26 Gennaio 2019 - Angoli esclusivi di Toscana (Viaggio confermato)

Pisa, Camposanto monumentale

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Si sa, almeno una volta, tutti sono stati in Piazza dei Miracoli a controllare quanto pende la torre di Pisa!
Ci andremo anche noi ma per ammirare  gli affreschi appena restaurati e rimessi in loco nel camposanto monumentale.
Ne apprezzeremo appieno il recupero insieme alla nostra esperta storica dell’Arte… la cappella sistina dei Pisani come l’ha definita il Prof. Paolucci!
Ecco…i Pisani…la storica dell’Arte è di Firenze, ma cercherà di essere imparziale e magnanima verso i Pisani del passato.
So per certo che ama almeno 2 Pisani: Andrea e Giovanni Pisano !

Visiteremo anche un altro capolavoro di arte medioevale: San Pietro a Grado

Andremo a Viareggio a curiosare dentro la cittadella del Carnevale: una piazza ellittica dove si aprono 16 capannoni nel cui interno vengono realizzati i famosi carri.
In esclusiva per noi, i due titolari in persona, Avanzini e Galli, ci faranno “toccare con mano” i loro carri illustrandoci tecniche e segreti della costruzione.
Vedremo quindi 2 dei carri di prima categoria “quasi terminati” in anteprima!
Termineremo con un nuovo tuffo nel Medioevo: Lucca.
Chiese torri piazze di incomparabile bellezza racchiusi in 4 Km di mura rinascimentali.

 Sabato 26 Gennaio: Pisa San Pietro a Grado e Piazza dei Miracoli
Domenica 27 Gennaio: Anteprima dei Carri di Viareggio e 
Lucca


 Sabato 26 Gennaio

Pisa, San Pietro a Grado

Partenza ore 7:00 da Piazzale dei Partigiani
Visiteremo San Pietro a Grado, una chiesa sorta sul luogo dove, si racconta, Pietro ha celebrato la prima messa in Italia, prima di dirigersi verso Roma!
Un luogo di grande suggestione che conserva affreschi trecenteschi e che si presenta bi-absidata…e quindi senza facciata!  Perchè ?

Pranzo libero
Dopo Pranzo proseguiremo verso Pisa.

Dopo 20 anni tornano al loro posto gli affreschi del Camposanto monumentale di Pisa. Storie della vita e della morte iniziati dal Buffalmacco nella prima metà del ‘300 e continuati dai migliori artisti Toscani fino al ‘400 con l’intervento di Benozzo Gozzoli.
All’interno della Basilica e del Battistero gli straordinari pulpiti di Andrea e Giovanni Pisano!
Sistemazione in Hotel, cena e pernottamento a Forte dei Marmi

 

 


 

  Domenica 27 Gennaio                                                                                                                         
Partenza per la cittadella dei Carri di Viareggio.Vedremo da vicino come si costruiscono i grandi carri del carnevale.
Alessandro Avanzini è figlio d’arte: il padre ha fatto la storia del Carnevale di Viareggio e lui per non essere da meno sta collezionando premi  a gogò.
Fabrizio Galli oltre che figlio è nipote d’arte!
Ha dato vita a collaborazioni e  corsi sulla cartapesta in tutto il mondo ed è stato vincitore del primo premio assoluto nel 2016 .
Proseguiremo per Lucca, un piccolo gioiello tutto concentrato dentro le mura.


Pranzo libero a Lucca

 Oltre al Duomo, dalla facciata tra le più  particolari del nostro romanico, vedremo il fonte battesimale di San Frediano, la piazza ovale che ricalca l’antico anfiteatro e la Torre Guinigi su cui i più temerari possono salire (230 scalini)
Rientro verso Roma

Il programma potrebbe subire modifiche in corso di svolgimento per motivi organizzativi
Il viaggio sarà confermato al raggiungimento del numero minimo dei partecipanti

 

Quota a persona € 236

 

La Quota comprende

  • Sistemazioni hotel Negresco****S  a Forte de Marmi (HB)
  • Trasferimenti in Pullman GT
  • Sistema di amplificazione per un migliore ascolto
  • Assistenza per tutto il viaggio di un accompagnatore da Roma
  • Visite guidata a cura di storica dell’arte toscana doc
  • Assicurazione viaggio “Nostop Gruppi” di Europ Assistence

La Quota non comprende

  • Supplemento singola: € 20 a notte
  • Bevande a cena
  • Pranzi
  • Ingressi (7 € Pisa; 6 € Lucca – 3 € per la Torre Guinigi per chi vuole salire)
  • Tessera Associativa dell’anno in corso
  • Eventuali mance
  • Assicurazione annullamento viaggio (facoltativa) 12€ / 15€ con supplemento singola
  • Quanto non espressamente indicato alla voce “La quota comprende”

 

 La prenotazione sarà confermata al versamento dell’Acconto di 100€
L’importo della quota “Assicurazione annullamento viaggio” deve essere versata insieme all’acconto.

L’acconto dovrà essere versato entro il 20 Dicembre 2018
Il saldo dovrà essere versato entro il 15 Gennaio 2019

 

 

Luogo: Piazzale dei Partigiani
Data: 26 Gennaio 2019
Orario: 07:00
Durata: 2 giorni
Costo: 236 €

PRENOTA ORA!

Nessun commento »

Lascia un commento

26 Gennaio 2019

Angoli esclusivi di Toscana (Viaggio confermato)

Pisa, Camposanto monumentale

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Si sa, almeno una volta, tutti sono stati in Piazza dei Miracoli a controllare quanto pende la torre di Pisa!
Ci andremo anche noi ma per ammirare  gli affreschi appena restaurati e rimessi in loco nel camposanto monumentale.
Ne apprezzeremo appieno il recupero insieme alla nostra esperta storica dell’Arte… la cappella sistina dei Pisani come l’ha definita il Prof. Paolucci!
Ecco…i Pisani…la storica dell’Arte è di Firenze, ma cercherà di essere imparziale e magnanima verso i Pisani del passato.
So per certo che ama almeno 2 Pisani: Andrea e Giovanni Pisano !

Visiteremo anche un altro capolavoro di arte medioevale: San Pietro a Grado

Andremo a Viareggio a curiosare dentro la cittadella del Carnevale: una piazza ellittica dove si aprono 16 capannoni nel cui interno vengono realizzati i famosi carri.
In esclusiva per noi, i due titolari in persona, Avanzini e Galli, ci faranno “toccare con mano” i loro carri illustrandoci tecniche e segreti della costruzione.
Vedremo quindi 2 dei carri di prima categoria “quasi terminati” in anteprima!
Termineremo con un nuovo tuffo nel Medioevo: Lucca.
Chiese torri piazze di incomparabile bellezza racchiusi in 4 Km di mura rinascimentali.

 Sabato 26 Gennaio: Pisa San Pietro a Grado e Piazza dei Miracoli
Domenica 27 Gennaio: Anteprima dei Carri di Viareggio e 
Lucca


Details »

Leggi tutto

2 Febbraio 2019

Pollock e la scuola di New York al Vittoriano

Pollock, number 27

Pollock e la scuola di New York, ovvero Mark Rothko, Willem de Kooning, Franz Kline e molti altri in mostra al Vittoriano per farci entrare in un mondo fatto di colori vividi e astratti.
Pollock dopo aver studiato i murali rivoluzionari messicani e quelli di Diego Rivera fondò il suo laboratorio in un quartiere operaio di New York.
Il Surrealismo, la psicanalisi jungiana,  i simboli e i riti degli indiani d’America: questi gli elementi che ispirano tali opere.
Nei suoi primi lavori però si intravede anche quanto peso ebbero  le opere di El Greco, Tintoretto e successivamente Picasso e Mirò.
Potremo ammirare anche il celebre Number 27, la grande tela di Pollock lunga oltre 3 metri.
Details »

Leggi tutto

3 Febbraio 2019

Le Terme di Diocleziano (con biglietto d’ingresso gratuito)

Natatio

Le Terme di Diocleziano erano le più grandi di Roma e di tutto l’impero: ben 14 ettari che si estendevano dal colle Quirinale al colle Viminale e che comprendevano anche Piazza esedra.
L’impianto è quello tradizionale:  Natazio, Calidarium e Tiepidarium si trovavano lungo l’asse minore mentre lungo l’asse maggiore si trovavano le palestre ed un ampio giardino.  Vi si trovavano anche le biblioteche, una delle quale accoglieva i volumi qui fatti trasportare qui da Diocleziano dalla basilica Hulpia.
I primi resti sono stati trovati nel 1861 a causa dello smantellamento di una collinetta per i lavori della Stazione.
Le Terme di Diocleziano sono Sede del Museo Nazionale Romano e troviamo qui esposte più di 400 opere tra statue, rilievi, altari, sarcofagi provenienti dal territorio romano.
Si può godere anche della sontuosa e imponente Aula Decima in cui troneggiano grandi tombe.
Con un salto nel tempo è possibile anche passeggiare nel grande Chiostro Michelangiolesco della Certosa, oggi inattesa oasi di pace e silenzio a pochi passi dall’affollatissima stazione Termini

Leggi tutto

3 Febbraio 2019

Roma esoterica: i misteri di Palazzo Altemps con biglietto d’ingresso gratuito

Palazzo Altemps

Una visita tematica all’interno di un Palazzo famoso per la sua collezione archeologica: collezione d’eccezione che in questa occasione verrà affrontata da un’angolazione diversa … ciò che interessa sono le  valenze simboliche inerenti al tema trattato.
In questa visita non sarà la storia e l’archeologia ad essere approfondita ma l’aspetto esoterico.
Verrà approfondito il fascino senza tempo del femminile e femminino sacro nei miti, nelle allegorie e nelle vicende storiche di Palazzo Altemps, laddove bellezza ed eros si contrappongono al potere maschile umano e divino che sorveglia e punisce!

 

Leggi tutto

10 Febbraio 2019

Museo Barracco

Il Museo Barracco è proprio nel cuore di Roma, su corso Vittorio, di fronte a Palazzo Braschi: un Museo quindi davanti al quale siamo  passati tutti!
Barracco…chi era costui?
Un ricco gentiluomo calabrese che ha dedicato la sua vita alla raccolta di reperti antichi.
Era un grande appassionato e fece addirittura costruire una
 palazzina per contenere la collezione.
La sede della sua raccolta fu però distrutta a causa dei lavori di ampliamento di Corso Vittorio.
Tutta la raccolta dal 1948 trova una nuova collocazione nella “Piccola Farnesina”: nome che gli deriva da un equivoco. L’edificio costruito da Antonio da Sangallo il Giovane per il prelato bretone Thomas Le Roy mostra come elementi decorativi i gigli di Francia che furono confusi nell’ ottocento con i gigli dei Farnese.
Nel Museo pezzi di arte egizia a partire dalle più antiche dinastie (3.000 a.C), preziose lastre assire, alcuni oggetti dell’arte cipriota e molti pezzi di arte greca. Non mancano opere romane naturalmente.

Leggi tutto

16 Febbraio 2019

Il Palazzo Apostolico di Castel Gandolfo

Palazzo Apostolico di Castel Gandolfo

Il Palazzo Apostolico di Castel Gandolfo, per secoli rifugio privato dei pontefici, su indicazione di Papa Francesco è stato aperto al pubblico.
Al primo piano Museo storico con i ritratti dei Papi, arredi liturgici e costumi delle guardie pontificie.
Al secondo piano è eccezionalmente aperto l’appartamento dei Papi con cappella privata e camera da letto. E’ qui che Papa Giovanni Paolo II ha fatto la riabilitazione dopo l’attentato!
Entreremo nella biblioteca, lo studio privato e la Galleria di Alessandro VII.
Completeremo la visita  nel cortile con le macchine papali e con uno strepitoso affaccio sul lago dalle stanze del Papa!
In questa visita non sono compresi i giardini.

Leggi tutto

17 Febbraio 2019

Villino Boncompagni Ludovisi: Museo delle arti applicate

Salotto del Museo Boncompagni Ludovisi

Museo Boncompagni Ludovisi

I Boncompagni Ludovisi  sono associati ad una villa straordinaria che purtroppo  è stata smantellata.
In quello che era il giardino tanto decantato dai poeti, smantellato e lottizzato nel 1883 dalla famiglia sorsero numerosi palazzi “moderni” e quindi secondo la moda dei primi del ‘900, in stile liberty.
Anche Luigi Boncompagni  si fece costruire qui la sua residenza: un villino che venne restaurato negli anni ’30 da Andrea Boncompagni Ludovisi e dalla sua seconda moglie, Alice Blanceflor.
Fu la principessa Alice Blanceflor che nel 1972 donò allo Stato il villino (insieme a mobili, quadri, arazzi di manifattura fiamminga del Seicento e a ceramiche), con la promessa che divenisse un museo delle arti decorative, del costume e della moda del periodo moderno.
Details »

Leggi tutto

23 Febbraio 2019

Il Palazzo della Cancelleria (permesso speciale)

Il Palazzo della Cancelleria

Il Palazzo della Cancelleria è stato fatto costruire dal Cardinal Riario grazie ad una vincita a carte.
Un edificio che inizia con un primato: la raccolta dei soldi per la sua realizzazione in una notte e continua con un altro primato, la decorazione pittorica di un salone in 100 giorni.
E’ il Vasari il pittore così veloce !
Ormai famosa è la risposta che dette Michelangelo all’amico orgoglioso che gli mostrava il lavoro realizzato in così breve tempo…”si vede”!
Il Palazzo della Cancelleria vanta nel piano nobile, oltre al salone del Vasari, la Cappella del Pallio decorata da Francesco Salviati e l’Aula Magna, sede tutt’oggi del Tribunale della Sacra Rota.
Sarà possibile anche scendere nei sotterranei per raggiungere i resti del sepolcro di Aulo Irzo, luogotenente di Cesare, che emerge da un laghetto artificiale. Una visione decisamente suggestiva!

Leggi tutto

24 Febbraio 2019

Auditorium di Mecenate (permesso speciale)

Nel 1874 durante i lavori di nuova urbanizzazione dell’ Esquilino fu portato alla luce un edificio molto particolare, a pianta rettangolare con una grande esedra su uno dei due lati corti. Inizialmente si è pensato ad un Auditorium a causa della gradinata che lo caratterizza. In realtà i gradini troppo stretti per far pensare ad una cavea teatrale e la decorazione pittorica, effettuata agli inizi del I secolo d.C., con scene dionisiache e piccoli uccelli in volo ha portato all’ipotesi che si tratti di una stanza destinata al triclinio estivo dove i giochi d’acqua accrescevano la frescura dell’ambiente già seminterrato e quindi più fresco del resto della villa. L’ edificio doveva essere parte di un più vasto e lussuoso complesso residenziale fatto costruire da Mecenate, collaboratore di Augusto.

Leggi tutto

25 Aprile 2019

Torino…storia, arte e cibo degli dei!

 

Torino … la patria del cioccolato, dei Savoia e della Fiat!

Se proprio abbiamo bisogno di non sentirci lontani da casa possiamo ricordare che l’originaria forma quadrata con quattro porte la si deve ai romani!

La leggenda allude però ad un’origine egizia : punto di partenza delle storie di mistero che caratterizzano la città.

E’ la città che ospitò Cagliostro e Casanova; nel suo  Duomo Jean Jacques Rousseau abiurò il calvinismo nel 1728 ed è sempre qui che nacque nell’ottocento la prima società spiritica italiana!

E’ da sempre legata ai Savoia che la elessero capitale del loro Regno nel 1563. Da questo momento, si dedicarono alla costruzione di palazzi nobiliari e ad un riassetto cittadino che la elevasse al ruolo di capitale. L’apporto di un grande architetto come Guarino Guarini e l’arrivo dell’architetto di corte Filippo Juvarra ci permetteranno di ammirare capolavori straordinari.
Sempre ai Savoia si deve il suo felice connubio con il cioccolato: fu con una tazza di cioccolata fumante infatti che si brindò alla Torino eletta nuova capitale del regno Sabaudo!… caffè ottocenteschi ci propongono ancora prelibatezze
dal sapore antico.
Ogni sera andremo alla ricerca di sapori nuovi con  cene in ristoranti tipici dove la tradizione gastronomica viene rispettata e ricercata

Giovedì  25 Aprile:  Museo del Cinema
Venerdì 26 Aprile:
  Palazzo Reale, Palazzo Madama e la chiesa di San Lorenzo
Sabato  27  Aprile:  Museo Egizio e Lingotto con Pinacoteca Agnelli
Domenica 28 Aprile:  Stupinigi  e rientro a Roma


Details »

Leggi tutto