18 novembre 2017

Ninfeo degli Annibaldi (apertura esclusiva per max 8 persone: posti esauriti)

interno del Ninfeo degli Annibaldi con decorazioni geometriche

Ninfeo degli Annibaldi

Il Ninfeo era caratterizzato da una forma semiellittica, con una vasca al centro, ed era ornato da nicchie, delle quali quattro sono tuttora visibili sormontato da clipei e lesene. Tutta la parete ricurva è decorata con un mosaico volutamente rustico mentre le lesene sono ornate da file di conchiglie piccolissime. Altre lesene più grandi sono incastrate al centro. Decorazioni  in madreperla e smalto con frammenti di pietra pomice e brecce arricchiscono il tutto.
L’ ambiente è molto piccolo per cui non potranno entrare più di 8 persone. Una volta raggiunto il numero massimo le iscrizioni saranno chiuse

 


Leggi tutto

19 novembre 2017

Coppedè: dove l’arte incontra l’esoterico

Arco d'ingresso al Quartiere coppedè

Quartiere Coppedè

Varcando la soglia dal grande arco su via Tagliamento si entra in un’isola incantata dove il tempo sembra essersi fermato e dove le palazzine dalle fogge particolari ci evocano ricordi di un mondo fatato. Coppedè ci ha lasciato un vero e proprio gioiello urbanistico dove gli elementi floreali del liberty si intersecano con suggestioni di origine spagnola ma anche con una serie di simboli architettonici ed esoterici.

Leggi tutto

25 novembre 2017

Raffaello a Villa Farnesina

La villa, rifugio del ricchissimo banchiere Agostino Chigi, era il luogo ideale per le sue proverbiali feste. Amante dell’ astrologia e della mitologia è con questi temi che farà decorare le stanze della villa. Tra una raffigurazione e l’altra possiamo scoprire il suo oroscopo e un susseguirsi di scene a carattere amoroso e da una stanza all’ altra ammirare il diverso stile dei maggiori pittori del tempo, tra cui primeggia Raffaello. Agostino, protagonista della dolce vita di quel tempo, non poteva che scegliere come modella la sua bellissima amante, la divina Imperia, la cortigiana più bella e ambìta del momento.

Leggi tutto

25 novembre 2017

Insula dell’Ara Coeli (permesso speciale)

insula_dell_ara_coeli

Ci aprono l’Insula dell’Ara Coeli tra il Vittoriano e la scalinata del Campidoglio. Un edificio che era alto almeno cinque piani e che mostra ancora oggi al piano terreno le tabernae mentre sopra si conservano gli altri piani collegati da una scala interna di epoca medioevale.
Si potranno vedere quindi non solo le fondamenta come spesso accade nei sotterranei ma salire e scendere girovagando per le stanze!   L’edificio venne risparmiato dai lavori di demolizione che interessarono negli anni ’30 tutte le pendici del colle capitolino.

Leggi tutto

26 novembre 2017

Mostra: Monet al Vittoriano (posti esauriti)

Monet-Mostra-Vittoriano

Nymphéas di Monet

Sessanta opere provenienti dal Musée Marmottan Monet di Parigi: tutte tele che l’artista conservava nella sua ultima dimora di Giverny, donate al Museo dal figlio.
Avreste mai detto che era un grande caricaturista? Una dote innata che gli permette di guadagnare notorietà e una certa indipendenza economica e che favorisce l’incontro con Eugène Boudin.
Oltre alle caricature sono in mostra paesaggi rurali e urbani, i ritratti dei figli, le tele realizzate nella tranquillità del suo colorato giardino e nella campagna circostante sino  alle monumentali Ninfee e Glicini.
Il suo “poco definito” ci ammalierà ancora una volta!
Prenotazioni devono pervenire entro il 12 Novembre

Leggi tutto

2 dicembre 2017

Caravaggio segreto a casa del Principe Boncompagni Ludovisi (Posti esauriti)

Murale di Caravaggio con Nettuno e Plutone visti dal basso

Nel Casino del Cardinal Del Monte, eminente personaggio appassionato di alchimia e mecenate di Caravaggio, possiamo ammirare un incredibile dipinto. Il soggetto  è mitologico: Giove, Nettuno e Plutone. Ma siamo nel gabinetto alchemico del Del Monte e questo ci induce a credere vi sia una simbologia nascosta. Oscurato dallo sporco se ne era persa memoria ma dopo il restauro del 1990 le ardite figure hanno ripreso vigore e il nome di Caravaggio si è imposto. Un “unicum” che abbiamo solo noi a Roma dal momento che Caravaggio non dipingerà mai (ad eccezione di questa volta) sul muro!
Al capolavoro del Caravaggio si affianca un altro dipinto straordinario: la splendida Aurora del Guercino che tanto piacque a Stendhal e che sfreccia in un cielo turbinoso sulla volta del piano terreno.
La visita necessita di una prenotazione immediata perchè a numero chiuso e soggetta ad una conferma anticipata. Al raggiungimento del numero massimo o al limite di tempo stabilito per la prenotazione non sarà più possibile prenotarsi.

 

 

 

Leggi tutto

3 dicembre 2017

Musei gratis: I tesori di Palazzo Massimo

gladiatore palazzo massimo

L’ottocentesco Palazzo vicino alla stazione Termini ospita una importantissima collezione di arte classica. Dislocati su quattro piani troviamo sculture, affreschi, mosaici, monete che documentano la storia romana dall’età tardo-repubblicana all’età tardo-antica. Nelle sale del piano terra sono esposti originali greci rinvenuti a Roma come il Pugile, il Principe ellenistico e la Niobide dagli Horti Sallustiani.
Al primo piano capolavori come il Discobolo Lancellotti, la Fanciulla di Anzio e l’Ermafrodito dormiente.
Ma è  soprattutto il secondo piano che ci riserva la sorpresa più grande: qui sono stati ricomposti gli affreschi del triclinio del giardino dipinto della Villa di Livia in cui possiamo riconoscere una gran varietà di piante e di uccelli realizzati naturalisticamente e le stanze della Villa della Farnesina, splendide con le loro pareti rosso cinabro. Queste pitture non avevano mai svelato come adesso la loro cromia brillante la suggestiva prospettiva sottolineate grazie ad una illuminazione particolare e innovativa.

Leggi tutto

3 dicembre 2017

Musei gratis: Museo Etrusco di villa Giulia

Sarcofago-degli-Sposi

Una visita fantastica dove contenitore e contenuto sono entrambi d’eccezione. Il Museo Etrusco si trova all’ interno di una villa cinquecentesca fatta costruire da Papa Giulio III nella metà del ‘500 a somiglianza delle ville romane antiche, con un meraviglioso ninfeo decorato da mosaici romani e un cortile con stucchi e affreschi. Al suo interno sono esposti veri capolavori provenienti da Vulci, Veio, Cerveteri, Pyrgi, Bolsena ecc. Attraverso la visione di questi oggetti potremo ricostruire la vita di un popolo a cui si deve, almeno in parte, la grandezza di Roma! Ammireremo Sono insieme allo stupendo corredo delle tombe di Palestrina con la Cista Ficoroni, contenitore da toilette femminile. Il Museo possiede inoltre un’infinità di oggetti in bronzo, di vasi greci ed etruschi, i buccheri e le celeberrime sculture quali Il Sarcofago degli Sposi o la Statua di Apollo da Veio. (La sezione dei gioielli Castellani è chiusa)

Leggi tutto

5 gennaio 2018

Mostra: Picasso alle Scuderie del Quirinale

Pablo Picasso due donne corrono sulla spiaggia

Due donne che corrono sulla spiaggia

Oltre 100 opere di Pablo Picasso in mostra a Roma.
Siamo nel periodo immediatamente successivo all’esperienza italiana, quello tra Cubismo e Classicismo: si va dalle suggestioni neoclassiche ispirate alla scultura antica, al Rinascimento romano, fino alla scoperta della pittura parietale di Pompei.
Avremo una novità: il “sipario Parade” a causa delle sue dimensioni sarà esposto a Palazzo Barberini nel salone di Pietro da Cortona.
Conservando il biglietto della Mostra alle Scuderie si potrà accedere a Palazzo Barberini pagando il biglietto solo 5,00 €

Leggi tutto