21 ottobre 2018 - Appartamenti privati dei Principi Doria Pamphili (Permesso Speciale)

Appartamenti privati dei Principi a Palazzo Doria Pamphilj in via del Corso: una visita che ci permette di entrare in una parte del Palazzo mai vista!
Il Palazzo è stato ampliato e decorato nella seconda metà del ‘700, quando i Pamphilj si unirono ai Doria.
Solo una parte del grande edificio è stata trasformata in Museo e aperto al Pubblico.
Il resto del Palazzo è occupato dagli appartamenti privati dei Principi: i discendenti della famiglia che qui hanno ancora la loro residenza.
Quando Andrea Doria giunse a Roma da Genova affidò la sistemazione del Palazzo all’architetto Nicoletti a cui si deve la coordinazione del gruppo di artisti e quindi l’omogeneità  del raffinato ciclo pittorico e degli ornamenti.

Il Palazzo è stato iniziato nel ‘400 ma il grosso della costruzione risale al ‘500.
Fu acquistato nel 1601 dagli Aldobrandini e portato in dote a Camillo Pamphili da Olimpia Aldobrandini.
Nel corso del ‘600 il Palazzo subì dei rimaneggiamenti ma è soprattutto nel ‘700 che gli interventi vanno ad incidere sull’aspetto architettonico e decorativo intervenendo si all’esterno che all’interno.
Grazie ad un permesso speciale potremo entrare in alcune sale degli appartamenti privati dove ammireremo gli splendidi soffitti affrescati nel ‘700 e gli arredi che ripropongono in ogni stanza la moda di una nazione diversa.

3 Comments »

  1. Patricia ha detto:

    Ciao Anna Maria, vorrei sapere se questa visita la da Alessandra…

    grazie buon pomeriggio

  2. Patricia ha detto:

    Allora prenoto questa per Domenica sempre per me e per Giovanni Molinario.

    grazie

RSS feed for comments on this post. / TrackBack URI

Lascia un commento

4 dicembre 2018

Regalo di Natale

Regalo di Natale: coupon MiraMuseo

 

Anche quest’anno vi proponiamo di scegliere un regalo “straordinario”: il coupon con le visite di MiraMuseo !
Ricevere un coupon MiraMuseo significa poter scoprire la magia degli angoli piu’ curiosi e nascosti di Roma le grandi mostre, le aperture esclusive, le molteplici iniziative che MiraMuseo ha in programma nel 2019.
Il coupon lo ricevi via email, pronto da stampare e consegnare e ha validità’ di un anno.
Su richiesta sono previste personalizzazioni.

 

Leggi tutto

15 dicembre 2018

Napoli: Rione Sanità e San Gregorio Armeno

Napoli:catacombe San Gaudioso

Napoli oltre ad avere Musei ricchi di opere straordinarie e chiese molto belle ha un tessuto urbano tutto da vivere e scoprire.
Questa volta toccheremo un quartiere dove non siamo mai andati: Sanità.
Il Cimitero delle Fontanelle,  S. Maria della Sanità, emblema del rione nonchè accesso alle catacombe di San Gaudioso, Palazzo Sanfelice e Palazzo dello Spagnolo di cui possiamo ammirare i cortili, sono le tappe obbligate della nostra visita.
Pranzo libero

Per chi ama l’atmosfera natalizia c’è la possibilità di girare liberamente  tra i vicoli di San Gregorio Armeno, la famosa via degli artigiani del Presepe. Qui tradizione e folclore si sposano perfettamente: con un pò di pazienza si può sicuramente trovare la statuina che darà un tocco particolare al presepe. In ogni caso un tuffo in questi vicoli è un’esperienza di vita! 🙂
Per finire una chiesa che sicuramente non avete mai visto: Santi Severino e Sossio dove hanno lavorano alcuni tra i più importanti artisti del Rinascimento napoletano.

Leggi tutto

16 dicembre 2018

Andy Warhol in mostra al Vittoriano (due posti disponibili)

Andy Warhol nasce a Pittsburgh nel 1928 e a lui si deve e la nascita di uno dei movimenti artistici più importanti del Novecento: la Pop Art.
La sua caratteristica vincente era la ripetizione e il colore!
Entra ventenne nel mondo della pubblicità e ne rivoluziona il linguaggio, o meglio, utilizza il linguaggio pubblicitario per opporsi all’intellettualismo del movimento in voga in quegli anni a New York. Stiamo parlando dell’ Espressionismo astratto di Rothko e Pollok.
Andy Warhol prende dalla realtà i prodotti e li eleva ad opere d’arte utilizzando tutti i mezzi espressivi a disposizione.
Blasfemia e celebrazione, adesione e rifiuto coabitano stabilmente in tutte le sue opere: pubblicizza le multinazionali nelle sue opere, ma è un ardito critico della società dei consumi.
Details »

Leggi tutto

22 dicembre 2018

L’Abbazia delle Tre Fontane

abbazia-delle-tre-fontane

L’abbazia delle Tre Fontane è situata sul tracciato dell’antica via Laurentina, in una piccola valle con alberi di eucalipto: un tranquillo e bel giardino che troviamo subito dopo aver oltrepassato l’Arco di Carlo Magno.
La tradizione vuole che il nome derivi dalla testa di San Paolo che dopo essere stata recisa è rimbalzata a terra tre volte, facendo scaturire, nei tre punti di contatto col terreno, altrettante fonti d’acqua: ecco che naturalmente è qui che sorge la chiesa di San Paolo!
L’altra  chiesa, quella dedicata ai Santi Vincenzo e Anastasio, si presenta ancora praticamente intatta dal tempo della sua edificazione nel secolo XII.
Infine la chiesa di Santa Maria Scala Coeli sorge dove S Bernardo nel 1138 ebbe una visione.
Un luogo fantastico che invita alla meditazione ma anche al relax grazie al bar, al verde, ai prodotti naturali in vendita.

Leggi tutto

23 dicembre 2018

Passeggiando per Presepi

Presepe di S. Maria in Aracoeli

Ogni chiesa in questo periodo sfoggia il suo Presepe: grande o piccolo, tradizionale o tecnologico.
Il Presepe ci trasporta nel mondo fatato dell’infanzia, ci immerge nel clima natalizio, ci fa assaporare quella che dovrebbe essere la vera essenza di queste feste.
Di tradizione prevalentemente italiana, canonizzato da San Francesco a Greccio dove venne allestita una Natività vivente, il presepe divenne presto un elemento fondamentale nelle rappresentazioni artistiche e a partire dal XV sec. si diffuse l’usanza di collocare nelle chiese grandi statue permanenti.
Nel Seicento il Presepe cominciò a diffondersi anche nelle case dei nobili per diventare un fondamento della tradizione natalizia proprio per la sua capacità di trasmettere la fede in modo semplice e diretto.
Partiremo da quello più amato dai romani a S. Maria in Aracoeli per poi dirigerci verso Piazza San Silvestro in un percorso a zig zag cercando i presepi più significativi!

Leggi tutto

29 dicembre 2018

Coppedè: dove l’arte incontra l’esoterico

Arco d'ingresso al Quartiere coppedè

Quartiere Coppedè

Varcando la soglia dal grande arco su via Tagliamento si entra in un’isola incantata dove il tempo sembra essersi fermato e dove le palazzine dalle fogge particolari ci evocano ricordi di un mondo fatato. Coppedè ci ha lasciato un vero e proprio gioiello urbanistico dove gli elementi floreali del liberty si intersecano con suggestioni di origine spagnola ma anche con una serie di simboli architettonici ed esoterici.

Leggi tutto

30 dicembre 2018

Visita alla Metro San Giovanni

Visita Metro San Giovanni

Scendere nel sottosuolo per addentrarci nelle storia: ben 27 metri !
I reperti trovati sono stati esposti in vetrine proprio per dare l’idea del Museo …dimenticare che siamo in metro, dimenticare che siamo di corsa e perderci in un mondo affascinante: sarà possibile?
La linea del tempo ci aiuta a capire la profondità e il periodo corrispondente.  gli oggetti esposti ci parlano della vita in quel tratto di città fuori dalle mura Aureliane.
L’archeologo ci farà capire meglio le difficoltà e le modalità dello scavo.

 

 

Leggi tutto

5 gennaio 2019

Il più romantico e misterioso dei colli: Aventino

Aventino uno dei sette colli! 
L’origine del nome è incerta, si lega alla leggenda delle origini di Roma.
Fu sede di un gran numero di templi per diventare poi sede di ville lussuose fino al sacco da parte dei Goti.
Dimenticato fino all’ottocento, divenne nel novecento un quartire esclusivo tra lussuose ville e complessi monastici d’eccezione.
Nella nostra passeggiata si affronterà il mito dei Templari e delle origini del colle.
Partendo dall’epopea della plebe romana non può mancare la visita alla più bella chiesa medioevale di Roma: S. Sabina

Leggi tutto

6 gennaio 2019

Passeggiata esoterica: La Porta Alchemica e i Rosacroce (permesso speciale)

Porta Alchemica Magica

Porta alchemica a Piazza Vittorio

La passeggiata alla Porta Alchemica inizia in Piazza Vittorio dove si trovava la Villa del sogno e del mistero di Massimiliano Palombara, marchese di Pietraforte.
Il Marchese era un membro dei Rosacroce e appassionato di alchimia per cui nella villa si tenevano incontri di importanti personaggi come Cristina di Svezia, Padre Athanasius Kircher e altri. Oggi abbiamo solo l’ingresso al gabinetto alchemico perchè l’intera villa fu distrutta alla finr dell’ottocento con il lavori di ripristino delle piazza…molto poco per apprezzare i fasti della costruzione ma abbastanza per leggere gli enigmi astrologici e alchemici che il luogo conserva.
Dopo una lettura attenta ma soprattutto ravvicinata grazie all’apertura speciale continueremo la nostra visita a San Giovanni scoprendo quel filo sottile che collega i Rosacroce, l’alchimia e il simbolismo massonico borrominiano.

Leggi tutto

12 gennaio 2019

Ovidio. Amori miti e altre storie

Ovidio mostra alle Scuderie del Quirinale

Ovidio fu un grande poeta!  Nato a Sulmona nel 43 a. C.  dopo un viaggio d’istruzione in Grecia, Egitto, Asia, e una permanenza in Sicilia si stabilì Roma.
Verseggiatore abile e molto fluido con un temperamento da narratore e colorista, divenne ben presto il beniamino di tutta la società romana grazie alle sue poesia dal tema galante
Forse fu proprio a causa di motivi di ordine morale che fu esiliato a Tomi, nella Scizia, dove morì nel 18 d. C.
Autore delle più belle pagine della poesia d’amore, senza di lui la nostra arte soprattutto quella del Rinascimento sarebbe stata totalmente diversa!
Sono tanti i pittori e gli scultori che hanno attinto dalle “Metamorfosi”.

In Mostra più di 200 pezzi che, partendo dall’antichità (sculture , gemme, affreschi, vasi…) al medioevo con alcune miniature che illustrano alcuni miti, arrivano al Rinascimento e al Barocco con dipinti dei più grandi pittori del tempo.

Details »

Leggi tutto

13 gennaio 2019

Raffaello a Villa Farnesina

La villa, rifugio del ricchissimo banchiere Agostino Chigi, era il luogo ideale per le sue proverbiali feste. Amante dell’ astrologia e della mitologia è con questi temi che farà decorare le stanze della villa. Tra una raffigurazione e l’altra possiamo scoprire il suo oroscopo e un susseguirsi di scene a carattere amoroso e da una stanza all’ altra ammirare il diverso stile dei maggiori pittori del tempo, tra cui primeggia Raffaello. Agostino, protagonista della dolce vita di quel tempo, non poteva che scegliere come modella la sua bellissima amante, la divina Imperia, la cortigiana più bella e ambìta del momento.

Leggi tutto

19 gennaio 2019

Palazzo Apostolico di Castel Gandolfo

Appartamento Apostolico

Appartamento Pontificio del Palazzo Apostolico di Castel Gandolfo, per secoli rifugio privato dei pontefici, su indicazione di Papa Francesco è stato aperto al pubblico.
Al primo piano Museo storico con i ritratti dei Papi, arredi liturgici e costumi delle guardie pontificie.

Al secondo piano appartamento del Papa con cappella privata e camera la letto. E’ qui che Papa Giovanni Paolo II ha fatto la riabilitazione dopo l’attentato!
Entreremo nella biblioteca, lo studio privato e la Galleria di Alessandro VII.
Completeremo la visita  nel cortile con le macchine papali e con uno strepitoso affaccio sul lago dalle stanze del Papa!

Leggi tutto

26 gennaio 2019

Angoli esclusivi di Toscana

Pisa, Camposanto monumentale

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Si sa, almeno una volta, tutti sono stati in Piazza dei Miracoli a controllare quanto pende la torre di Pisa!
Ci andremo anche noi ma per ammirare  gli affreschi appena restaurati e rimessi in loco nel camposanto monumentale.
Ne apprezzeremo appieno il recupero insieme alla nostra esperta storica dell’Arte… la cappella sistina dei Pisani come l’ha definita il Prof. Paolucci!
Ecco…i Pisani…la storica dell’Arte è di Firenze, ma cercherà di essere imparziale e magnanima verso i Pisani del passato.
So per certo che ama almeno 2 Pisani: Andrea e Giovanni Pisano !

Visiteremo anche un altro capolavoro di arte medioevale: San Pietro a Grado

Andremo a Viareggio a curiosare dentro la cittadella del Carnevale: una piazza ellittica dove si aprono 16 capannoni nel cui interno vengono realizzati i famosi carri.
In esclusiva per noi, i due titolari in persona, Avanzini e Galli, ci faranno “toccare con mano” i loro carri illustrandoci tecniche e segreti della costruzione.
Vedremo quindi 2 dei carri di prima categoria “quasi terminati” in anteprima!
Termineremo con un nuovo tuffo nel Medioevo: Lucca.
Chiese torri piazze di incomparabile bellezza racchiusi in 4 Km di mura rinascimentali.

 Sabato 26 Gennaio: Pisa San Pietro a Grado e Piazza dei Miracoli
Domenica 27 Gennaio: Anteprima dei Carri di Viareggio e 
Lucca


Details »

Leggi tutto