5 agosto 2017 - Una Roma inedita che sorge dalle acque

Da secoli Roma riflette la sua splendida immagine nelle acque del Tevere, un tempo bionde oggi un po’ meno!
Le inondazioni del Tevere ci daranno l’opportunità di scoprire storie e storielle, vicoli e piazzette.
sono 122 le targhe che hanno  segnato i punti del suo “passaggio” tra le vie della città.
Inseguendo queste targhe faremo emergere una città nuova.
Dal Porto di Ripetta al Pantheon a piazza delle Coppelle per giungere a Piazza di Spagna un turbinìo di acqua e storie di vita!

 

Luogo: via Ripetta all'angolo con via Tomacelli
Data: 5 agosto 2017
Orario: 21:00
Durata: due ore circa
Costo: Quota 10,00 € (compresa radioricevente per un migliore ascolto)

PRENOTA ORA!

Nessun commento »

Lascia un commento

20 luglio 2017

I giovedì di Marco: Via dei fori Imperiali, 2000 anni di sventramenti

E’ la via dello “scontro” oggi come allora!
Passeggiare qui è veramente come camminare tra secoli di storia: le meraviglie dell’antica Roma ne costituiscono lo scenario, con  il Vittoriano che fa da pendant “non armonico”al Colosseo!
Gli sventramenti urbanistici sono iniziati con i Savoia per arrivare poi al periodo fascista. Potremo “leggere” le trasformazioni del cuore di Roma degli ultimi 2000 anni, storicamente e archeologicamente raccontate come un libro aperto davanti ai nostri occhi, uno sguardo inedito e tutto nuovo su una strada che lascia ancora oggi tutti con pareri discordi: Via dei Fori Imperiali, 2000 anni di sventramenti!

Leggi tutto

21 luglio 2017

Mostra: Botero al Vittoriano

Il pittore colombiano è famoso in tutto il mondo per l’ “abbondanza” presente nelle sue rappresentazioni! Rotondità e dolcezza delle forme che conducono ad una dimensione onirica, fantastica e fiabesca dove si percepisce forte l’eco della nostalgia e di un mondo che non c’è più.
L’ universo boteriano è popolato da uomini, animali e vegetazione che riportano immediatamente alla memoria l’America Latina; figure corpulente inconfondibili cariche di ironia e acutezza con la quale l’artista si rapporta alle tematiche sociali ma anche all’iconografia secolarizzata dei maestri del passato. Le sue immagini diventano talvolta sensuali, talvolta piene di tristezza e nonostante la vivacità della sua tavolozza  possiamo trovare tanti momenti di riflessione.

Leggi tutto

27 luglio 2017

I giovedì di Marco: Cesare

Cesare, chi era costui?
Ce lo racconterà Marco in una passeggiata serale facendoci perdere tra vicoli e “chiacchere”.
Comincerà  raccontandone le vicende della morte a partire dalla sera prima in cui fu ucciso, prima delle idi di Marzo,
Campomarzio, il luogo delle più imponenti trasformazioni urbanistiche cesariane, quindi il luogo del Trionfo, quando fu esibita Cleopatra come regina e sposa per terminare di fronte al  Foro di Cesare, dove idealmente si è di fronte alla tomba.

Leggi tutto

28 luglio 2017

Passeggiata serale: dal colle Quirinale, la musica dell’acqua

Una passeggiata alla ricerca della zampillante musica dell’acqua ci farà scoprire l’antico colle di Montecavallo.
Dalla straordinaria fontana di Piazza del Quirinale il nostro filo rosso e “frescheggiante” ci porterà a Piazza Venezia dove oltre ai leoni egizi ne esiste uno “padovano” e dopo il “Mar Tirreno” e il Mar Adriatico” recupereremo anche le tartarughe del Bernini.

Leggi tutto

29 luglio 2017

San Lorenzo con l’apertura del sepolcro di Largo Talamo

San Lorenzo un quartiere movimentato: adesso evoca locali, aperitivi e movida.
Sicuramente ricorda un bombardamento,
Edifici industriali come il pastificio Cerere, la birreria Wuhrer e le Vetrerie Sciarra.
Il luogo dove si poteva incontrare Pier Paolo Pasolini e Alberto Moravia seduti al tavolo di un bar.
Scopriremo l’altro nome di Porta Tiburtina.
E’ anche il luogo però dove si può seguire il percorso delle Mura Aureliane, passando davanti al sepolcro di Largo Talamo. Una sorpresa!

 

Leggi tutto

3 agosto 2017

I giovedì di Marco: Beatrice Cenci e Giordano Bruno

Il ‘500 si chiude con la morte efferata e clamorosa di Beatrice Cenci e il ‘600 si apre con il rogo del grande monaco filosofo Giordano Bruno.
Siamo nel periodo che definiamo Barocco, solitamente associato a teatralità, esibizione e virtuosismo: un secolo che nasconde in realtà la faccia cupa della Chiesa che, dietro le apparenze dello sfarzo, fa i conti con la Controriforma e la paura della morte come grande concetto. Oltre a tutto ciò si verifica l’accanimento verso le innovazioni e scoperte della scienza con le uccisioni per eresia, o l’uccisione di una giovane fanciulla, rea di aver ucciso un padre despota e stupratore, condannata in nome di un’etica e una morale alla deriva.

Leggi tutto

5 agosto 2017

Una Roma inedita che sorge dalle acque

Da secoli Roma riflette la sua splendida immagine nelle acque del Tevere, un tempo bionde oggi un po’ meno!
Le inondazioni del Tevere ci daranno l’opportunità di scoprire storie e storielle, vicoli e piazzette.
sono 122 le targhe che hanno  segnato i punti del suo “passaggio” tra le vie della città.
Inseguendo queste targhe faremo emergere una città nuova.
Dal Porto di Ripetta al Pantheon a piazza delle Coppelle per giungere a Piazza di Spagna un turbinìo di acqua e storie di vita!

 

Leggi tutto

6 agosto 2017

Mostra: Pintoricchio pittore dei Borgia (biglietto gratuito e saltafila)

Alessandro VI Borgia, i suoi figli e la bellissima Giulia Farnese: intrighi, leggende omicidi e giochi di potere.
La storia dei Borgia questa volta verrà delineata attraverso i loro ritratti: opere d’arte che il Pintoricchio ha magistralmente dipinto.
La Madonna in cui si riscontra il ritratto di Giulia Farnese è di una bellezza toccante: il pittore rinascimentale ha qui superato se stesso!
Arte squisita e spregiudicati intrighi sono un mix che renderanno unica questa visita!

Leggi tutto

6 agosto 2017

Casina del Cardinal Bessarione (apertura speciale solo per 15 persone)

Casina_del_cardinal_bessarione
La Casina è un raro esempio di villa rinascimentale extraurbana.
Gli arredi e le opere d’epoca di cui è stata dotata, insieme al giardino all’italiana che la circonda, ricreano la suggestiva ambientazione umanistica ispirata al Cardinal Bessarione che pare vi abbia abitato.
Naturalmente siamo in una zona in cui i resti dell’antica Roma non mancano come dimostra parte di un mosaico pavimentale con tessere bianche e nere ed un muro in opus mixtum distinguibile al pianterreno. La fase medievale,  individuabile nella parte sud-ovest, quando l’edificio fu dato in gestione ai fratres cruciferi, per diventare poi monastero di monache benedettine. Una piacevole sorpresa l’avremo al suo interno con con gli affreschi del salone del piano nobile.

Leggi tutto

11 agosto 2017

Passeggiata serale: Fantasmi!

Una passeggiata ad alto profilo culturale, che sicuramente ci indurrà a meditare ogni qualvolta ci sentiremo sfiorare da un soffio di vento gelido:  perchè?
Perchè il vento freddo  è sintomo di FANTASMA!
Scopriremo i vicoli e gli angoli dove si celano, appaiono, bivaccano: e se in questa passeggiata non riusciremo a vederli, dal momento che ormai sapete dove trovarli, potrete riprovare in ore e tempi più appropriati. Incontreremo personaggi noti e meno noti: Beatrice Cenci, Mastro Titta, i diavoli del Pantheon, la carrozza infuocata di donna Olimpia e tanto altri, ma soprattutto passeremo un paio d’ ore  in “piacevole” compagnia.

Leggi tutto

12 agosto 2017

Villa d’Este nella magica illuminazione notturna

villa-deste

Il cardinale Ippolito II d’Este, governatore di Tivoli, volle ricreare qui i fasti delle corti di Roma e Fontainebleau.
Chiama per decorare la villa i più noti artisti del momento ma soprattutto vuole uno splendido giardino dove l’ingegneria idraulica, lo studio della prospettiva e la scenografia teatrale si fondono mirabilmente con il verde rigoglioso della natura e contribuiscono a creare innumerevoli giochi d’acqua.
Approfitteremo dell’ apertura notturna per scoprire che le fontane di notte hanno tutta un’altra magia!

Leggi tutto

18 agosto 2017

Roma esoterica: il Vittoriano, la cattedrale Massonica illuminata di notte

Il Vittoriano si può considerare la cattedrale massonica del laicismo che si staglia nel panorama romano come contro-altare ideologico della basilica di S. Pietro.
Approfittando dell’apertura serale potremo scoprirne la simbologia in un’atmosfera diversa!
Il monumento si ispira all’antico Altare di Pergamo, non dimentichiamo che i Massoni amano questi richiami al passato. Percorreremo la scalinata tra una “foresta” di icone e allegorie.

Leggi tutto