13 gennaio 2013 - Inquisizione, roghi e streghe nella Roma della Controriforma

Nella Roma di Beatrice Cenci e Giordano Bruno, dal ghetto a Campo de’ Fiori divampa la sfida al potere da parte di eretici, maghi e streghe. Un itinerario attraverso i luoghi della “diversità” che videro il libero pensiero oscurato dai roghi dell’Inquisizione.

Nessun commento »

Lascia un Commento

26 febbraio 2015

Il Gargano e le Isole Tremiti 30 Maggio – 2 Giugno

Tremiti

 

Il Gargano è un luogo fantastico che evoca nella nostra mente mare cristallino, coste frastagliate e distese verdeggianti. Tra queste meraviglie paesaggistiche emergono borghi ricchi di tradizione culturale e artistica, antiche roccaforti, eremi suggestivi e reperti archeologici di notevole interesse. Un viaggio che coniuga arte e natura. Un’occasione per scoprire storia e monumenti più significativi di un luogo suggestivo senza rinunciare al richiamo del mare!
Sabato 30 Maggio: Partenza da Roma verso Lucera e Troia

Domenica 31 Maggio: Monte S. Angelo e Abbazie rupestri

Lunedì 1 Giugno: Isole Tremiti (in alternativa Trani e Barletta)

Martedì 2 Giugno: Manfredonia e rientro a Roma

 

 

 

Details »

Leggi tutto

25 aprile 2015

Mostra: Matisse. arabesque alle Scuderie del Quirinale

matisse

In questa Mostra saranno presenti circa 100 opere tra dipinti, disegni e costumi teatrali di Henri Matisse. Saranno riuniti capolavori provenienti dai più prestigiosi musei americani ed europei, con un contributo particolarmente rilevante del Museo Pushkin di Mosca e dell’Ermitage di San Pietroburgo le cui collezioni matissiane sono tra le più ricche e importanti al mondo. Arabesque perchè saranno  evidenziate proprio le suggestioni dell’Oriente che tanto lo hanno influenzato.

Leggi tutto

25 aprile 2015

Scopriamo una Roma diversa: la Garbatella

gabatella

La signora Garbatella, la fontana Carlotta, sono solo alcuni tra gli elementi che caratterizzano questo quartiere: nato per ospitare le persone impiegate per la costruzione di un porto nelle vicinanze e divenuto “trendy” grazie ai molti film e fiction televisive. Dal 1920 ad oggi in un susseguirsi di vicende e ristrutturazioni percorreremo la storia di questo particolare quartiere che ancora fa sfoggio, con la sua asimmetria,  il movimento nelle costruzioni, l’uso dei colori vivaci, della volontà iniziale di una architettura etica, attenta ai bisogni delle persone.  

Leggi tutto

26 aprile 2015

Passeggiata esoterica: i segreti di via Veneto

ViaVeneto

Via Veneto e l’universo simbolico del quartiere sorto dopo la distruzione dell’antica Villa Ludovisi ammirata da poeti e artisti. Un percorso da Porta Pinciana alla Fontana del Tritone fra antichità, barocco e modernità. Dalla Roma papale alla “dolce vita” felliniana il clima surreale di un quartiere dove la magia e l’ esoterismo berniniano si fondono con l’internazionalismo massonico e il mistero dell’architettura di Gino Coppedè.

Leggi tutto

26 aprile 2015

Sulle orme del Barocco: S. Ivo alla Sapienza

S Ivo

In preparazione alla grande Mostra sul Barocco riscopriamo le meraviglie presenti nella nostra città e soprattutto il genio creativo del grande Borromini!
All’interno del Palazzo della Sapienza, sede dell’antica Università di Roma, si cela uno dei capolavori borrominiani:  la chiesa di San’Ivo. Partendo dal cortile  si può già assaporare la grandezza compositiva e simbolica del grande Maestro: le forme che si aprono e si chiudono intorno a noi, gli elementi allusivi, la compenetrazione di figure geometriche, l’estro visionario che riesce a tradurre l’architettura in metafora.

Leggi tutto

2 maggio 2015

Necropoli di Porto (apertura straordinaria solo per noi)

NecropoliPorto

La Necropoli di Isola Sacra, situata alle foci del Tevere, si è  sviluppatasi a partire dal I secolo d.C. intorno all’abitato di Porto. Le piene del Tevere e il conseguente insabbiamento dell’area hanno consentito un’ottima conservazione delle tombe. Attraversata da una strada lastricata, è caratterizzata prevalentemente da tombe di tipo familiare a camera quadrata, quindi abbiamo  una vera città per i morti. Sono presenti sepolture semplici di plebei contrapposte ad altre lussuose e riccamente decorate appartenenti a ricchi commercianti.  Le iscrizioni, ma soprattutto i rilievi in terracotta sulle facciate di alcune tombe, indicano il mestiere del defunto e forniscono il quadro di un tipico ceto medio di artigiani, bottegai, commercianti, e professionisti, spesso liberti o di origine libertina. Si tratta della piccola borghesia romana che era comunque in grado di abbellire le tombe con stucchi e pitture di grandi finezza.

 

Leggi tutto

3 maggio 2015

Villa Adriana con biglietto d’ingresso gratuito

villa-adriana

Villa Adriana è una villa immensa e di grande suggestione costruita da Adriano come sua residenza imperiale dove il lusso trionfa come espressione stessa del potere. Adriano ha una personalità molto versatile ed è un grande appassionato di architettura per cui il complesso monumentale  riprende l’iconografia tradizionale  con atrio, tablinio, triclinio ecc. ma  il tutto viene trasformato in qualcosa di grandioso e i ninfei, padiglioni e giardini  si alternano secondo una distribuzione del tutto inusuale.

Leggi tutto

3 maggio 2015

Villa d’Este a Tivoli (con biglietto d’ingresso gratuito)

Villa_d_Este

Il cardinale Ippolito II d’Este, governatore di Tivoli,  volle ricreare qui i fasti  delle corti di  Roma e Fontainebleau, così chiamò per decorare la villa i più noti artisti  del momento ma soprattutto  ideò uno splendido giardino dove l’ingegneria idraulica, lo studio della prospettiva e la scenografia teatrale si fondono mirabilmente con il verde rigoglioso della natura e contribuiscono a creare innumerevoli giochi d’acqua. Approfitteremo dell’ apertura gratuita della prima domenica del mese per scoprire ma soprattutto  godere  delle fontane e del giardino nel caldo tepore primaverile.

Leggi tutto

9 maggio 2015

Sulle orme del Barocco: Santa Maria dei Sette dolori (permesso speciale)

7 dolori

Sul gianicolo abbiamo un Monastero nato nel 1642 per volontà di Camilla Virginia Savelli, che vi aveva raccolto delle giovani desiderose di farsi suore: perchè merita una visita? Perchè seppur sconosciuto in quanto tuttora perdura la clausura, ha una mente ideatrice d’eccezione: un architetto di nome Borromini!
La facciata del monastero ingloba la chiesa ed è delimitata da due corpi ellissoidali che racchiudono una parete concava; è lo stile del celebre architetto con il suo sapiente gioco di superfici piane, concave e convesse. La chiesa, ad una navata, ha gli spigoli smussati e le pareti scandite da colonne con una trabeazione continua che si conclude su una finestra a imbuto rovesciato dietro la quale le suore assistevano alla funzioni.

Leggi tutto

9 maggio 2015

Mostra: Barocco a Roma. La Meraviglia delle Arti

barocco

A Roma una mostra sul Barocco…certo, dove se non a Roma?
Attraverso le opere esposte, alcune provenienti dai  più autorevoli musei del mondo, potremo percorrere l’evolversi del linguaggio barocco, dagli inizi del Seicento, con l’arrivo a Roma dei pittori bolognesi, alla elaborazione dell’estetica barocca sotto Urbano VIII, alla caratterizzazione in senso teatrale e scenografico della città di Roma, fino al 1680, anno della morte di Gian Lorenzo Bernini, dopo la quale la scena romana muta grazie alla presenza di artisti emergenti come Maratta e il Gaulli. L’esposizione non solo presenta la pittura, la scultura e l’architettura, ma anche le cosiddette arti minori con mirabili opere dell’arredo domestico, realizzati secondo gli indirizzi del nuovo stile.

Leggi tutto

10 maggio 2015

Passeggiata esoterica: Carboneria e Massoneria

app

Carboneria e Massoneria nel cuore della capitale pontificia: lo scontro fra clericalismo e laicismo mazziniano e repubblicano prima di Porta Pia ha come premessa l’azione insurrezionale e cospirativa della Carboneria e dei suoi martiri. Dal quartiere di Piazza del Popolo costellato dalle testimonianze di questo conflitto, l’itinerario si snoda verso il rione Prati epicentro della sfida fra la Roma papale e la Terza Roma, dove visiteremo il piccolo museo di una chiesa “molto particolare”: il Museo delle Anime del Purgatorio.

Leggi tutto

10 maggio 2015

Un giorno a Vulci, tra archeologia e natura

vulci

Il parco archeologico di Vulci, nella maremma laziale è il luogo ideale per trascorrere una giornata tra natura e archeologia. In mezzo  al verde troveremo i resti della città etrusco-romana  con le sue mura di difesa, le porte , alcune abitazioni ed edifici pubblici: Non può mancare la Necropoli dove ci apriranno la tomba François: la tomba etrusca famosa il tutto il mondo per il suo ricco corredo e per le pitture che affrescavano le pareti. Purtroppo oggi sono conservate a casa dei Torlonia ma sulle pareti rimangono ancora alcune tracce: in ogni caso ci rimane un lungo dromos tagliato nella collina per oltre 15 metri di profondità e  7 camere principali: un monumento funebre di impareggiabile grandezza!
La passeggiata che si snoda lungo il Parco ci porterà al laghetto del Pellicone per terminare al  Museo archeologico ricavato all’interno del Castello della Badia dove potremmo ammirare e camminare sul suggestivo ponte  “del Diavolo” che scavalca  il fiume Fiora.

Leggi tutto

16 maggio 2015

I Sepolcri di via Latina (permesso speciale)

Pancrazi

Via Latina, che collegava Roma con Capua, principale via di comunicazione prima che fosse costruita l’Appia, è ancora pavimentata per un lungo tratto dell’antico basolato in selce e  conserva ancora su entrambi i lati numerosi monumenti funebri e testimonianze storiche che si protraggono fino all’alto medioevo.  Un luogo ricco di suggestioni, risparmiato dallo sviluppo edilizio e che riserva delle sorprese: due Sepolcri eccezionali da esplorare!
Il Sepolcro dei Valeri, ancora conserva la decorazione in stucco bianco a medaglioni con rappresentazioni di creature fantastiche, eroti, figure femminili.
Il Sepolcro dei Pancrazi  presenta una prima camera sepolcrale decorata da affreschi lungo le volte, rappresentanti paesaggi naturali, scene figurate, teste allegoriche e figure femminili e una  seconda da camera sepolcrale conserva una complessa e ricchissima decorazione ad affresco policromo e stucco sulla volta e sulle pareti, rappresentante scene mitologiche ed epiche, personaggi divini ed eroici.

Leggi tutto

23 maggio 2015

Un salto nel freddo per tutti i golosi

gelato-fassi

Appassionati del gelato, una proposta per voi!
Abbiamo organizzato una visita ad una delle più famose  e antiche gelaterie di Roma: Fassi. Ci verrò raccontata la storia della gelateria, potremo ammirare i macchinari antichi, ma soprattutto potremo entrare nel laboratorio ed assistere al processo produttivo del gelato interrogando i gelatieri! Può mancare in questa dolcissima visita una coppetta di gelato? Certo che no!

 

Leggi tutto

24 maggio 2015

Mostra: Matisse. arabesque alle Scuderie del Quirinale

matisse

In questa Mostra saranno presenti circa 100 opere tra dipinti, disegni e costumi teatrali di Henri Matisse. Saranno riuniti capolavori provenienti dai più prestigiosi musei americani ed europei, con un contributo particolarmente rilevante del Museo Pushkin di Mosca e dell’Ermitage di San Pietroburgo le cui collezioni matissiane sono tra le più ricche e importanti al mondo. Arabesque perchè saranno evidenziate proprio le suggestioni di mondi lontani che tanto lo hanno colpito e hanno influito nella sua vita artistica. Maschere e tessuti africani, collezioni di vasi islamici e preziose stoffe orientali, saranno il corollario di opere interpretate tradotte dallo sguardo visionario, profondo e straordinariamente contemporaneo di un artista geniale e grandioso come Matisse.

Leggi tutto

24 maggio 2015

Roma segreta: Piramide Cestia

Piramide

La Piramide Cestia è uno dei monumenti più famosi di Roma e non può essere altrimenti dal momento che è l’unico esempio  superstite di una serie di monumenti funerari presente a Roma nel I sec. a.C., quando in città imperversavano le mode orientali dopo la conquista dell’Egitto nel 31 a.C.  Caio Cestio, dispose nel testamento che la costruzione del proprio sepolcro, in forma di piramide, avvenisse in 330 giorni. La tomba fu innalzata lungo la Via Ostiense e fu successivamente inglobata nella cinta muraria costruita  su iniziativa dell’imperatore Aureliano. La camera sepolcrale fu murata al momento della sepoltura, secondo l’usanza egiziana; ha una volta a botte su uno spazio di circa 23 mq e… bè bisogna entrarci per scoprire com’è l’interno.

 

Leggi tutto

30 maggio 2015

Sulle orme del Barocco: Cappella dei Re Magi nel Palazzo di Propaganda Fide

Capella-dei-Re-Magi

Seguendo il filo conduttore borrominiano non potevamo esimerci dal visitare il capolavoro del nostro architetto.  Tutti abbiamo ammirato la grandiosa facciata che troneggia sulla stretta via di Propaganda: sede della Sacra Congregazione per la Propagazione della Fede, fondata nel 1622 da Papa Gregorio XV. Il progetto, iniziato dal Bernini, è  in seguito passato al Borromini che stravolge tutto. Borromini non si stancò mai di tentare di modellare la massa in una fusione tra architettura e scultura, di far prendere vita ai muri che si animano grazie ai principali elementi architettonici stravolti nella loro funzionalità.  Oltre alla facciata però mise mano anche alla piccola chiesa nascosta al suo interno che trasformò in un piccolo gioiello di originalità!

 

Leggi tutto

31 maggio 2015

S. Spirito in Sassia nel giorno Nazionale del Sollievo

santo_spirito_in_sassia

Il complesso di Santo Spirito nacque nel 727 quando  il re Ina di Sassonia fondò la «Schola saxonum» nella vicinanze della basilica vaticana, centro d’accoglienza per i viaggiatori del suo paese. Accanto nacque presto una chiesa modificata più volte e quasi del tutto ricostruita nel ‘500 da importanti architetti tra cui il  Mascherino.  L’interno della chiesa è ricchissimo di opere d’arte, soprattutto tardo-manieriste, che ne fanno un vero e proprio museo. L’Ospedale che Papa Innocenzio III destinò all’assistenza degli infermi e al mantenimento dei poveri e dei proietti (bimbi abbandonati dalle loro madri) divenne il centro del progresso ospedaliero a Roma e nel mondo. Guido di Montpellier, dando vita all’organizzazione di Santo Spirito, volle che l’assistenza e la cura degli infermi fosse esente dalla freddezza e volle al capezzale dei malati donne pie e pietose, le Suore.  Una visita a Santo Spirito in Sassia nella giornata Nazionale del Sollievo ci sembra dunque d’obbligo.

Leggi tutto