4 marzo 2017

Passeggiata esoterica: i misteri dell’ Eur

Eur

Le origini e lo sviluppo del quartiere progettato per l’Esposizione Universale del 1942, nasconde importanti riferimenti simbolici al tradizionalismo pagano e alle correnti esoteriche dell’epoca fascista. Dal Palazzo dei Congressi al Palazzo della Civiltà Romana, centri di originale elaborazione architettonica, volumi, spazi e luce svelano la metafisica dell’incompiuto.

 

Leggi tutto

4 marzo 2017

Palazzo Cesi Armellini (apertura esclusiva)

Palazzo Cesi è un esempio di fusione tra spiritualità religione e arte; dal 1881 è dimora della Congregazione Cattolica dei Missionari Salvatoriani
Costruito dal cardinale Francesco Armellini,  fu  fatto ampliare nella seconda metà del ‘500 da Pier Donato Cesi per mano dell’architetto Martino Longhi il Vecchio.  Visiteremo la Galleria affrescata nel ‘600 da pittori di scuola Cortonesca e la Biblioteca dal caldo soffitto ligneo a cassettoni con affreschi del ‘500 eseguiti da pittori tardo manieristi.  Termineremo con le cappelle tra cui quella del fondatore della Congregazione dei Salvatoriani, Padre Francesco Jordan.
Speriamo che nessuno abbia paura di prendere l’ascensore perchè “dulcis in fundo” andremo in terrazza per godere di uno spettacolo fantastico!

 

Leggi tutto

5 marzo 2017

Trekking: Riserva del Monte Catillo

Il Monte Catillo fa parte della Riserva Naturale  che sovrasta il comune di Tivoli. Il terreno è roccioso e oltre al panorama incredibile su tutta Roma con una vista spazia sulla campagna romana, sulla Valle dell’Aniene fino ai primi contrafforti appenninici abbiamo prati con l’orchidea selvatica e un connubio raro di sugheri e castagni.
Difficoltà: T/E
Dislivello:  200 m. – 4 ore di cammino
Punti di difficoltà: nessuno
Quota max raggiuta: 700 m. sdm

Leggi tutto

5 marzo 2017

Musei gratis: Villa Adriana

Villa Adriana una villa immensa e di grande suggestione costruita da Adriano come sua residenza imperiale dove il lusso trionfa come espressione stessa del potere. Adriano ha una personalità molto versatile ed un grande appassionato di architettura per cui il complesso monumentale riprende l’iconografia tradizionale con atrio, tablinio, triclinio ecc. ma il tutto viene trasformato in qualcosa di grandioso e i ninfei, padiglioni e giardini si alternano secondo una distribuzione del tutto inusuale.

Leggi tutto

5 marzo 2017

I Sotterranei: Insula dell’Ara Coeli (permesso speciale)

insula_dell_ara_coeli

Potremo entrare in una abitazione dell’antica Roma: non vedere solo le fondamenta come spesso accade nei sotterranei ma salire e scendere girovagando per le stanze! Ci aprono l’Insula tra il Vittoriano e la scalinata dell’Ara Coeli: un edificio costituito da almeno cinque piani che mostra ancora oggi al piano terreno le tabernae e al piano superiore l’ abitazione del gestore della taberna. Al di sopra si conservano altri piani, collegati da una scala interna di epoca medioevale. L’edificio venne risparmiato dai lavori di demolizione che interessarono negli anni ’30 tutte le pendici del colle capitolino.

Leggi tutto

5 marzo 2017

Nuovo allestimento alla GNAM: stupore, disorientamento…anche questa è arte!

154820247-2a1e3b3f-d892-4400-b900-b2d1804a0e24

Il nuovo assetto della Galleria d’arte Moderna è straordinario!
Con l’ inaugurazione della grande mostra “Time is Out of Joint”, la Galleria Nazionale porta a compimento un grande processo di trasformazione, riorganizzazione e riallestimento che opta per una mostra-allestimento, presentando circa cinquecento opere.
Il titolo prende spunto dai versi dell’Amleto di William Shakespeare, invitando a una visione liquida del tempo, un tempo non lineare, spezzettato e stratificato.
Le linee guida diventano le dicotomie tra gli artisti, le associazioni per assonanze e i contrasti tra le opere in mostra. I salti diacronici proposti creano spiazzamenti visivi nel visitatore. Ottocento e Novecento si confrontano nelle stesse sale in questa nuova visione atemporale dell’allestimento e della fruizione delle opere Ercole e Lica di Antonio Canova si confronta specchiandosi nel mare di Pino Pascali (32 mq. Di mare circa); i due maestri rappresentativi dell’Ottocento e del Novecento dialogano tra loro uno di fronte all’altro, pur incarnando due assiomi differenti: la ricerca dell’equilibrio apollineo come espressione di potenza e forza interiore e l’artificialità della costruzione.
Durante la visita potremo non solo ammirare grandi capolavori di Van Gogh, Duchamp, Kandinskij è Mirò, ma rifletteremo anche sul senso della storia e su come l’arte possa esserne influenzata o meno.

Leggi tutto

11 marzo 2017

Apertura Straordinaria dei Sotterranei di Piazza Navona: l’École française de Rome (visita per sole 10 persone)

I resti dello Stadio di Domiziano si trovano sotto Piazza Navona a circa 4,50 metri dal piano stradale. Si tratta dei resti dell’unico esempio di stadio in muratura fino ad oggi conosciuto a Roma.
Adesso hanno terminato i restauri proprio sull’altro lato della piazza per cui potremo vedere un’ area diversa per tipologia ed utilizzo che rende finalmente esaustiva per complementarietà la visita.

 

Leggi tutto

12 marzo 2017

Un giorno a Napoli: il chiostro maiolicato e Capodimonte

In pieno centro esiste una complessa struttura conventuale voluta da Roberto D’Angiò e dalla moglie Sancha d’Aragona per accogliere francescani e clarisse. Del periodo iniziale purtroppo è rimasto poco a causa di un incendio ma le trasformazioni settecentesche non sono da meno! Famosissimo è il chiostro maiolicato di gusto rococò!
Il pomeriggio un luogo a dir poco eccezionale: la Reggia di Capodimonte.
Residenza dei Borbone ma anche di Napoleone e dei Savoia, oltre ad offrire gli appartamenti reali contiene capolavori imperdibili! Da Simone Martini a Caravaggio passando per Raffaello e Tiziano potremo ammirare anche straordinari capolavori delle cosiddette arti  minori quali raffinate porcellane e stupendi arazzi.

 

Leggi tutto

12 marzo 2017

Artemisia Gentileschi in mostra a Palazzo Braschi

Artemisia Gentileschi, figlia d’arte come il cognome appunto ci racconta, intraprende una carriera che a quel tempo era prettamente maschile.
Frequentando la bottega del padre ha potuto studiare e approfondire quell’esperienza artistica che alle donne era preclusa. Lo stile quindi deve molto a quello del padre e a Caravaggio di cui il padre era amico e che quindi sicuramente conosce personalmente; il suo linguaggio pittorico, ricco e articolato, si mostra sensibile anche agli insegnamenti dei Carracci presenti a Roma in questo periodo.
Donna geniale, dal grande talento artistico ma anche indipendente… famoso il processo per stupro che ha intentato contro il pittore Agostino Tassi che si rifiutò di sposarla dopo aver approfittato di lei.

Leggi tutto

26 marzo 2017

Monte Semprevisa

Il Monte Semprevisa è il rilievo più altro della catena dei Monti Lepini. Siamo nel basso Lazio, proprio alle spalle del Circeo e se il tempo lo permette la cresta che percorreremo è un vero balcone sulla pianura pontina con l’occhio che spazia verso Isole Pontine, Sabaudia e il Circeo.
(è consigliato portare un binocolo).
L’escursione inizia da Carpineto Romano.  Attraverseremo con una bella salita su terreno semiroccioso una suggestiva faggeta. Raggiungeremo l’Acqua di Mezzavalle,  una cisterna di acqua non sorgiva utilizzata per le bestie e quindi per la panoramica cresta!
Percorso: anello
Difficoltà: E
Dislivello:  660 m. – 6 ore di cammino
Punti di difficoltà: nessuno
Quota max raggiunta: 1536 m. slm

 

Leggi tutto

26 marzo 2017

Oro e relique a S. Prassede e S. Maria Maggiore

Nascosta trai vicoli abbiamo un gioiello artistico eccezionale che gli appassionati non possono perdere: Santa Prassede! Questa chiesa, oltre a custodire parte della colonna a cui è stato flagellato Gesù, risplende totalmente di mosaici. Chi entra in questo scrigno prezioso e dorato si trova immerso in un mondo mistico, prezioso e abbagliante,  dove oro è luce e luce è Dio, e noi non possiamo che rimanere estasiati e ammutoliti.
La chiesa venne ricostruita da Pasquale I (817-824) spostata rispetto al sito originario per il timore di un crollo. La facciata presenta un interessante protiro medievale, al di là del quale è leggibile il quadriportico paleocristiano: esempi rari a Roma!
Proseguiremo a Santa Maria Maggiore per un confronto con altri grandi mosaici: il più importante ciclo musivo paleocristiano conservato a Roma!

 

Leggi tutto