forti e i frequenti episodi psicotici lo portarono alla solitudine allontanando i suoi amici pittori.
Consapevoli di questa situazione guardiamo i suoi dipinti con animo tormentato ma la forza delle sue immagini è talmente potente che non possiamo non assaporarne la bellezza, il tratto incisivo, i colori intensi… e siamo lì anche noi, avvolti nel turbinio della notte, incantati delle onde o immersi in quel campo di grano!
Per questa visita è previsto il pagamento anticipato.

Prenota subito | Leggi tutto

19 Febbraio 2023

Carnevale origini e feste: Passeggiata

Carnevale nel centro di Roma per rivivere gli antichi splendori e le origini.
Una passeggiata che ci farà vivere un po’ di atmosfera “goduriosa” conducendoci tra le vie che nel passato erano adibite ai divertimenti pubblici e facendoci scoprire quali erano i modi per festeggiare: dalla corsa dei  cavalli barberi alla festa dei moccoletti.
Saturnali e Baccanali non sono altro che suoi antenati; il detto “semel in anno licet insanire” era seguito alla lettera!
Era un periodo molto atteso per il popolo che poteva godere di sfilate, corse, festeggiamenti vari per una settimana intera! Unico neo: i festeggiamenti del carnevale erano soggetti al consenso del Papa che spesso li vietava!

 

Prenota subito | Leggi tutto

25 Febbraio 2023

Sotterranei a Trastevere: San Crisogono

Sotterranei di San Crisogono

Sotterranei a Trastevere: ogni rione di Roma ha i suoi sotterranei!
Roma offre molteplici esempi di stratificazioni e numerosi reperti che si nascondono sotto gli edifici!
Anche Trastevere ha i suoi sotterranei: una basilica paleocristiana con resti di affreschi e il vano battesimale di una tipologia particolare.  Siamo all’inizio del viale di Trastevere sotto una chiesa costruita prima del 499 e che vanta le 2 colonne in porfido più grandi di Roma, pavimento cosmatesco e catino absidale dell’ambito del Cavallini: si tratta di San Crisogono.

 

 

Prenota subito | Leggi tutto

4 Marzo 2023

Milano: mostra Bosch e Museo del 900 (viaggio confermato)

Come non approfittare della grande mostra di Jheronimus Bosch al Palazzo reale di Milano ?
Con l’occasione passeremo due giorni nella splendida città soggiornando a Brera per poter “respirare” l’eco della “Montmartre” milanese. Un luogo sempre molto “vivo”  che  divenne il centro del mondo variegato di pittori, scrittori, scultori e amanti dell’arte dopo l’istituzione dell’Accademia e della Pinacoteca, alla fine del XVIII secolo.
E’ qui che nasce la Scapigliatura, ed è qui che transitano i protagonisti del ‘900: Brera era un crogiolo di idee innovative in una Milano che cercava di stare al passo con i tempi.
Dal mondo di Brera al Museo del ‘900 il passo è breve… termineremo qui la nostra passeggiata!
Visiteremo anche un gioiello nascosto tra le vie del centro, la chiesa di San Maurizio, un tripudio di colori e decorazioni che ci prepara già alle visioni oniriche di Bosch.
Ceneremo in una trattoria storica la “Trattoria milanese dal 1933” dove tradizione e qualità si sposano in pieno!

 

Sabato  4 Marzo: Museo del ‘900 in piazza Duomo
Domenica  5 Marzo: Chiesa di San Maurizio e mostra di Bosch Details »

Prenota subito | Leggi tutto

21 Aprile 2023

Sicilia orientale

La Sicilia orientale è quella parte di isola che si affaccia verso il mar Ionio…quella sovrastata dall’Etna!
Il vulcano che incombe maestoso su tutta la piana attira continuamento lo sguardo di chi si trova nelle vicinanze regalando un continuo spettacolo con le sue eruzioni spettacolari.
La presenza del vulcano si percepisce su tutto il territorio circostante, non solo domina il paesaggio ma lo caratterizza e ridisegna. La lava con il suo colore caldo e scuro domina ovunque, anche a ridosso del mare, con una costa nera e scogliosa: quel paesaggio delineato dal gigante Polifemo che scaglia in mare grandi cime rocciose per ostacolare la fuga di Ulisse.
Naturalmente i faraglioni sono, a onor del vero, il frutto di una intensa attività vulcanica  ma a noi piacciono i miti, e quindi ci piace pensare ad Aci Trezza come Xiphonia  la città greca dove Virgilio ed Ovidio ambientarono la storia d’amore tra una ninfa chiamata Galatea ed un pastorello chiamato Aci.
Catania, Siracusa, Noto sono i centri più importanti di questa parte della Sicilia e li visiteremo con uno storico dell’Arte del luogo che ci permetterà di entrare anche nel vivo delle tradizioni e della cultura locale.
I miti, le origini e tutta la parte archeologica invece ce le godremo con Sara che a Siracusa ha scavato e che quindi ci renderà “viva” tutta l’area.
Non mancherà la ricerca della granita perfetta…a Palermo non è stata trovata, ma si sa non è il luogo dove cercarla.
In questa zona siamo più vicini a Messina, “epicentro” della granita e quindi, forse,  avremo la nostra granita doc! 🙂

Venerdì 21 Aprile: Arrivo a Catania Aeroporto.  Appuntamento alle ore 13:30 e spostamento in pullman a Catania città per un giro in centro. Arrivo in Hotel a Siracusa, sistemazione e cena.
Sabato 22 Aprile:
La Sicilia barocca: Siracusa e Noto. 
Domenica  23 Aprile:
Piazza Armerina.
Lunedì 24 Aprile: Escursione sull’Etna e Taormina.
Martedì 25 Aprile: Siracusa archeologica e il seppellimento della S. Lucia di Caravaggio
Mercoledì 26 Aprile : partenza per Catania con visita a Palazzo Biscari e nel pomeriggio aeroporto per rientro a Roma

 

 

 

 


Details »

Prenota subito | Leggi tutto

29 Giugno 2023

Vicenza e la fortuna del Palladio

La fortuna del Palladio è legata a Vicenza, la città dove conobbe il suo mentore e mecenate…ma adesso sicuramente  la fortuna di Vicenza è legata al Palladio|
Siamo nel Rinascimento, il periodo in cui la cultura classica è alla base di tutto e Palladio con le sue linee semplici, le proporzioni equilibrate e il recupero di Vitruvio è diventato famoso e ricercato.
Palladio ha progettato diverse ville, ognuna in armonia con la natura circostante: ne visiteremo alcune, scelte tra le più caratterizzanti.
A Vicenza oltre al Palladio entreremo nella “filosofia” di una città che ha istituito una  Confraternita per salvaguardare la ricetta del suo baccalà!
Ci fermeremo anche a Thiene dove potremo interrompere tanta “palladianità” con una visita al castello, unico esempio rimasto di villa pre-palladiana.

Giovedì 29 Giugno: Arrivo a Padova in treno e visita di Padova
Venerdì 30 Giugno:
 Vicenza … oltre il Palladio
Sabato 1 Luglio: Ville Palladiane e Castello di Thiene
Domenica 2 Luglio: La famosa Malcontenta e Villa Pisani; rientro a Roma in treno da Padova

Details »

Prenota subito | Leggi tutto