13 gennaio 2013 - Inquisizione, roghi e streghe nella Roma della Controriforma

Nella Roma di Beatrice Cenci e Giordano Bruno, dal ghetto a Campo de’ Fiori divampa la sfida al potere da parte di eretici, maghi e streghe. Un itinerario attraverso i luoghi della “diversità” che videro il libero pensiero oscurato dai roghi dell’Inquisizione.

Nessun commento »

Lascia un commento

1 settembre 2016

Passeggiata serale: ” Monti” il Rione del Marchese del Grillo

Il primo dei Rioni di Roma conserva un dedalo di vicoli appartati e ricchi di fascino in cui possiamo scoprire scorci mozzafiato, palazzi di personaggi famosi e resti di edifici antichi, torri medievali, piccole chiese e  grandi basiliche. La  sua storia affascinante si intreccia con le storie avvincenti del marchese del Grillo e dei Borgia, ma ancor prima con le passeggiate trasgressive di Messalina e di Nerone. Un rione dalla forte identità, tanto che i “monticiani” parlavano addirittura con un dialetto diverso.

Leggi tutto

3 settembre 2016

Villa d’Este nella magica illuminazione notturna

villa-deste

Il cardinale Ippolito II d’Este, governatore di Tivoli,  volle ricreare qui i fasti  delle corti di  Roma e Fontainebleau, così chiamò per decorare la villa i più noti artisti del momento ma soprattutto  ideò uno splendido giardino dove l’ingegneria idraulica, lo studio della prospettiva e la scenografia teatrale si fondono mirabilmente con il verde rigoglioso della natura e contribuiscono a creare innumerevoli giochi d’acqua. Approfitteremo dell’ apertura notturna per scoprire ma soprattutto  godere  delle fontane e del giardino nella suggestiva atmosfera creata dagli effetti della luce riflessa sull’acqua, che aggiunge ulteriori elementi di fascino ad uno dei giardini più belli del Rinascimento italiano. 

Leggi tutto

3 settembre 2016

Mostra: I Macchiaioli al chiostro del Bramante

Signorini_Ponte Vecchio 1879

Una mostra fantastica con tante opere inedite provenienti da collezioni private.
I giovani artisti italiani a metà dell’ 800 decidono di ribellarsi: basta con le correnti “polverose” del  Neoclassicismo e Romanticismo, è necessario trovare un linguaggio nuovo!
Alcuni di loro, di ritorno dalla Francia, intrattengono gli amici con entusiastici resoconti sulle novità della Esposizione Universale di Parigi e così tra un dibattito e l’altro si comincia a “sperimentare”. La schematizzazione dei colori e la scelta dei soggetti sarà la forza del loro linguaggio pittorico.  I temi più amati saranno gli angoli appartati della città e della campagna, i ritratti delle persone care, gli interni domestici: dipinti di una  bellezza “solenne” determinata dai sentimenti che li hanno  determinati.

Leggi tutto

4 settembre 2016

Casa di Livia e di Augusto al Palatino prima della chiusura a fine Settembre

casa-augusto

Il Palatino è un luogo emblematico per  Roma. Recentemente è stata aperta al pubblico la casa di Augusto e  la vicina dimora attribuita a Livia, la terza amatissima moglie. Dai cubicola al tablinum, una serie di stanze affrescate nel secondo stile e semplici composizioni architettoniche ci accompagneranno  in questo appartamento reale. La casa di Livia, chiusa perchè aveva problemi di umidità, non solo è stata riaperta dopo un accurato intervento  di bonifica ma ha potuto vedere i muri del triclinio tornare all’antico splendore con la ricostruzione come in un grande puzzle dell’affresco caduto e disintegrato in 500 pezzi.

Leggi tutto

4 settembre 2016

Casa di Livia e di Augusto al Palatino prima della chiusura a fine Settembre

casa-augusto

Il Palatino è un luogo emblematico per  Roma. Recentemente è stata aperta al pubblico la casa di Augusto e  la vicina dimora attribuita a Livia, la terza amatissima moglie. Dai cubicola al tablinum, una serie di stanze affrescate nel secondo stile e semplici composizioni architettoniche ci accompagneranno  in questo appartamento reale. La casa di Livia, chiusa perchè aveva problemi di umidità, non solo è stata riaperta dopo un accurato intervento  di bonifica ma ha potuto vedere i muri del triclinio tornare all’antico splendore con la ricostruzione come in un grande puzzle dell’affresco caduto e disintegrato in 500 pezzi.

Leggi tutto

4 settembre 2016

Basilica di Santa Maria Antiqua (prima della chiusura)

13507130_1232125236832736_1660783847666315802_n

Una  meraviglia  che tra poco verrà di nuovo chiusa!
Un capolavoro di arte bizantina, il primo edificio cristiano del Foro. Sulle sue pareti  si conserva un’eccezionale raccolta di dipinti murali (circa 250 metri quadri), che vanno dal VI all’ VIII secolo. Sono testimonianze uniche a Roma e nel mondo perchè quasi tutte le pitture di questo periodo in Oriente sono andate distrutte durante l’Iconoclastia.  Definita la “Sistina” dei Fori, ci permetterà di ripercorrere  interi capitoli di storia dell’arte, basti pensare che su una parete sono stati scoperti sette strati sovrapposti di affreschi!

Leggi tutto

10 settembre 2016

Villa Adriana all’imbrunire con apertura speciale dell’Antiquarium

villa-adriana

Villa Adriana è una villa immensa e di grande suggestione costruita da Adriano come sua residenza imperiale dove il lusso trionfa come espressione stessa del potere. Adriano ha una personalità molto versatile ed è un grande appassionato di architettura per cui il complesso monumentale  riprende l’iconografia tradizionale  con atrio, tablinio, triclinio ecc. ma  il tutto viene trasformato in qualcosa di grandioso e i ninfei, padiglioni e giardini  si alternano secondo una distribuzione del tutto inusuale.
Il Sabato sera è aperto eccezionalmente il piano superiore dell’Antiquarium del Canopo dove sono raccolte varie sculture rinvenute in varie zone della Villa

Leggi tutto

11 settembre 2016

Mostra: Alphonse Mucha al Vittoriano (Mostra in chiusura)

alphonse_mucha_00002

La mostra percorre l’intero percorso creativo dell’artista con oltre 200 opere tra dipinti, manifesti e gioielli.
Alphonse Mucha è uno degli artisti più celebri in Europa a cavallo tra ‘800 e ‘900 e uno dei maggiori interpreti dell’Art Nouveau. Inizia la sua carriera come decoratore nella nativa Moravia prima del trasferimento a Parigi dove si dedica alla produzione di pannelli decorativi, manifesti teatrali ecc. Compaiono adesso le prime immagini femminili di estrema eleganza caratteristiche dell’inconfondibile “stile Mucha”. La Mostra ci stupirà per le molteplici sfaccettature dell’artista e per uno stile che muta con gli anni.

Leggi tutto

17 settembre 2016

Il Murales di Kentridge sul lungotevere

email gnocchi - foto -

William Kentridge sui muraglioni del Lungotevere fra Ponte Sisto e Ponte Mazzini ha creato una spettacolare processioni di immagini che celebrando Roma la consacra da città eterna a capitale dell’effimero. L’opera è provvisoria: creata ripulendo la superficie dall’accumulo di sporco tra poco tempo verrà “cancellata” proprio da un nuovo accumulo di smog.  La scelta del Tevere non è casuale: il fiume e i suoi muraglioni sono parte integrante della città.  Si va dalla Lupa capitolina al trionfo di Cesare, dalla Vittoria alata, prima integra e poi spezzata, a Marcello Mastroianni e Anita Ekberg nella Fontana di Trevi per la Dolce vita. E poi, Santa Teresa, Michelangelo, Papa Clemente, la Morte di Remo accostata a quella di Pasolini.

 

Leggi tutto

18 settembre 2016

Villa Gregoriana a Tivoli

villa Gregoriana

Villa Gregoriana, un affascinante parco naturalistico  a ridosso della grande  e spettacolare cascata dell’Aniene. La villa, dominata dalla sagoma rotonda del Tempio di Vesta e dall’altura sulla quale sorge la Cittadella, antica acropoli tiburtina, fu creata al tempo di papa Gregorio XVI (1835) tramite la sistemazione del corso dell’Aniene, che fino a quel momento aveva costituito un serio pericolo per la città a causa delle improvvise e rovinose piene come quella del 1826.  L’antico letto del fiume divenne da quel momento teatro di un sentiero suggestivo, ricco di fascino per l’inestricabile commistione di natura e arte, qui fuse mirabilmente: le antiche rovine di ville romane e di necropoli, la presenza di una vegetazione rigogliosa e di alberi maestosi e la presenza costante dell’acqua ne fecero, da subito, per tutto l’Ottocento, meta privilegiata ed obbligata di tanti fra i viaggiatori, poeti e artisti. Sotto un folto bosco, accanto a massicce vestigia di costruzioni antiche, sull’orlo di baratri, serpeggiano, si insinuano e procedono vialetti e gradinate che conducono alla scoperta delle più varie visioni, dominati dalla mole dei templi Vesta e della Sibilla.

Leggi tutto

24 settembre 2016

Passeggiata: Scopriamo la Garbatella

gabatella

La signora Garbatella, la fontana Carlotta, sono solo alcuni tra gli elementi che caratterizzano questo quartiere: nato per ospitare le persone impiegate per la costruzione di un porto nelle vicinanze e divenuto “trendy” grazie ai molti film e fiction televisive. Dal 1920 ad oggi in un susseguirsi di vicende e ristrutturazioni percorreremo la storia di questo particolare quartiere che ancora fa sfoggio, con la sua asimmetria,  il movimento nelle costruzioni, l’uso dei colori vivaci, della volontà iniziale di una architettura etica, attenta ai bisogni delle persone.

Leggi tutto

28 settembre 2016

Ambasciata del Brasile a Piazza Navona (Permesso Speciale)

Ambasciata Brasile

Il Palazzo che oggi è sede dell’Ambasciata del Brasile è stato voluto dal Papa  Innocenzo X Pamphilj. Era il Palazzo di Famiglia e la sua costruzione procedette di pari passo con la sistemazione della Piazza immaginata  come proscenio del Palazzo.  All’interno alcune Sale conservano ancora gli affreschi seicenteschi ma è la galleria progettata dal Borromini e decorata da Pietro da Cortona che abbaglierà per il suo splendore.  Il Palazzo è stato acquistato nel 1960 dallo Stato Brasiliano che vi collocò la propria Ambasciata.  Al fascino antico quindi si aggiunge il sapore di vita vissuta, dal momento che l’Ambasciatore in carica apporta nell’arredo  e nelle suppellettili opportuni cambiamenti secondo il proprio gusto!
Per questa visita, a numero chiuso, occorre inviare i dati (completi di luogo data di nascita e estremi di un documento) entro il 22 Settembre. Non si potranno effettuare modifiche dopo questa data. 

 

 

Leggi tutto

2 ottobre 2016

Un giorno ad Ercolano e Oplontis

DSC01067

Ercolano, fondata dal mitico Ercole ha subito la stessa sorte di Pompei, ma il perfetto stato di conservazione dei legni, delle parti in bronzo e soprattutto degli alzati delle case, restituisce un quadro completo sia dell’edilizia residenziale, che permette di ricostruire la vita quotidiana e il modo di abitare, sia dei vari stili della pittura vesuviana.
Dopo pranzo proseguiremo verso Oplontis dove è visibile la la villa di ” Poppea ”  attribuita a Poppaea Sabina, seconda moglie dell’imperatore Nerone. Si tratta di uno degli esempi più significativi di residenza aristocratica romana, con atrio tuscanico, numerosissimi ambienti, giardini e terme. Conserva inoltre una raffinata decorazione pittorica che costituisce uno dei migliori esempi di II stile pompeiano, nella sua fase più antica.

Leggi tutto

9 ottobre 2016

Un giorno intenso: da Tuscania al Giardino dei Tarocchi a Capalbio

LAZIO1

Tuscania è un piccolo centro della Maremma Laziale che ancora custodisce un cuore medioevale così integro con chiese dalle linee rigorose e dalle decorazioni marmoree simboliche ed eleganti che ne saremo conquistati!
Dai misteri etruschi e medievali passeremo alla fantasia visionaria contemporanea.
Nel Giardino dei Tarocchi vicino Capalbio, Niki de Saint Phalle nel 1979 inizia  il sogno magico e spirituale della sua vita. Lo inizia seguendo l’ispirazione avuta durante la visita al Parque Guell di Antoni Gaudí a Barcellona, poi rafforzata dalla visita al giardino di Bomarzo.  Per più di diciassette anni si è dedicata  alla costruzione delle ventidue imponenti figure in acciaio e cemento ricoperte di vetri, specchi e ceramiche colorate: gli Arcani maggiori dei tarocchi , enormi, sinuose figure femminili, la Luna, la Papessa, la Fortuna percorribili ed abitabili : una vera e propria immersione totale nell’ opera.

Leggi tutto