31 gennaio 2015

Tempietto del Bramante e chiesa di S. Pietro in Montorio

tempietto bramante

Sul Gianicolo si nasconde un capolavoro rinascimentale, il tempietto del Bramante: un edificio dalla perfezione assoluta  modellato sul tempio periptero circolare  evocativo al massimo perchè doveva celebrare il martirio di San Pietro. Dalla cripta alla cupola abbiamo un susseguirsi di riferimenti simbolici e richiami neoplatonici a partire dal cerchio che nell’Umanesimo  è il simbolo del cosmo armonico e di Dio.  La chiesa fu commissionata dai reali di Spagna Ferdinando V e Isabella di Castiglia alla fine del ‘400 e contiene al suo interno opere considerevoli di grandi artisti: Sebastiano del Piombo, Daniele da Volterra,  Bartolomeo Ammannati , Pomarancio e Vasari. (clicca sulla foto per i dettagli)

31 gennaio 2015

Passeggiata esoterica: Giordano Bruno,l’Egitto e la Massoneria

misterise presenze

L’arrivo del frate Nolano a Roma presso la Minerva prima della fuga per l’ Europa e il suo arresto nel 1592 a Venezia per essere tradotto nella capitale dello Stato pontificio l’anno seguente, costituiscono la fase iniziale e quella finale di un progetto filosofico ed esoterico straordinario alimentato da magia, alchimia e cabbalah. Cominceremo da S. Maria della  Minerva, convento domenicano che ospitò due conclavi, Santa Caterina e il Beato Angelico e dove si tenne l’udienza conclusiva del processo a Galileo Galilei essendo. Ma fu anche il luogo dove si rifugiò Giordano Bruno, fuggito da Napoli a seguito dell’accusa di eresia.
Ci fermeremo alla chiesa del Gesù per arrivare  in  Campo de’Fiori sulle tracce di un eretico che diventò icona del libero pensiero massonico. (clicca sulla foto per i dettagli)

 

1 febbraio 2015

Musei gratis: I tesori di Palazzo Massimo

gladiatore palazzo massimo

L’ottocentesco palazzo vicino alla stazione Termini ospita una importantissima collezione di arte classica. Dislocati su quattro piani troviamo sculture, affreschi, mosaici, monete che documentano la storia romana dall’età tardo-repubblicana all’età tardo-antica. Nelle sale del piano terra sono esposti originali greci rinvenuti a Roma come il Pugile, il Principe ellenistico e la Niobide dagli Horti Sallustiani.
Al primo piano capolavori come il Discobolo Lancellotti, la Fanciulla di Anzio e l’Ermafrodito dormiente.
Ma è soprattutto il secondo piano che ci riserva la sorpresa più grande:  qui sono stati ricomposti gli affreschi del triclinio del giardino dipinto della Villa di Livia in cui possiamo riconoscere una gran varietà di piante e di uccelli realizzati naturalisticamente e le stanze della Villa della Farnesina, splendide con le loro pareti rosso cinabro. Queste pitture non avevano mai svelato come adesso la loro cromia brillante la suggestiva prospettiva sottolineate grazie ad una illuminazione particolare e innovativa.  (clicca sulla foto per i dettagli)

1 febbraio 2015

Musei gratis: Ostia Antica… questa sconosciuta! (seconda parte)

sinagoga

Seguendo il Decumano Massimo oltre il Foro,  si può scoprire  una parte di Ostia che pochi conoscono. Passeggiando verso Porta Marina si scopriranno Domus, Insulae, la Schola di Traiano  ma soprattutto si potrà scoprire il cuore “internazionale” di Ostia dove diverse culture e religioni convivevano pacificamente e quindi potremo ammirare Mitrei, Templi, una Sinagoga e una Basilica cristiana. (cliccare sulla foto per i dettagli)
Si consiglia scarpe comode

 

1 febbraio 2015

Musei gratis: La Galleria Borghese (solo 20 posti)

Bernini

All’ interno della seicentesca Villa Borghese, immersa nel verde dei suoi giardini, si può ammirare la spettacolare collezione di Scipione Borghese, uno dei collezionisti più determinati della sua epoca. Nei vasti ambienti risplendenti della decorazione settecentesca sono disseminati i capolavori che l’hanno resa famosa: da Raffaello a Tiziano fino alle tele di Caravaggio e le rinomate sculture del Bernini e del Canova.  (clicca sulla foto per i dettagli)

7 febbraio 2015

Mostra: Escher al chiostro del Bramante

Escher

Vengono esposte al chiostro del Bramante oltre 150 opere, alcune davvero famosissime, di Escher, grafico ed incisore olandese che ancora oggi sfugge ad ogni definizione precisa e dalla personalità originale come poche. Escher visse in Italia dal 1923 al 1935, il suo è un rapporto d’amore ed è proprio il nostro Paese a dargli lo spunto per il meraviglioso e l’inconsueto per l’attenzione alle piccole cose, alla natura ma rivisitata sempre attraverso il reticolo geometrico. In Italia assorbirà lo stile futurista ma  fu la Spagna, ed in particolare l’Alhambra, ad ispirargli la passione per la tassellatura con la bellezza della sua regolarità geometrica che spesso diventa magia e gioco. Con i matematici vi fu un rapporto di stima reciproca… con gli  hippies meno ! ( clicca sulla foto per i dettagli) 

7 febbraio 2015

I palazzi della nobiltà romana: Palazzo Mattei di Giove (permesso speciale)

In pieno centro l’interno di un Palazzo nobiliare ci stupirà per la sua bellezza!
E’ L’ultimo Palazzo  dell’isola Mattei, costruito in occasione delle seconde nozze del duca di Giove, opera del grande architetto Carlo Maderno.  Da un esterno, elegante ma sobrio,  passiamo ad uno stupefacente interno. Il  cortile  ci accoglie con un ambiente ricco di decorazioni: statue, busti  e frammenti architettonici dell’antichità si fondono con gli stucchi barocchi delle cornici.  Le sale  del piano nobile, che attualmente ospitano il Centro di Studi Americani, hanno le volte dipinte dagli artisti più famosi  a Roma nel primo Seicento, quali Francesco Albani, Giovanni Lanfranco, Antonio Pomarancio, Pietro da Cortona.  (clicca sulla foto per i dettagli)

8 febbraio 2015

La Roma Sotterranea: L’insula romana di S. Paolo alla Regola (permesso speciale: solo 15 pax)

Nei pressi di piazza  Campo dei Fiori si nasconde uno dei tesori della Roma sotterranea: per gli appassionati di archeologia  e di storia romana un’occasione da non perdere!
Sotto il cinquecentesco palazzo Specchi sono state rinvenute alcune strutture romane ancora ben conservate, gli Horrea Vespasiani, risalenti  al tempo dell’imperatore Domiziano. Lo spettacolare ritrovamento ha evidenziato una struttura di ben quattro piani di altezza con ambienti che si snodano su più livelli fino a otto metri sotto il piano stradale. Le strutture architettoniche e i mosaici portati alla luce ne fanno uno sei siti più suggestivi della Roma sotterranea. (clicca sulla foto per i dettagli)

14 febbraio 2015

San Valentino: Amori antichi passeggiando nel cuore di Roma

San Valentino: festeggiamolo ascoltando tante storie d’amore:  amori impossibili, amori volenti, amori romantici… amori diversi… il tutto tra vicoli e  piazze del cuore di Roma fondendo le nostre storie con i più grandi monumenti. Ascolteremo all’interno del Pantheon la storia d’amore più famosa d’Italia, quella della Fornarina e Raffaello; davanti alle colonne del tempio di Adriano il commovente amore di un Principe per un ragazzo; davanti alla tela del Caravaggio l’amore per una donna perduta resa immortale nelle vesti di Madonna per terminare a piazza Navona dove concluderemo con altre storie… e piccoli consigli.  (clicca sulla foto per i dettagli)

15 febbraio 2015

Museo degli strumenti musicali

strumenti musicali

Inaugurato nel 1974, il Museo ha sede nell’ex caserma “Principe di Piemonte” nei pressi della Basilica di S. Croce in Gerusalemme. Per ricchezza e pregio degli esemplari conservati è il maggiore Museo di questo tipo presente in Europa. Sono esposti circa 840 Strumenti attraverso i quali si può ricostruire la storia della musica: da quelli a fiato e percussione del mondo antico greco e romano sino a quelli del nostro secolo. vi sono anche strumenti della tradizione musicale extraeuropea provenienti dall’Africa, dall’Oceania, dall’America. Tra i pezzi particolari l’arpa Barberini del XVII secolo, il clavicembalo verticale italiano. (clicca sull’immagine per i dettagli)

15 febbraio 2015

Studio d’artista: Museo Canonica a villa Borghese

museo_pietro_canonica

Pietro Canonica è un artista di fine ‘800 che si afferma negli ambienti dell’alta aristocrazia e viene chiamato presso tutte le corti d’Europa, dove fanno a gara per commissionargli opere celebrative, ma soprattutto busti, ritratti palpitanti ed incisivi, eseguiti con una perizia tecnica rara: da Buckingham Palace alla corte degli Zar, innumerevoli sono i volti aristocratici che vedono espressa nel marmo la loro più segreta interiorità. Il suo Studio è ricavato nella “Fortezzuola” di Villa Borghese,  nella splendida cornice di Piazza di Siena, dove l’artista vive e lavora fino alla morte, nel 1959. Oltre al percorso espositivo con  marmi, bronzi, e modelli originali dell’artista avremo la possibilità di entrare nel mondo privato con un percorso più “intimo” che si snoda nell’appartamento dell’artista.  (clicca sulla foto per i dettagli)

21 febbraio 2015

Carcere Mamertino sul Campidoglio

Carcere Mamertino

Situato al di sotto della chiesa di San Giuseppe dei Falegnami, si può visitare il più antico carcere di Roma, fatto costruire dal re Anco Marzio ai piedi del Campidoglio. Qui erano rinchiusi capi di popolazioni nemiche ma anche semplici rivoltosi. Tra i personaggi famosi cui fu riservato tale destino ricordiamo Giugurta, re della Numidia (104 a.C.), Vercingetorige re gallo (49 a.C.), i compagni di Gaio Gracco (123 a.C.), i seguaci di Catilina(60 a.C.). Qui furono tenuti prigionieri anche gli apostoli Pietro e Paolo. Non è possibile affermare con certezza quando il luogo perse la sua funzione di carcere per diventare meta di pellegrinaggi da parte dei primi cristiani, anche se alcune fonti affermano che fu elevato a luogo di culto già nel 314 d.C., quando il Papa Silvestro lo dedicò a S. Pietro in Carcere. (clicca sulla foto per i dettagli)

22 febbraio 2015

Visita esoterica: Palazzo Falconieri

terrazzaFalconieri

Simbolismo massonico ed ermetismo a Palazzo Falconieri, sede dell’Accademia d’Ungheria.  Il Palazzo che si trova su Via Giulia è appartenuto agli Odescalchi  e  ai Farnese.  Nei primi del ‘600  fu acquistato dai Falconieri , fiorentini, che chiamarono il Borromini per  la sua sistemazione.    Nasconde nelle sue stanze gli enigmi della geometria sacra. Un itinerario iniziatico che dallo splendido giardino verso il Tevere ci condurrà “a riveder le stelle” sulla terrazza panoramica del palazzo tra erme dialoganti con le intelligenze angeliche. (clicca sulla foto per i dettagli)

27 febbraio 2015

MiraMuseo agli…Esteri (permesso speciale)

Collezione-Ministro-degli-Affari-Esteri

Abbiamo avuto il permesso per visitare la Collezione di arte contemporanea all’interno del Palazzo della Farnesina al Foro Italico, sede del Ministero degli Esteri-
Potremo ammirare, accompagnati dal personale interno opere veramente straordinarie.
Le scelte effettuate hanno privilegiato maestri storici della prima metà del XX secolo, fra Futurismo (Balla, Boccioni, Depero), Metafisica (de Chirico) e ritorno alla figurazione, nella sua duplice declinazione novecentista (Carrà, Sironi, Soffici) e antinovecentista (Cagli, Campigli, Pirandello, Scipione, Martini), così come protagonisti del secondo dopoguerra, sia in ambito realista (Guttuso) e astrattista (Accardi, Sanfilippo, Dorazio, Consagra), sia in ambito informale (Afro, Burri, Scarpitta) che spazialista (Fontana). Recentemente si è arricchita di un nucleo di opere di protagonisti della scena artistica italiana nella seconda metà del Novecento (Burri, Accardi, Sanfilippo, Vedova, Turcato).
Visita a numero chiuso. Le prenotazioni saranno chiuse al raggiungimento del numero massimo. 
La prenotazione deve essere confermata con luogo, data di nascita ed estremi del documento che verrà presentato alla visita.

 

1 marzo 2015

Un giorno ad Ercolano e Oplontis

DSC01067

Ercolano, fondata dal mitico Ercole ha subito la stessa sorte di Pompei, ma il perfetto stato di conservazione dei legni, delle parti in bronzo e soprattutto degli alzati delle case, restituisce un quadro completo sia dell’edilizia residenziale, che permette di ricostruire la vita quotidiana e il modo di abitare, sia dei vari stili della pittura vesuviana.
Dopo pranzo proseguiremo verso Oplontis dove è visibile la la villa di ” Poppea ”  attribuita a Poppaea Sabina, seconda moglie dell’imperatore Nerone.  si tratta di uno degli esempi più significativi di residenza aristocratica romana, con atrio tuscanico, numerosissimi ambienti, giardini e terme. Conserva inoltre una raffinata decorazione pittorica che costituisce uno dei migliori esempi di II stile pompeiano, nella sua fase più antica.  (clicca sulla foto per i dettagli)

 

1 marzo 2015

Musei gratis: “Lorenzo Lotto e i Tesori artistici di Loreto” a Castel s. Angelo

lotto

Potremo ammirare in una ambientazione già da favola, le sale di Castel Sant’Angelo,  le opere dell’ Antico Tesoro di Loreto. Spicca tra tutti il  nome prestigioso di Lorenzo Lotto,  ma sarà possibile incontrare nella mostra anche Pomarancio, Guido Reni, Annibale Carracci, Andrea Sacchi, Filippo Bellini, Simon Vouet ed altri. Inoltre la mostra sarà arricchita da una sezione dove verranno esposti preziosi reperti del Tesoro della Santa Casa, ad iniziare dal prezioso Crocifisso, opera di Giambologna, e da una scelta di artistiche ceramiche urbinate cinquecentesche. (clicca sulla foto per i dettagli)

7 marzo 2015

Oratorio del Gonfalone (apertura riservata)

Oratorio del Gonfalone

L’Oratorio del Gonfalone, nei pressi di via Giulia, è oggi conosciuto dagli appassionati per i Concerti del giovedì sera organizzati  dal Coro Polifonico Romano.
Aperto solo nei giorni feriali forse in pochi ne conoscono lo straordinario interno. Le pareti sono impreziosite  da un ciclo di affreschi dedicato alla Passione di Cristo, realizzato ad opera dei più grandi artisti del Manierismo romano tra il 1569 e  il 1576, quando era cardinale protettore dell´Oratorio Alessandro Farnese. Il ciclo è scandito in dodici episodi: inizia con l´entrata in Gerusalemme, prosegue con l´Ultima Cena, l´Orazione nell´orto, la Cattura di Cristo, Cristo davanti a Caifa, la Flagellazione, l´Incoronazione di spine, l´Ecce Homo, la Salita al Calvario, la Crocifissione e si conclude con la Resurrezione. Sopra ogni episodio sono raffigurati un Profeta e una Sibilla, suddivisi da una edicola architettonica, che racchiude una figura allegorica dipinta in monocromo.

8 marzo 2015

Casa di Livia e di Augusto al Palatino (Posti esauriti)

casa-augusto

Il Palatino è un luogo emblematico per  Roma. Recentemente è stata aperta al pubblico la casa di Augusto e  la vicina dimora attribuita a Livia, la terza amatissima moglie. Dai cubicola al tablinum, una serie di stanze affrescate nel secondo stile e semplici composizioni architettoniche ci accompagneranno  in questo appartamento reale. La casa di Livia, chiusa perchè aveva problemi di umidità, non solo è stata riaperta dopo un accurato intervento  di bonifica ma ha potuto vedere i muri del triclinio tornare all’antico splendore con la ricostruzione come in un grande puzzle dell’affresco caduto e disintegrato in 500 pezzi. (cliccca sulla foto per i dettagli)

14 marzo 2015

Mostra: “Giorgio Morandi 1890-1964″ al Vittoriano

giorgio-morandi

La Mostra documenta la vicenda artistica del pittore bolognese attraverso opere provenienti da prestigiose collezioni private e  importanti istituzioni pubbliche. Giorgio Morandi, uno degli artisti più riconoscibili e al tempo stesso più enigmatici del Novecento è noto soprattutto per le sue creazioni composte da bottiglie e semplici oggetti quotidiani;  si distingue per una ricerca meticolosa, una capacità espressiva e una profondità di indagine senza eguali. La rassegna, distribuita in un ordine cronologico e tematico, intende ripercorrere l’intero cammino compiuto da Morandi e include opere espresse con differenti tecniche: pittura, incisione, acquerello e disegno. Attività, o meglio ricerche, svolte in parallelo, spesso intersecate. Si parte dalle prime opere, realizzate nel solco delle avanguardie e della tradizione italiana, per giungere a quelle degli ultimi anni, caratterizzate da una progressiva rarefazione e pervase da un’inquietudine tutta moderna.

15 marzo 2015

Casa di Livia e di Augusto al Palatino (solo 20 posti)

casa-augusto

Il Palatino è un luogo emblematico per  Roma. Recentemente è stata aperta al pubblico la casa di Augusto e  la vicina dimora attribuita a Livia, la terza amatissima moglie. Dai cubicola al tablinum, una serie di stanze affrescate nel secondo stile e semplici composizioni architettoniche ci accompagneranno  in questo appartamento reale. La casa di Livia, chiusa perchè aveva problemi di umidità, non solo è stata riaperta dopo un accurato intervento  di bonifica ma ha potuto vedere i muri del triclinio tornare all’antico splendore con la ricostruzione come in un grande puzzle dell’affresco caduto e disintegrato in 500 pezzi. (cliccca sulla foto per i dettagli)

21 marzo 2015

Mostra: Matisse. arabesque alle Scuderie del Quirinale

matisse

In questa Mostra saranno presenti circa 100 opere tra dipinti, disegni e costumi teatrali di Henri Matisse. Saranno riuniti capolavori provenienti dai più prestigiosi musei americani ed europei, con un contributo particolarmente rilevante del Museo Pushkin di Mosca e dell’Ermitage di San Pietroburgo le cui collezioni matissiane sono tra le più ricche e importanti al mondo. Arabesque perchè saranno  evidenziate proprio le suggestioni dell’Oriente che tanto lo hanno influenzato.   (clicca sulla foto per i dettagli)