26 settembre 2014

Sesso, amore e …fantasia nell’antica Roma

amore romano

Passeggiando nei luoghi più conosciuti della Roma di oggi scopriremo  come gli antichi romani vivevano l’amore: puro e casto  (poco)  sfrenato e dissoluto (molto). Matrone, mogli, mariti, amanti ci racconteranno come anche i personaggi più noti della storia non temevano inibizioni riguardo al sesso! Alla donna con lo status di cittadina si richiedeva  virtù, pudore, castità, fedeltà e obbedienza allo sposo… ma quante vi si adeguavano? Per i Romani il sesso era un regalo degli Dei e quindi si doveva farlo bene…più si faceva bene più possibilità c’erano di avere figli sani!  (clicca sulla foto per i dettagli)

27 settembre 2014

Caravaggio: un nome un mito

Pittore di altissimo talento e grande canaglia: la sua vita ci attrae quasi quanto le sue opere. La nostra passeggiata ci offre la possibilità di ammirare alcune tra le tele più famose e significative del grande pittore, quelle nelle Chiese di San Luigi dei Francesi, S. Agostino e S. Maria del Popolo.  Riusciremo anche a scoprire il motivo per cui ha collezionato così tante denunce e quali erano i rapporti  con le sue modelle … e i suoi modelli, dove ha abitato e dove è avvenuto  l’omicidio che lo ha costretto a fuggire da Roma per non farvi mai più ritorno.  (clicca sulla foto per i dettagli)

28 settembre 2014

Passeggiata esoterica: Festa degli Arcangeli

Arcangelo_Michele

Gli angeli sulla città: le creature celesti scandiscono le tappe dell’iniziazione cristiana nel quartiere di Borgo che fin dall’Alto Medioevo li ha visti protagonisti, accompagnando il romeo verso la tomba di Pietro. In occasione della celebrazione degli arcangeli un percorso misteriosofico che ci porterà a comprendere la simbologia angelica all’interno delle religioni e la loro profonda metamorfosi in epoca moderna. (clicca sulla foto per i dettagli)

28 settembre 2014

La Roma sotterranea: Ipogeo di via Livenza (permesso speciale per solo 10 persone: esaurito)

ipogeoVia Livenza

Se si costruisce una Palazzina a Roma ecco che salta fuori un Ipogeo!
Collocato in una zona dove i ritrovamenti sono prettamente cimiteriali spicca per non essere legato all’uso funebre. Completamente affrescato ha suscitato  immediatamente grande interesse.  Sulla datazione gli studiosi concordano, pare  che risalga al IV sec. d. C., sulla funzione invece il dibattito è aperto. La vasca ha fatto pensare ad un luogo di culto dedicato alle acque come quello in cui si riunivano i seguaci della setta mistica che venerava la dea Cotys: durante le cerimonie sacre a carattere orgiastico si praticava un bagno rituale in acqua fredda al fine di provocare lo shock dell’estasi. Una versione molto più prosaica opta per un ninfeo o  una fontana costruiti a protezione di una sorgente sotterranea naturale. (clicca sulla foto per i dettagli)

28 settembre 2014

Domus Gens Flavia nella Caserma dei Corazzieri (Permesso Speciale: posti esauriti)

corazzieri

Siamo sul colle Quirinale, proprio sulla sommità, dove oggi sorge la Caserma dei Corazzieri.  Sono state rinvenute proprio sotto questo edificio un tratto delle mura Serviane  i resti di una Domus che le fonti ci dicono appartenesse ai Flavi e dove pare sia nato Domiziano. Oltre a scoprire le origini di questo storico Colle ed entrare in un luogo ricco di mistero, potremo ammirare lo splendido mosaico parietale che decorava un grande ninfeo risalente al I sec. d.C  che si trova nella  sala mensa dei Corazzieri.
Visita è a numero chiuso. Le prenotazioni si chiuderanno al raggiungimento del numero massimo; in ogni caso entro il  19 Settembre , giorno in cui devono essere inviati i dati per i dovuti  controlli

5 ottobre 2014

La Galleria Borghese (con biglietto d’ingresso gratuito)

Bernini

All’ interno della seicentesca Villa Borghese, immersa nel verde dei suoi giardini, si può ammirare la spettacolare collezione di Scipione Borghese, uno dei collezionisti più determinati della sua epoca. Nei vasti ambienti risplendenti della decorazione settecentesca sono disseminati i capolavori che l’hanno resa famosa: da Raffaello a Tiziano fino alle tele di Caravaggio e le rinomate sculture del Bernini e del Canova.  (clicca sulla foto per i dettagli)

5 ottobre 2014

Un giorno alla Reggia di Caserta e alla Reale seteria di San Leucio

Caserta

La Reggia di Caserta progettata dal Vanvitelli per volere di Carlo III Borbone alla  metà del ’700  si presenta come  un’originale fusione della Reggia di Versailles dei re di Francia e del madrileno Palazzo dell’Escorial, sede dei re di Spagna. L’interno è caratterizzato dal continuo susseguirsi di stucchi, bassorilievi, affreschi, sculture e  da uno scalone  d’onore che rivela tutta la genialità vanvitelliana.  253 metri di facciata: 1217 stanze e 1898 finestre; quattro cortili di rappresentanza; 36 scale di disimpegno, compreso lo scalone d’onore che ha 146 scalini; 83 ettari di parco.
Dopo pranzo (libero) andremo a San Leucio a scoprire il più vasto impianto per la lavorazione delle sete e la produzione dei manufatti in seta esistente in Italia alla fine del sec. XVIII.  La visita della fabbrica serica costituisce un interessante percorso di archeologia industriale, con sale con strumenti per la produzione e lavorazione della seta, un’ampia sala con telai in legno perfettamente funzionanti, mostra di manufatti, la cuculliera e la filanda.

 

10 ottobre 2014

Passeggiata serale: I Borgia a Roma

Rodrigo, Cesare e Lucrezia, Vannozza Cattanei e Giulia Farnese: una vera e propria saga familiare nella Roma del Rinascimento.  Giochi di potere e giochi erotici, feste e complotti, matrimoni e omicidi.  E’ stato realmente il Valentino a far uccidere il fratello  Giovanni Borgia, duca di Gandìa ? E Lucrezia fu pedina innocente o ammaliatrice consapevole? Questo e molto altro verrà svelato in alcuni  luoghi legati alle vicende dei nostri protagonisti. (clicca sulla foto per i dettagli)

 

11 ottobre 2014

Visita esoterica: da San Lorenzo in Lucina alla chiesa della Maddalena

tomba Poussin

Un itinerario all’ interno dei segreti dell’antica chiesa dedicata al santo della solarità e costruita sull’antico orologio augusteo il cui gnomone è costituito dall’obelisco in piazza Montecitorio. L’enigma della tomba di Poussin  all’interno di S. Lorenzo in Lucina lega misteriosamente Roma al culto della Maddalena, a Rennes-leChateau e all’ermetismo del Seicento.  (clicca sulla foto per i dettagli)

11 ottobre 2014

Mitreo di Palazzo Barberini (apertura riservata per MiraMuseo)

mitreo_barberini

Il Mitreo scoperto sul retro di Palazzo Barberini realizzato nel III sec. d. C. in un edificio più antico è  caratterizzato da un affresco  sulla parete di fondo.  Già questo lo caratterizza come particolare perchè in genere le rappresentazioni del Dio sono in marmo (solo in pochi mitrei si trovano affreschi, tra cui a Santa Prisca).  Troviamo qui rappresentati  gli elementi salienti del culto: l’uccisione del toro per mano di Mitra, i segni zodiacali del Sole e della Luna, un accenno di volta celeste ed episodi della storia sacra del Dio. Ai due lati lunghi che fiancheggiano l’affresco due panche in muratura  dove probabilmente si sedevano i fedeli per il banchetto sacro. Scopriremo un luogo  ricco di suggestione che ci porterà alle origini del mitraismo, alla sua grande diffusione nel mondo romano,  ai suoi riti e al suo rapporto con il cristianesimo.  (clicca sulla foto per i dettagli)

12 ottobre 2014

Testaccio e Monte dei Cocci (apertura speciale)

monte-Testaccio

A Roma come sappiano non ci sono solo i sette colli; è formata da tantissimi “Mons”. Testaccio è una collina artificiale formata esclusivamente dai frammenti o cocci (in latino “testae” da cui il nome Testaccio) di milioni di anfore usate per il trasporto delle merci che sbarcavano in epoca romana nel vicino porto fluviale, sistematicamente scaricati ed accumulati con ogni probabilità  tra il periodo augusteo e la metà del III secolo d.C. Ma il quartiere è famoso anche per il “Ludus Testacciae”  e dalle feste medioevali dei tori e dell’albero della cuccagna si passerà poi ai banchetti gastronomici delle famose Ottobrate romane. (clicca sulla foto per i dettagli)

 

 

18 ottobre 2014

Ambiguità e allusioni (o illusioni) in una Roma segreta (con apertura riservata)

Zuccari

Una passeggiata  che ci porterà alla scoperta di alcuni luoghi  sconosciuti nel cuore di Roma  Il nostro filo conduttore è l’ambiguità che caratterizza  alcune  opere d’arte, soprattutto opere sacre… fanciulle in estasi, fanciulle che offrono i seni, enormi fauci mostruose che sembrano inghiottire d’un colpo persone: illusione e ambiguità, ma d’autore! Una passeggiata che ci permetterà anche di scopriremo un Bernini inedito in una chiesa sempre chiusa che merita tutto il nostro interesse.  (clicca sulla foto per i dettagli)

!

19 ottobre 2014

Mostra: Memling. Rinascimento fiammingo alle Scuderie del Quirinale

Memling

Per la prima volta in Italia una Mostra monografica di Hans Memling, pittore tedesco  che si trasferì a Bruges nei Paesi Bassi e divenne il principale Maestro della seconda generazione della scuola fiamminga. Viene esplorato ogni aspetto della sua opera e della sua carriera, dalle pale d’altare ai trittici portatili, ai dipinti devozionali, oltre ai famosi ritratti. E’ il pittore che rivoluziona la ritrattistica introducendo gli sfondi nei suoi ritratti, così tanto tanto apprezzato  che divenne il ritrattista più celebre nella cerchia dei mercanti italiani a Bruges. E’ un’ occasione unica per ammirare tante opere sparse in tutto il mondo;  trittici divisi in diversi Musei e qui ricomposti per l’occasione; splendidi ritratti tra cui “Ritratto di uomo” eccezionale prestito della Regina Elisabetta.   (clicca sulla foto per i dettagli)

19 ottobre 2014

Il Quirinale: la Reggia di Roma

Sul colle Quirinale sorge l’antica residenza estiva del Papa il cui sfarzo austero fu soppiantato dallo sfavillante scintillio della corte sabauda  nel momento in  cui divenne sede del Re d’Italia. Dopo i recenti restauri possiamo di nuovo ammirare la Galleria di Alessandro VII nel suo antico splendore, con gli affreschi di Pietro da Cortona riportati alla luce. Decorazioni  e arredi si susseguono nei secoli: troviamo arazzi, orologi, mobili e porcellane ma ciò che sicurament e rimarrà indelebile dentro di noi sarà quell’ avvincente  atmosfera che ancora vi sopravvive. (ci può essere un po’ po’ di fila)  clicca sulla foto per i dettagli

25 ottobre 2014

Mostra: “Mario Sironi. 1885-1961” al Vittoriano

L'Allieva_Sironi

Mario Sironi è uno tra i maggiori esponenti della pittura italiana del Novecento. Si dedica alla pittura dopo aver lasciato la facoltà di ingegneria a causa di una  crisi depressiva, sintomo di un disagio esistenziale che lo accompagnerà tutta la vita: Boccioni scrive che disapprova tutti e si chiude in casa a studiare i classici. Alla disperata amarezza per il crollo delle sue illusioni civili e politiche, si aggiunge lo strazio per il suicidio della figlia Rossana, che si toglie la vita a diciannove anni, nel 1948…. scriverà “ho visto cose che tutta la mia amara filosofia non mi avrebbe mai fatto immaginare, ho visto l’atrocità della vita e la bestialità umana”.  (clicca sulla foto per i dettagli) Details »

26 ottobre 2014

Area archeologica: Porto di Traiano (apertura straordinaria solo per noi)

Porto di Traiano

L’enorme traffico commerciale richiedeva un porto più grande e funzionale: fu così che Claudio e dopo Traiano si prodigarono per la costruzione un approdo appropriato. Un sito archeologico che oggi è per lo più interrato sotto l’area dell’ aeroporto di Fiumicino e ancora da scavare ma che conserva, nella parte visibile, edifici funzionali,  termali, canali di collegamento, in un ambiente di rara suggestione naturalistica. Chiuso al pubblico, possiamo coniugare grazie ad un permesso speciale, la scoperta archeologica e la passeggiata nel verde. (clicca sulla foto per i dettagli)

26 ottobre 2014

Passeggiata esoterica: Massoneria e cabbalà

Montecitorio

Massoneria e cabbalà nel cuore della città eterna attraverso un percorso che evidenzia le valenze simboliche e numerologiche di alcuni celebri monumenti. Da piazza Montecitorio a Fontana di Trevi la scoperta di infiniti segni che rimanda ad arcane corrispondenze fra microcosmo e macrocosmo, all’interno  di un disegno segreto celato nei capolavori dell’arte di ogni tempo.  (clicca sulla foto per i dettagli)

9 novembre 2014

Mostra: Memling. Rinascimento fiammingo alle Scuderie del Quirinale

Memling

Per la prima volta in Italia una Mostra monografica di Hans Memling, pittore tedesco  che si trasferì a Bruges nei Paesi Bassi e divenne il principale Maestro della seconda generazione della scuola fiamminga. Viene esplorato ogni aspetto della sua opera e della sua carriera, dalle pale d’altare ai trittici portatili, ai dipinti devozionali, oltre ai famosi ritratti. E’ il pittore che rivoluziona la ritrattistica introducendo gli sfondi nei suoi ritratti, così tanto tanto apprezzato  che divenne il ritrattista più celebre nella cerchia dei mercanti italiani a Bruges. E’ un’ occasione unica per ammirare tante opere sparse in tutto il mondo;  trittici divisi in diversi Musei e qui ricomposti per l’occasione; splendidi ritratti tra cui “Ritratto di uomo” eccezionale prestito della Regina Elisabetta.   (clicca sulla foto per i dettagli)