19 settembre 2014

Passeggiata serale: Il Marchese del Grillo nel rione Monti

Tutti conosciamo il Marchese del Grillo grazie al ritratto delineato da Monicelli nel suo famoso film: personaggio aristocratico dedito agli scherzi rimane uno dei personaggi più caratteristici della Roma papalina.  Partendo dal Palazzo del Grillo  ancora esistente  tratteggeremo la personalità di questo aristocratico burlone e addentrandoci  nei vicoli del rione Monti scopriremo che anche Messalina amava trascorrervi le sue notti.  Scopriremo  scorci mozzafiato, Palazzi, resti di edifici antichi, torri medievali, piccole chiese e  grandi basiliche. Un rione dalla forte identità, tanto che i “monticiani” parlavano addirittura con un dialetto diverso. (clicca sulla foto per i dettagli)

20 settembre 2014

Musei Capitolini (con biglietto di ingresso a 1 €)

In questa giornata particolare (giornata Europea del Patrimonio)potremo approfondire, con un biglietto d’ingresso praticamente gratuito, la conoscenza di uno dei musei più completi e belli di Roma: i Capitolini. In compagnia di una archeologa scopriremo le opere fantastiche racchiuse  nelle spettacolari sale dei Palazzi  del  Campidoglio.  La fama delle opere esposte è tale  che basta nominarle  per evocare davanti ai nostri occhi   mirabili immagini: la Venere e il Galata capitolini, mosaici, ritratti, l’esedra  con il Marco Aurelio originale, nonché il Tabularium e la galleria lapidea.

20 settembre 2014

Mercati di Traiano (con biglietto d’ingresso a 1 €)

MercatiTraiano

Il nome di Traiano è inscindibilmente legato  alla spettacolare colonna e ai Mercati. E’ all’interno di questi che è stato allestito un museo eccezionale dove si può approfondire  l’aspetto costruttivo ma anche avere una visione globale grazie a spettacolari ricostruzioni e sezioni ricche di reperti che ci illustrano le altre aree dei Fori. Un completamento indispensabile per tutti coloro che hanno effettuato la visita ai fori Imperiali!!
Posti limitati  ( max 25 pax: le prenotazioni si chiuderanno una volta raggiunto il numero)

21 settembre 2014

Villa dei Quintili

 La Villa dei Quintili è un importante complesso monumentale che sorge all’altezza del V miglio della Via Appia Antica, interessante non solo da un punto di vista storico-archeologico, ma anche naturalistico; la villa sorge infatti su un ’area che ha mantenuto l’aspetto tipico della campagna romana e attualmente fa parte del Parco Regionale dell’Appia Antica. La grandiosa villa appartenne ai fratelli Quintili fatti uccidere da Commodo che si appropriò della loro villa che diventò per Commodo luogo amato di residenza, lontano dai frastuoni della città, in una campagna salubre, fertile e ricca di acqua, che rimase a lungo proprietà imperiale.  La visita del piccolo Antiquarium, che espone i frammenti scultorei e pittorici rinvenuti negli scavi della villa, completa l’itinerario, evidenziando lo sfarzo delle decorazioni perdute in situDetails »

28 settembre 2014

Passeggiata esoterica: Festa degli Arcangeli

Arcangelo_Michele
Gli angeli sulla città: le creature celesti scandiscono le tappe dell’iniziazione cristiana nel quartiere di Borgo che fin dall’Alto Medioevo li ha visti protagonisti, accompagnando il romeo verso la tomba di Pietro. In occasione della celebrazione degli arcangeli un percorso misteriosofico che ci porterà a comprendere la simbologia angelica all’interno delle religioni e la loro profonda metamorfosi in epoca moderna. (clicca sulla foto per i dettagli)

28 settembre 2014

La Roma sotterranea: Ipogeo di via Livenza (permesso speciale per solo 8 persone: esaurito)

ipogeoVia Livenza

Se si costruisce una Palazzina a Roma ecco che salta fuori un Ipogeo!
Collocato in una zona dove i ritrovamenti sono prettamente cimiteriali spicca per non essere legato all’uso funebre. Completamente affrescato ha suscitato  immediatamente grande interesse.  Sulla datazione gli studiosi concordano, pare  che risalga al IV sec. d. C., sulla funzione invece il dibattito è aperto. La vasca ha fatto pensare ad un luogo di culto dedicato alle acque come quello in cui si riunivano i seguaci della setta mistica che venerava la dea Cotys: durante le cerimonie sacre a carattere orgiastico si praticava un bagno rituale in acqua fredda al fine di provocare lo shock dell’estasi. Una versione molto più prosaica opta per un ninfeo o  una fontana costruiti a protezione di una sorgente sotterranea naturale. (clicca sulla foto per i dettagli)

28 settembre 2014

Domus Gens Flavia nella Caserma dei Corazzieri (Permesso Speciale)

corazzieri

Siamo sul colle Quirinale, proprio sulla sommità, dove oggi sorge la Caserma dei Corazzieri.  Sono state rinvenute proprio sotto questo edificio un tratto delle mura Serviane  i resti di una Domus che le fonti ci dicono appartenesse ai Flavi e dove pare sia nato Domiziano. Oltre a scoprire le origini di questo storico Colle ed entrare in un luogo ricco di mistero, potremo ammirare lo splendido mosaico parietale che decorava un grande ninfeo risalente al I sec. d.C  che si trova nella  sala mensa dei Corazzieri.
Visita è a numero chiuso. Le prenotazioni si chiuderanno al raggiungimento del numero massimo; in ogni caso entro il  19 Settembre , giorno in cui devono essere inviati i dati per i dovuti  controlli

5 ottobre 2014

La Galleria Borghese (con biglietto d’ingresso gratuito)

Bernini

All’ interno della seicentesca Villa Borghese, immersa nel verde dei suoi giardini, si può ammirare la spettacolare collezione di Scipione Borghese, uno dei collezionisti più determinati della sua epoca. Nei vasti ambienti risplendenti della decorazione settecentesca sono disseminati i capolavori che l’hanno resa famosa: da Raffaello a Tiziano fino alle tele di Caravaggio e le rinomate sculture del Bernini e del Canova.

5 ottobre 2014

Un giorno alla Reggia di Caserta e alla Reale seteria di San Leucio

Caserta

La Reggia di Caserta progettata dal Vanvitelli per volere di Carlo III Borbone alla  metà del ’700  si presenta come  un’originale fusione della Reggia di Versailles dei re di Francia e del madrileno Palazzo dell’Escorial, sede dei re di Spagna. L’interno è caratterizzato dal continuo susseguirsi di stucchi, bassorilievi, affreschi, sculture e  da uno scalone  d’onore che rivela tutta la genialità vanvitelliana.  253 metri di facciata: 1217 stanze e 1898 finestre; quattro cortili di rappresentanza; 36 scale di disimpegno, compreso lo scalone d’onore che ha 146 scalini; 83 ettari di parco.
Dopo pranzo (libero) andremo a San Leucio a scoprire il più vasto impianto per la lavorazione delle sete e la produzione dei manufatti in seta esistente in Italia alla fine del sec. XVIII.  La visita della fabbrica serica costituisce un interessante percorso di archeologia industriale, con sale con strumenti per la produzione e lavorazione della seta, un’ampia sala con telai in legno perfettamente funzionanti, mostra di manufatti, la cuculliera e la filanda.

 

12 ottobre 2014

Testaccio e Monte dei Cocci (apertura speciale)

monte-Testaccio

A Roma come sappiano non ci sono solo i sette colli; è formata da tantissimi “Mons”. Testaccio è una collina artificiale formata esclusivamente dai frammenti o cocci (in latino “testae” da cui il nome Testaccio) di milioni di anfore usate per il trasporto delle merci che sbarcavano in epoca romana nel vicino porto fluviale, sistematicamente scaricati ed accumulati con ogni probabilità  tra il periodo augusteo e la metà del III secolo d.C. Ma il quartiere è famoso anche per il “Ludus Testacciae”  e dalle feste medioevali dei tori e dell’albero della cuccagna si passerà poi ai banchetti gastronomici delle famose Ottobrate romane.

 

 

19 ottobre 2014

Mostra: Memling. Rinascimento fiammingo alle Scuderie del Quirinale

Memling

Per la prima volta in Italia una Mostra monografica di Hans Memling, pittore tedesco  che si trasferì a Bruges nei Paesi Bassi e divenne il principale Maestro della seconda generazione della scuola fiamminga. Viene esplorato ogni aspetto della sua opera e della sua carriera, dalle pale d’altare ai trittici portatili, ai dipinti devozionali, oltre ai famosi ritratti. E’ il pittore che rivoluziona la ritrattistica introducendo gli sfondi nei suoi ritratti, così tanto tanto apprezzato  che divenne il ritrattista più celebre nella cerchia dei mercanti italiani a Bruges. E’ un’ occasione unica per ammirare tante opere sparse in tutto il mondo;  trittici divisi in diversi Musei e qui ricomposti per l’occasione; splendidi ritratti tra cui “Ritratto di uomo” eccezionale prestito della Regina Elisabetta.   (clicca sulla foto per i dettagli)

25 ottobre 2014

Mostra: “Mario Sironi. 1885-1961” al Vittoriano

L'Allieva_Sironi

Mario Sironi è uno tra i maggiori esponenti della pittura italiana del Novecento. Si dedica alla pittura dopo aver lasciato la facoltà di ingegneria a causa di una  crisi depressiva, sintomo di un disagio esistenziale che lo accompagnerà tutta la vita: Boccioni scrive che disapprova tutti e si chiude in casa a studiare i classici. Alla disperata amarezza per il crollo delle sue illusioni civili e politiche, si aggiunge lo strazio per il suicidio della figlia Rossana, che si toglie la vita a diciannove anni, nel 1948…. scriverà “ho visto cose che tutta la mia amara filosofia non mi avrebbe mai fatto immaginare, ho visto l’atrocità della vita e la bestialità umana”.  Details »

26 ottobre 2014

Area archeologica: Porto di Traiano (apertura straordinaria solo per noi)

Porto di Traiano

L’enorme traffico commerciale richiedeva un porto più grande e funzionale: fu così che Claudio e dopo Traiano si prodigarono per la costruzione un approdo appropriato. Un sito archeologico che oggi è per lo più interrato sotto l’area dell’ aeroporto di Fiumicino e ancora da scavare ma che conserva, nella parte visibile, edifici funzionali,  termali, canali di collegamento, in un ambiente di rara suggestione naturalistica. Chiuso al pubblico, possiamo coniugare grazie ad un permesso speciale, la scoperta archeologica e la passeggiata nel verde. (clicca sulla foto per i dettagli)

9 novembre 2014

Mostra: Memling. Rinascimento fiammingo alle Scuderie del Quirinale

Memling

Per la prima volta in Italia una Mostra monografica di Hans Memling, pittore tedesco  che si trasferì a Bruges nei Paesi Bassi e divenne il principale Maestro della seconda generazione della scuola fiamminga. Viene esplorato ogni aspetto della sua opera e della sua carriera, dalle pale d’altare ai trittici portatili, ai dipinti devozionali, oltre ai famosi ritratti. E’ il pittore che rivoluziona la ritrattistica introducendo gli sfondi nei suoi ritratti, così tanto tanto apprezzato  che divenne il ritrattista più celebre nella cerchia dei mercanti italiani a Bruges. E’ un’ occasione unica per ammirare tante opere sparse in tutto il mondo;  trittici divisi in diversi Musei e qui ricomposti per l’occasione; splendidi ritratti tra cui “Ritratto di uomo” eccezionale prestito della Regina Elisabetta.   (clicca sulla foto per i dettagli)