13 gennaio 2013 - Inquisizione, roghi e streghe nella Roma della Controriforma

Nella Roma di Beatrice Cenci e Giordano Bruno, dal ghetto a Campo de’ Fiori divampa la sfida al potere da parte di eretici, maghi e streghe. Un itinerario attraverso i luoghi della “diversità” che videro il libero pensiero oscurato dai roghi dell’Inquisizione.

Nessun commento »

Lascia un Commento

23 maggio 2015

Sorprese a Trevi

Antamoro

Un Rione famoso ma che ci può ancora sorprendere per i suoi gioielli nascosti. A Trevi si conservano vicoli di autentico impianto e sapore medioevale ma anche Palazzi signorili che nascondono nei loro cortili piccoli capolavori: entreremo in uno di questi dove scopriremo una fontana disegnata dal Bernini!  Proseguiremo alla scoperta di una piccola chiesa che per la sua facciata “non barocca” e per la sua vicinanza alla fontana di Trevi è poco frequentata. Legata a Belisario e ai Crociferi presenta anche dei bellissimi affreschi. Sorvoleremo sulla “grande” fontana che caratterizza il rione ma nella nostra ricerca di tesori nascosti entreremo invece in una chiesa normalmente chiusa al pubblico…che ci sorprenderà  per il suo interno particolare!

Leggi tutto

23 maggio 2015

visita guidata in gelateria: finalmente una visita in cui si assaggia!

gelato-fassi

Appassionati del gelato, una proposta per voi!
Abbiamo organizzato una visita ad una delle più famose  e antiche gelaterie di Roma: Fassi. Ci verrò raccontata la storia della gelateria, potremo ammirare i macchinari antichi, ma soprattutto potremo entrare nel laboratorio ed assistere al processo produttivo del gelato interrogando i gelatieri! Può mancare in questa dolcissima visita una coppetta di gelato? Certo che no!

 

Leggi tutto

24 maggio 2015

Mostra: Matisse. arabesque alle Scuderie del Quirinale

matisse

In questa Mostra saranno presenti circa 100 opere tra dipinti, disegni e costumi teatrali di Henri Matisse. Saranno riuniti capolavori provenienti dai più prestigiosi musei americani ed europei, con un contributo particolarmente rilevante del Museo Pushkin di Mosca e dell’Ermitage di San Pietroburgo le cui collezioni matissiane sono tra le più ricche e importanti al mondo. Arabesque perchè saranno evidenziate proprio le suggestioni di mondi lontani che tanto lo hanno colpito e hanno influito nella sua vita artistica. Maschere e tessuti africani, collezioni di vasi islamici e preziose stoffe orientali, saranno il corollario di opere interpretate tradotte dallo sguardo visionario, profondo e straordinariamente contemporaneo di un artista geniale e grandioso come Matisse.

Leggi tutto

24 maggio 2015

Roma segreta: Piramide Cestia (posti esauriti)

Piramide

La Piramide Cestia è uno dei monumenti più famosi di Roma e non può essere altrimenti dal momento che è l’unico esempio  superstite di una serie di monumenti funerari presente a Roma nel I sec. a.C., quando in città imperversavano le mode orientali dopo la conquista dell’Egitto nel 31 a.C.  Caio Cestio, dispose nel testamento che la costruzione del proprio sepolcro, in forma di piramide, avvenisse in 330 giorni. La tomba fu innalzata lungo la Via Ostiense e fu successivamente inglobata nella cinta muraria costruita  su iniziativa dell’imperatore Aureliano. La camera sepolcrale fu murata al momento della sepoltura, secondo l’usanza egiziana; ha una volta a botte su uno spazio di circa 23 mq e… bè bisogna entrarci per scoprire com’è l’interno.

 

Leggi tutto

28 maggio 2015

Passeggiata serale: Caravaggio 28 Maggio 1606

Caravaggio

il 28 Maggio fu un giorno fatidico per Caravaggio; quel giorno gli cambiò la vista; quel giorno gli costò l’esilio; quel giorno ci ha regalato le straordinarie opere tarde che senza il travaglio interiore e la paura costante di morire certo non ci sarebbero state!
Con una passeggiata che inizierà dal luogo dell’evento fatale, ripercorreremo alcune tappe della vita del pittore sostando nei punti salienti che lo vedono protagonista di fatti e misfatti!

 

Leggi tutto

29 maggio 2015

Mostra: Matisse. arabesque alle Scuderie del Quirinale

matisse

In questa Mostra saranno presenti circa 100 opere tra dipinti, disegni e costumi teatrali di Henri Matisse. Saranno riuniti capolavori provenienti dai più prestigiosi musei americani ed europei, con un contributo particolarmente rilevante del Museo Pushkin di Mosca e dell’Ermitage di San Pietroburgo le cui collezioni matissiane sono tra le più ricche e importanti al mondo. Arabesque perchè saranno evidenziate proprio le suggestioni di mondi lontani che tanto lo hanno colpito e hanno influito nella sua vita artistica. Maschere e tessuti africani, collezioni di vasi islamici e preziose stoffe orientali, saranno il corollario di opere interpretate tradotte dallo sguardo visionario, profondo e straordinariamente contemporaneo di un artista geniale e grandioso come Matisse.

Leggi tutto

30 maggio 2015

Sulle orme del Barocco: Cappella dei Re Magi nel Palazzo di Propaganda Fide

Capella-dei-Re-Magi

Seguendo il filo conduttore borrominiano non potevamo esimerci dal visitare il capolavoro del nostro architetto.  Tutti abbiamo ammirato la grandiosa facciata che troneggia sulla stretta via di Propaganda: sede della Sacra Congregazione per la Propagazione della Fede, fondata nel 1622 da Papa Gregorio XV. Il progetto, iniziato dal Bernini, è  in seguito passato al Borromini che stravolge tutto. Borromini non si stancò mai di tentare di modellare la massa in una fusione tra architettura e scultura, di far prendere vita ai muri che si animano grazie ai principali elementi architettonici stravolti nella loro funzionalità.  Oltre alla facciata però mise mano anche alla piccola chiesa nascosta al suo interno che trasformò in un piccolo gioiello di originalità!

 

Leggi tutto

31 maggio 2015

S. Spirito in Sassia nel giorno Nazionale del Sollievo

santo_spirito_in_sassia

Il complesso di Santo Spirito nacque nel 727 quando  il re Ina di Sassonia fondò la «Schola saxonum» nella vicinanze della basilica vaticana, centro d’accoglienza per i viaggiatori del suo paese. Accanto nacque presto una chiesa modificata più volte e quasi del tutto ricostruita nel ‘500 da importanti architetti tra cui il  Mascherino.  L’interno della chiesa è ricchissimo di opere d’arte, soprattutto tardo-manieriste, che ne fanno un vero e proprio museo. L’Ospedale che Papa Innocenzio III destinò all’assistenza degli infermi e al mantenimento dei poveri e dei proietti (bimbi abbandonati dalle loro madri) divenne il centro del progresso ospedaliero a Roma e nel mondo. Guido di Montpellier, dando vita all’organizzazione di Santo Spirito, volle che l’assistenza e la cura degli infermi fosse esente dalla freddezza e volle al capezzale dei malati donne pie e pietose, le Suore.  Una visita a Santo Spirito in Sassia nella giornata Nazionale del Sollievo ci sembra dunque d’obbligo.

Leggi tutto

31 maggio 2015

Mostra: Chagall al Chiostro del Bramante

chagall_love_life_mostra_roma

Marc Chagall è uno degli artisti più amati del ‘900 con un linguaggio da tutti riconosciuto, e che , tra tutti gli artisti del secolo scorso, è rimasto fedele a se stesso pur attraversando guerre,  rivoluzioni politiche e tecnologiche.
La mostra raccoglie in particolare lavori grafici e ripercorre i temi fondamentali della produzione di Chagall che fonde nella sua poetica ben tre culture: quella russa delle sue origini, quella ebraica della moglie, quella occidentale. Dalla collezione dell’Israel Museum di Gerusalemme giungono per la prima volta in Italia 140 opere: attraverso disegni, olii, gouache, litografie, acqueforti e acquerelli, la mostra racconta la sua poetica influenzata dal grande amore per la moglie Bella e dal dolore per la sua morte prematura.

 

Leggi tutto

7 giugno 2015

Area archeologica: Porto di Traiano

Porto di Traiano

L’enorme traffico commerciale richiedeva un porto più grande e funzionale: fu così che Claudio e dopo Traiano si prodigarono per la costruzione un approdo appropriato. Un sito archeologico che oggi è per lo più interrato sotto l’area dell’ aeroporto di Fiumicino e ancora da scavare ma che conserva, nella parte visibile, edifici funzionali,  termali, canali di collegamento, in un ambiente di rara suggestione naturalistica. Aperto eccezionalmente in queste domeniche primaverili, possiamo coniugare la scoperta archeologica e la passeggiata nel verde.

Leggi tutto

7 giugno 2015

Ostia antica con biglietto d’ingresso gratuito grazie alla “domenica al Museo”

Per chi ancora non la conosce: Ostia antica, la “Pompei del Lazio”.
Per la sua posizione, la quantità e qualità di reperti è una meta incantevole per una passeggiata domenicale accompagnati da una archeologa. Percorrendo il cardo e il decumano si potranno ammirare diversi templi, il teatro, case dipinte, magazzini e botteghe, ma anche curiosità come le latrine. Si possono ancora scorgere i resti della piazza attorniata dal portico scandito da colonne di granito e marmo grigio, il tutto immerso nella verdeggiante macchia mediterranea e ombreggiato da pini secolari.

Si consiglia scarpe comode, acqua, cappellino

 

Leggi tutto

10 giugno 2015

Passeggiata serale: ” Monti” … da Suburra a quartiere alla moda

Il primo dei Rioni di Roma conserva un dedalo di vicoli appartati e ricchi di fascino  in cui possiamo scoprire scorci mozzafiato, palazzi di personaggi famosi e resti di edifici antichi, torri medievali, piccole chiese e  grandi basiliche. La  sua storia affascinante si intreccia con le storie avvincenti del marchese del Grillo e dei Borgia, ma ancor prima con le passeggiate trasgressive di Messalina e di Nerone. Un rione dalla forte identità, tanto che i “monticiani” parlavano addirittura con un dialetto diverso.

Leggi tutto

14 giugno 2015

Un giorno a Pompei… Villa dei Misteri e non solo!

image_54

 La mattina del  24 agosto del 79 d.C. si sentì un boato e tutta Pompei si riempì di lapilli; la mattina dopo gas e cenere sottilissima completarono l’opera di devastazione.  Una devastante tragedia che ha sigillato un’intera città e ha permesso la ricostruzione di usi, costumi e ha fatto riemergere integre intere case,  pareti decorate e un’istantanea della vita di ogni giorno. Iniziando da Porta Anfiteatro si può ammirare l’orto dei fuggiaschi passando fra orti e giardini. Si sale per la via dell’Abbondanza fra botteghe, officine, termopolia. Si visitano le Terme Stabiane, la cui sezione femminile è stata riaperta dopo 20 anni,  teatri il Foro ma soprattutto il Lupanare.
Dopo pranzo si completa la visita al Foro, la Casa degli Amorini Dorati, una delle case più belle di Pompei, ma soprattutto la Villa dei Misteri appena riaperta passando per pistrinum e cave canem.
ATTENZIONE: Per motivi di sicurezza  NON E’ CONSENTITO introdurre all’interno degli scavi di Pompei,  borse e zaini,  le cui dimensioni siano superiori a 30x30x15 cm.

Leggi tutto