20 settembre 2014

Car2go e Miramuseo

cms image

Fino al 31 dicembre  è attiva a Roma la collaborazione   car2go e Miramuseo , con offerte speciali riservate sia ai rispettivi Soci che a nuovi potenziali Soci.  I Soci di Miramuseo avranno la possibilità di registrarsi per l’utilizzo del servizio di car sharing di car2go usando un apposito codice di registrazione.  A seguito dell’utilizzo di tale codice, la commissione di registrazione al servizio di car sharing di car2go sarà gratuita e saranno garantiti 30 (trenta) minuti gratuiti per l’utilizzo del servizio,  validi trenta giorni dalla data di accredito. Details »

22 novembre 2014

Passeggiata: Tremate tremate…le streghe son tornate!

goya_sabba_di_streghe

Armati di un rametto di biancospino, utile a proteggerci, si tornerà a caccia di streghe per una sera. Ci farà da cornice una Roma misteriosa, oscura e per questo ancora più ricca di fascino. Individueremo i luoghi in cui vissero o furono uccise le streghe, le fattucchiere e negromanti più famose della nostra città,  storia vera di donne condannate a morire sul rogo. Fin dai tempi dell’antica Roma ci si scagliò contro le cosiddette striges, come nella mitologia classica erano definiti gli uccelli rapaci dall’aspetto femminile divoratrici di bambini. Scopriremo con stupore che i secoli in cui si verificò un vero e proprio accanimento contro di loro non furono i cosiddetti secoli bui del Medioevo ma piuttosto l’età moderna. (clicca sulla foto per i dettagli)
Details »

22 novembre 2014

Roma sotterranea: Mitreo di Santa Prisca (permesso speciale)

Mitreo_S_Prisca

l mitreo sottostante la Chiesa di S. Prisca fu scoperto nel 1934 a seguito di lavori di scavo intrapresi dai Padri Agostiniani.  Vi si accede dal giardino della Chiesa e come prima cosa ci troviamo di fronte ai resti di una abitazione. I mitrei infatti  spesso  erano impiantati su una domus preesistente e ancora più spesso li troviamo sotto una chiesa: non a caso Mitraismo e Cattolicesimo sono molto legati: Mitra sarebbe nato da una vergine il 25 dicembre in una grotta, e alla sua nascita avrebbero assistito dei pastori.  L’aula, con volta a botte, è, come consuetudine, stretta e lunga; nel vestibolo è individuabile un pozzetto di scolo, forse la fossa sanguinis utilizzata per il sacrificio di piccoli animali durante il rito in cui si rievocava l’uccisione del toro da parte del dio. Nella nicchia maggiore era collocato, al centro, il gruppo raffigurante Mitra, con il mantello svolazzante, insieme al cane e al toro; ai piedi del Dio la gigantesca figura di un’altra divinità maschile, sdraiata, identificata con Oceano o Saturno, il cui corpo è formato da anfore ricoperte di stucco. (clicca sulla foto per i dettagli)

23 novembre 2014

apertura straordinaria: la cappella segreta dei Gesuiti

Altare_S_Iganzio

L’illusionismo ottico sarà protagonista  nella visita alla chiesa del Gesù, gioiello dell’ordine Gesuita, prototipo di tutta  l’architettura sacra delle chiese barocche in Italia e  nel mondo. La visita è articolata in modo da poter assistere anche allo spettacolo di una delle più strepitose «macchine» barocche eseguite a Roma nel corso del Seicento ma soprattutto ci verrà aperta una piccola cappella sul lato opposto della chiesa dove soleva officiare il cardinal Odoardo Farnese: un piccolissimo gioiello  nascosto ricco di dipinti, ori e stucchi. (clicca sulla foto per i dettagli)

23 novembre 2014

Roma nascosta: Casino Massimo Lancellotti

Casino Lancellotti

Visiteremo una splendida palazzina nei pressi della Basilica di S. Giovanni in Laterano seminascosta tra i Palazzi che sorsero in zona nell’ 800.  Oggi è sede della delegazione dei Francescani in Terra Santa  ed è arricchita all’esterno da sculture antiche e decorazioni in stucco raffiguranti le aquile dei Giustiniani e le colombe dei Pamphilj.  All’interno abbiamo il più importante esempio dell’attività  dei Nazareni a Roma, i pittori dell’ Ottocento che si ispiravano al primo Rinascimento.  Essi affrescarono le sale con una pittura limpida e un cromatismo chiaro e brillante traendo ispirazione dalle note scene dei maggiori poemi della letteratura italiana: Divina Commedia,  Orlando Furioso e Gerusalemme Liberata. (clicca sulla foto per i dettagli)

29 novembre 2014

Cimitero Acattolico

Un luogo della memoria, ma in questo caso un luogo particolare perché vi riposano coloro ai quali le leggi dello Stato Pontificio non consentivano di essere sepolti dentro le mura di Roma. All’ombra di pini, cipressi, mirti e allori, riposano le anime di tutti quei non-cattolici illustri morti a Roma tra il XVIII e il XX secolo. Vi sono sepolti il fisico Pontecorvo e Antonio Gramsci,  John Keats, Percy Shelley, Antonio Labriola, Renato Salvatori. Molte delle lapidi sono dei veri e propri lavori d’arte.
Il cimitero è governato da un Consiglio di quattordici ambasciatori di diversi paesi, che si alternano alla presidenza

29 novembre 2014

La Roma sotterranea: i Sotterranei di San Clemente

San Clemente

Una visita da non perdere per chi ama la “Roma sotterranea”: sotto la chiesa attuale troviamo la chiesa precedente del IV secolo con pitture del XI secolo che rappresentano le storie di San Clemente e di Sant’Alessio e, sotto ancora, un edificio romano ed un santuario dedicato al dio Mitra. La basilica invece ci accoglie con il suo splendido mosaico e la Schola Cantorum che reimpiega diversi frammenti provenienti dalla chiesa inferiore.

30 novembre 2014

visita esoterica: Silvestro II, il Papa Mago

Silvestro e il diavolo

La leggenda nera di Silvestro II al secolo Gerberto d’Aurillac, il Papa mago  che a cavallo dell’anno Mille amava le stelle, la scienza araba e la musica degli astri.  Da Santa Croce  in Gerusalemme a San Giovanni in Laterano per ricostruire la vicenda autentica di un personaggio che allo scadere del millennio fra attese apocalittiche e terrore per la fine del mondo, si impose per la sua sapienza eretica. (clicca sulla foto per i dettagli)

6 dicembre 2014

La Roma sotterranea: Mitreo del Circo Massimo (permesso speciale)

Il culto del dio Mithra, divinità di origine persiana  è uno dei culti orientali, più diffusi  a Roma dalla fine del I sec. d. C. Il Mitraismo era il concorrente più pericoloso della religione cristiana e ne ha molti aspetti in comune: li scopriremo insieme nella nostra visita, ma non possiamo fare a meno di citare la celebrazione del natale del dio il 25 dicembre ! Il santuario che troviamo al Circo Massimo, particolarmente strutturato conserva anche uno straorinario rilievo su lastra marmorea raffigurante Mitra che uccide il toro.

 

7 dicembre 2014

La Galleria Borghese (con biglietto d’ingresso gratuito)

Bernini

All’ interno della seicentesca Villa Borghese, immersa nel verde dei suoi giardini, si può ammirare la spettacolare collezione di Scipione Borghese, uno dei collezionisti più determinati della sua epoca. Nei vasti ambienti risplendenti della decorazione settecentesca sono disseminati i capolavori che l’hanno resa famosa: da Raffaello a Tiziano fino alle tele di Caravaggio e le rinomate sculture del Bernini e del Canova.  (clicca sulla foto per i dettagli)

7 dicembre 2014

Mostra: Secessione e Avanguardia alla GNAM (con biglietto d’ingresso gratuito)

Secessione_Gnam

Secessione, ovvero rottura con le organizzazioni artistiche ufficiali.
L’ottimismo  della  “belle époque”  sta morendo, i giovani artisti, tra cui  Gustav Klimt, a Vienna, Berlino, Monaco scelgono percorsi diversi e lottano per affermare una nuova concezione di Arte. Anche i giovani italiani si interrogano sul concetto di modernità rivendicando libertà espressiva. La mostra prende l’avvio dal 1905, anno in cui Severini e Boccioni organizzarono una Mostra dei Rifiutati  e termina la poetica del silenzio e dell’assenza del primo De Chirico. Potremo ammirare opere d’eccezione come il  “ritratto della Marchesa Casati” di Giovanni Boldini,  sculture in bronzo e in gesso di eccezionale fattura, come quelle di Felice Casorati e tanto altro tra le 200 opere in Mostra. Un’ occasione da non perdere inoltre per scoprire la collezione novecentesca di una Galleria tra le più affascinati di Roma. (clicca sulla foto per i dettagli)

13 dicembre 2014

A casa del Principe…Palazzo Patrizi solo per noi

Patrizi salotto rosso

Nei primi del ‘600 Olimpia Aldobrandini acquista di fronte alla chiesa di S. Luigi dei Francesi un Palazzo che viene ingrandito e trasformato in un Palazzo principesco. Nel 1642 il palazzo fu venduto ai Patrizi, antica famiglia senese stabilitasi a Roma nel secolo precedente. L’edificio resta tuttora l’attuale residenza della omonima famiglia. Ci  viene offerta la possibilità di visitare i Piano Nobile, ovvero la Pinacoteca del Tesoriere così chiamata per la collezione qui raccolta  grazie alla passione e al mecenatismo di due tesorieri del Papa.

14 dicembre 2014

A spasso sulle Mura

portasebastiano

Il Museo delle Mura che ha sede all’interno della porta San Sebastiano ripercorre la storia delle fortificazioni della città, quelle di età regia e repubblicana e quelle di Aureliano del III sec. d.C.  Potremo conoscere le vicende storico-politiche che portarono alla  edificazione delle mura, i motivi strategici della scelta del percorso,  la tecnica costruttiva, la tipologia delle porte e quindi i restauri e le successive trasformazioni.  Per finire, sarà possibile accedere alla terrazza che sovrasta la torre occidentale della Porta e ammirare uno splendido panorama.

14 dicembre 2014

Mostra: Escher al chiostro del Bramante

Escher

Vengono esposte al chiostro del Bramante oltre 150 opere, alcune davvero famosissime, di Escher, grafico ed incisore olandese che ancora oggi sfugge ad ogni definizione precisa e dalla personalità originale come poche. Escher visse in Italia dal 1923 al 1935, il suo è un rapporto d’amore ed è proprio il nostro Paese a dargli lo spunto per il meraviglioso e l’inconsueto per l’attenzione alle piccole cose, alla natura ma rivisitata sempre attraverso il reticolo geometrico. In Italia assorbirà lo stile futurista ma  fu la Spagna, ed in particolare l’Alhambra, ad ispirargli la passione per la tassellatura con la bellezza della sua regolarità geometrica che spesso diventa magia e gioco. Con i matematici vi fu un rapporto di stima reciproca… con gli  hippies meno ! ( clicca sulla foto per i dettagli) 

21 dicembre 2014

Mostra: “da Guercino a Caravaggio” a Palazzo Barberini

Venere-Marte-e-Amore-Guercino

 

Sir Denis Mahon è un nome che ha accompagnato gli studi di tutti coloro che si sono avvicinati al barocco soprattutto quello bolognese: grande studioso e collezionista  ha donato molti suoi dipinti all’Italia. La mostra offre l’immagine di un secolo eccezionale, quando a Roma si concentrano grandi artisti che hanno creato capolavori assoluti.  Potremo ammirare più di 45 opere di Poussin, Guercino, Carracci e Caravaggio, alcune appartenute alla sua collezione, altre provenienti dall’Hermitage Museum di San Pietroburgo e da raccolte pubbliche che generosamente hanno contribuito alla eccezionale ricchezza di questa esposizione. (clicca sulla foto per i dettagli)

.

27 dicembre 2014

Eccezionale apertura della DOMUS AUREA (solo lista d’attesa)

ITALY GOLDEN PALACE

 Dopo la chiusura nel 2006, la Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Roma ha completato il Progetto definitivo per il risanamento della parte superiore alla Domus Aurea. Abbiamo l’opportunità di visitare  di nuovo questo meraviglioso Sito con una visita che si articola in quindici tappe che illustrano i progressi del cantiere e rispetto all’apertura del 1999 l’area aperta al pubblico è raddoppiata, consentendo l’accesso all’ala Ovest della Domus, nelle aule del peristilio sempre chiuse nel passato. La visita è riservata solamente a 25 persone ed è a cura del personale interno.
Il sito potrebbe essere chiuso al pubblico su indicazione della Soprintendenza anche il giorno stesso della visita.  Si consiglia  l’utilizzo di scarpe comode e di giacche a vento. (clicca sulla foto per i dettagli)

28 dicembre 2014

Eccezionale apertura della DOMUS AUREA (solo lista d’attesa)

ITALY GOLDEN PALACE

Dopo la chiusura nel 2006, la Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Roma ha completato il Progetto definitivo per il risanamento della parte superiore alla Domus Aurea. Abbiamo l’opportunità di visitare  di nuovo questo meraviglioso Sito con una visita che si articola in quindici tappe che illustrano i progressi del cantiere e rispetto all’apertura del 1999 l’area aperta al pubblico è raddoppiata, consentendo l’accesso all’ala Ovest della Domus, nelle aule del peristilio sempre chiuse nel passato. La visita è riservata solamente a 25 persone ed è a cura del personale interno.
Il sito potrebbe essere chiuso al pubblico su indicazione della Soprintendenza anche il giorno stesso della visita.  Si consiglia  l’utilizzo di scarpe comode e di giacche a vento. (clicca sulla foto per i dettagli)