23 settembre 2017

Cimitero Acattolico

La scultura dell' angelo del dolore al Cimitero Acattolico

Angelo del dolore – Cimitero Acattolico

Il Cimitero è un luogo della memoria, ma in questo caso un luogo particolare perchè vi riposano coloro ai quali le leggi dello Stato Pontificio non consentivano di essere sepolti dentro le mura di Roma.
All’ombra di pini, cipressi, mirti e allori, riposano le anime di tutti quei non-cattolici illustri morti a Roma tra il XVIII e il XX secolo. Vi sono sepolti il fisico Pontecorvo e Antonio Gramsci, John Keats, Percy Shelley. Molte delle lapidi sono dei veri e propri lavori d’arte, molte storie sono struggenti. In prossimità della Piramide Cestia e a ridosso delle Mura, tra sempreverdi e cespugli in fiore, grazie anche alle sue dimensioni ridotte ci troveremo in un luogo davvero suggestivo, un angolo di pace dove ci si può sedere a riflettere… o ascoltare.

Leggi tutto

24 settembre 2017

Un giorno alla scoperta dei Campi Flegrei (annullata)

tempio-Serapide-campi-flegrei-napoli

Tempio di Serapide ai Campi Flegrei

Campi  flegrei: un’area vulcanica sprofondata e caratterizzata da numerosi coni e crateri, “ardente” appunto.
I campi flegrei ci aspettano per raccontarci una storia meravigliosa che si perde tra vulcanesimo e insediamenti umani.
Il Rione Terra ci accoglie con l’acropoli dell’antica Dicearchia, base di espansione della nuova colonia romana di Puteoli.  Ancora adesso è possibile ritornare indietro nel tempo visitando l’area archeologica e il duomo che si innesta sul tempio di Augusto. A seguire passeggiata al cosiddetto tempio di Serapide, l’anfiteatro Flavio e l’area delle terme di Baia enorme complesso di epoca romana che sfruttava sia la natura vulcanica della zona sia l’intelligenza ingegneristica romana.

Leggi tutto

24 settembre 2017

Palatino contemporaneo: mostra “Da Duchamp a Cattelan”

Palatino-Duchamp-arte-contemporanea-mostra

Arte contemporanea sul Palatino

All’interno dello Stadio Palatino e del peristilio inferiore della Domus Augustana si articola una mostra “particolare” con  installazioni architettoniche. Due i macro temi del percorso ideato dal curatore Alberto Fiz: i ritratti e le mani: Mani, disegnate, fotografate, dipinte, scolpite, simbolo comunicativo e forza creatrice; Ritratti,  genere artistico dove gli antichi romani hanno primeggiato.
Il contemporaneo che dialoga  con l’antico.

Leggi tutto

25 settembre 2017

Ingeborg Bachmann: un’ austriaca a Roma

tre foto in bianco e nero della scrittrice Ingeborg Bachmann

In qualità di partner culturali  dell’ Österreich Institut Roma, in occasione del loro evento “Porte aperte” proporremo una passeggiata che ci porterà alla scoperta di Roma vista attraverso gli occhi di una straordinaria scrittrice.  Ingeborg Bachman è nata in Carinzia ma innamorata di Roma dove dice di sentirsi a casa. Cambia casa diverse volte e vive nelle vie più belle di Roma iniziando da una piccola stanza in via Ripetta e  Piazza della Quercia. Ama i colori e i profumi di Campo dei Fiori, prendere il tè con Elsa Morante, intrattenersi con la Principessa Marguerite Caetani. Racconteremo una storia affascinante di uno spaccato di vita romana della metà del ‘900; passeggiando tra le vie più amate dagli intellettuali della Mitteleuropa ci immergeremo nelle vicende del tempo.
Una storia con un finale tragico: Ingeborg morirà a 47 anni per una sigaretta dimenticata accesa!

 

Leggi tutto

30 settembre 2017

Passeggiata archeologica: Parco degli Acquedotti

Parco Acquedotti al tramonto

Parco degli aquedotti

Il parco degli Acquedotti costituisce uno degli ultimi lembi superstiti di quella che fu la ‘Campagna romana’, meta di viaggiatori, poeti e artisti, attratti dall’incomparabile bellezza creata dall’armoniosa fusione di natura e storia, paesaggio e archeologia. Attraversata dai condotti di sette acquedotti di età romana e rinascimentale,  il luogo ideale per ammirare la tecnologia raggiunta dagli ingegneri romani.

Leggi tutto

1 ottobre 2017

Musei gratis: La Galleria Borghese (posti esauriti)

Particolare del Ratto di Proserpina del Bernini alla Galleria Borghese

Ratto di Proserpina del Bernini

All’ interno della seicentesca Villa Borghese, immersa nel verde dei suoi giardini, si può ammirare la spettacolare collezione di Scipione Borghese, uno dei collezionisti più determinati della sua epoca. Nei vasti ambienti risplendenti della decorazione settecentesca sono disseminati i capolavori che l’hanno resa famosa: da Raffaello a Tiziano fino alle tele di Caravaggio e le rinomate sculture del Bernini e del Canova. (attenzione le borse vanno lasciate all’ingresso tutte insieme in un contenitore unico per tutto il gruppo)

Leggi tutto

7 ottobre 2017

Appartamento della Principessa Costanza Barberini (apertura speciale)

Una sala con arredo rococò dell'appartamento della Principessa Costanza a Palazzo Barberini

Appartamento della Principessa Costanza Barberini

La Principessa Cornelia Costanza Barberini vissuta nel Settecento si farà realizzare un appartamento all’ultimo piano di Palazzo Barberini.  Nonostante sia stato abitato dai discendenti fino alla metà del ‘900 è rimasto intatto e ci permette quindi di entrare totalmente nel mondo “aggraziato” del rococò.
Il suo gusto deciso ed impeccabile ma soprattutto l’amore per i particolari ci accoglie  ad ogni angolo: pitture su vetro, stipiti in legno pregiato, rivestimenti di seta si coniugano perfettamente con i mobili a scomparsa e con i passaggi e piccoli vani segreti in un continuo rimando ai simboli di famiglia, le api e l’alloro.
Per questa visita il pagamento è anticipato perchè i biglietti devono essere prepagati.

 

Leggi tutto

8 ottobre 2017

Passeggiata esoterica: La Porta Alchemica e i Rosacroce (permesso speciale)

Porta Alchemica Magica

Porta alchemica a Piazza Vittorio

La passeggiata alla Porta Alchemica inizia in Piazza Vittorio dove si trovava la Villa del sogno e del mistero di Massimiliano Palombara, marchese di Pietraforte.
Il Marchese era un membro dei Rosacroce e appassionato di alchimia per cui nella villa si tenevano incontri di importanti personaggi come Cristina di Svezia, Padre, Athanasius Kircher e altri. Oggi abbiamo solo l’ingresso al gabinetto alchemico, molto poco per apprezzare i fasti della costruzione ma abbastanza per leggere gli enigmi astrologici e alchemici che il luogo conserva. Dopo una lettura attenta ma soprattutto ravvicinata grazie all’apertura speciale continueremo la nostra visita a San Giovanni scoprendo quel filo sottile che collega i Rosacroce, l’alchimia e il simbolismo massonico borrominiano.

Leggi tutto

8 ottobre 2017

Passeggiata sull’ Appia antica da Villa di Massenzio

Appia antica la villa di Massenzio con particolare del circo

Circo di Massenzio

Appia antica, la regina viarium: Una mattina in mezzo al verde tra antichi monumenti per passeggiare in un strada suggestiva ricca di rovine che si affacciano sui bordi.
Inizieremo dalla villa dell’ imperatore Massenzio che vantava un grande circo: il miglior esempio di circo romano che abbiamo la possibilità di ammirare.  Proseguiremo con la tomba di Romolo che qui fu presumibilmente sepolto.  Uno splendido luogo dove natura e archeologia si sposano meravigliosamente e per terminare in bellezza completeremo con una camminata ritemprante toccando Cecilia Metella,  la villa di Capo di Bove a seguire tra sepolcri e tombe.

 

Leggi tutto

14 ottobre 2017

Mostra: Picasso. Tra cubismo e classicismo alle Scuderie del Quirinale

Pablo Picasso due donne corrono sulla spiaggia

Due donne che corrono sulla spiaggia

Oltre 100 opere di Pablo Picasso in mostra a Roma.
Siamo nel periodo immediatamente successivo all’esperienza italiana, quello tra Cubismo e Classicismo: si va dalle suggestioni neoclassiche ispirate alla scultura antica, al Rinascimento romano, fino alla scoperta della pittura parietale di Pompei.
Avremo una novità: il “sipario Parade” a causa delle sue dimensioni sarà esposto a Palazzo Barberini nel salone di Pietro da Cortona.
Questa visita necessita di prepagamento in quanto i biglietti sono acquistati prima e va prenotata entro il 27 Settembre

Leggi tutto

15 ottobre 2017

La Roma Sotterranea: Vicus Caprarius (accesso esclusivo riservato ai nosti Soci)

Vicus Caprarius a Trevi

Nel 1999 uno scavo fortuito per la ristrutturazione del cinema Trevi ha portato alla luce un importante complesso archeologico composto da un’ insula, successivamente trasformata in una ricca domus come testimoniano i marmi policromi rinvenuti. Nello scavo sono stati trovati anche i resti del castellum aquae, il serbatoio idrico dell’ Aqua Virgo.
Le strutture sono state musealizzate ed è stato allestito sul luogo un interessante Antiquarium che espone i numerosi reperti rinvenuti durante gli scavi, tra cui una testa di Alessandro Helios datata in età adrianea, una serie di anfore da trasporto e un ricco tesoretto di monete datate al V d.C.

Leggi tutto

28 ottobre 2017

Mostra: Claude Monet al Vittoriano (lista d’attessa)

Le Parlement reflets sur la Tamise

Sessanta opere di Claude Monet provenienti dal Musée Marmottan Monet di Parigi: tutte tele che l’artista conservava nella sua ultima dimora di Giverny, donate al Museo dal figlio.
Avreste mai detto che Monet era un grande caricaturista? Una dote innata che gli permette nei primi anni della sua carriera di guadagnare notorietà e una certa indipendenza economica e che favorirà l’ incontro fortunato con Eugène Boudin.
Oltre alle caricature sono in mostra paesaggi rurali e urbani, i ritratti dei figli, le tele realizzate nella tranquillità del suo colorato giardino e nella campagna circostante sino  alle monumentali Ninfee e Glicini.
Il suo “poco definito” ci ammalierà ancora una volta!
Prenotazioni  chiuse al raggiungimento del numero massimo previsto: 25 pax

Il pagamento tramite PayPal deve avvenire esclusivamente dopo la conferma della prenotazione da parte di MiraMuseo

Leggi tutto

29 ottobre 2017

Testaccio e Monte dei Cocci (apertura speciale)

muretto di cocci romani al monte dei cocci Roma

Monte dei Cocci Testaccio

Una visita guidata che partendo da Testaccio ci farà scoprire l’origine del quartiere, qualche curiosità, per poi arrivare al Monte dei Cocci.
Monte dei Cocci a Roma è molto famoso: come sappiamo la città non è formata solo dai sette colli ma è formata da tantissimi “Mons”.
Testaccio è una collina artificiale ottenuta esclusivamente dai frammenti o cocci (in latino “testae” da cui il nome Testaccio) di milioni di anfore usate per il trasporto delle merci che sbarcavano in epoca romana nel vicino porto fluviale, sistematicamente scaricati ed accumulati con ogni probabilità tra il periodo augusteo e la metà del III secolo d.C. . Il quartiere è famoso anche per il “Ludus Testacciae” e dalle feste medioevali dei tori e dell’albero della cuccagna si passerà poi ai banchetti gastronomici delle famose Ottobrate romane.

 

 

Leggi tutto

29 ottobre 2017

Mostra: Claude Monet al Vittoriano

Particolare di ninfee di Monet

Ninfee di Claude Monet

Sessanta opere di Claude Monet provenienti dal Musée Marmottan Monet di Parigi sono in mostra al Vittoriano: tutte tele che l’artista conservava nella sua ultima dimora di Giverny, donate al Museo dal figlio.
Avreste mai detto che Monet era un grande caricaturista?
Una dote innata che gli permette nei primi anni della sua carriera di guadagnare notorietà e una certa indipendenza economica e che favorirà l’ incontro fortunato con Eugène Boudin.
Oltre alle caricature sono in mostra paesaggi rurali e urbani, i ritratti dei figli, le tele realizzate nella tranquillità del suo colorato giardino e nella campagna circostante sino  alle monumentali Ninfee e Glicini.
Il suo “poco definito” ci ammalierà ancora una volta!  Le Prenotazioni devono pervenire entro il 13 Ottobre.
Saranno comunque chiuse al raggiungimento del numero massimo previsto: 25 pax

Il pagamento tramite PayPal deve avvenire eslusivamente dopo la conferma della prenotazione da parte di MiraMuseo

Leggi tutto